Cinema:pensieri,parole e parolacce-A Christmas Edition

Beh, prima di raccontarvi la storia di quel Natale, volevo farvi conoscere il paese più bello del mondo: il paese dei miei nonni,
dove sono nati i miei genitori e dove ogni anno venivamo a trascorrere le vacanze di Natale.
Questa è via Garibaldi con Porta Napoli e si chiama così perché m’hanno detto che andando sempre dritti si arriva a Napoli.
E la via invece si chiama così perché ci passò Garibaldi per andare a Caprera.

dal film Parenti serpenti di Mario Monicelli (1992)

Natale, il momento di gioire… come se la felicità fosse programmabile.

Dal film Natale all’ improvviso di Jessie Nelson (2015)

– Sai che noi a Natale l’albero non lo compravamo mai?! Ogni anno dovevamo rubarlo.
– Ma perché?
– Perché? Perché era un privilegio. Vedi, toccava a turno, a ognuno di noi. Mio padre diceva che la felicità è così difficile da conquistare
che bisogna prenderla senza che gli altri… se ne accorgano. Altrimenti non ti permettono di averla… .
Per questo noi lo rubavamo l’albero.

Dal film Baciamo le mani di Vittorio Schiraldi (1973)

– Buon Natale!
– Buon Natale, Jimmy.
– Ciao, come stai?
– Benone, tu come te la passi?
– E chi è?
– Jimmy voglio presentarti mia moglie. Vieni, vieni qua, voglio farti vedere una cosa, vieni con me.
– Mi scusi… .
– Non è favolosa?! L’ho comprata per mia moglie, è un coupé. Io ne vado matto.
– Sta a sentire. Che ti avevo detto? Ho parlato con te prima, si o no?! Non sono stato chiaro, non t’avevo detto di non comprare niente per un po’?! E quella macchia allora che cos’è?!
– Si ma è un regalo di nozze, Jimmy. È di mia madre. L’ho comprata e l’ho intesta a lei. Sono sposato da poco.
– È una macchina stupenda… .
– Scusa tesoro, è solo un secondo… .
– Sono sposato da poco.
– Ti sei impazzito?! Che cazzo c’hai nella testa?!
– Perché ti ci incazzi tanto?
– Vuoi sapere perché m’incazzo?! Ma sei scemo?! C’è un milione di sbirri là fuori, tutti ci guardano, tu ti compri la macchina e mi chiedi perché sono incazzato?!!
– L’ho messa a nome di mia madre… . È un regalo di nozze.
– Che mi frega a chi è intestata?! Ma sei stronzo?! Hai sentito che ho detto?!! Non comprate niente! Non comprate niente di grosso! Hai sentito che ho detto?! Che cazzo t’ha preso?!
– Perché ti ci agiti tanto, non capisco.
– Perché mi agito? Perché tu ci fai beccare tutti! Ecco perché mi agito! Ma sei scemo, eh?!
– Va bene. Scusami… scusami.
– Che cazzo c’hai nella testa?!
– Mi dispiace… .
– Che cazzo c’hai nella testa?!!
– Ehm… perdonami Jimmy, è a nome di mia madre… .
– Che hai detto?!
– Che sta a nome di mia madre… .
– E adesso che vuoi fare il dritto con me?!
– Scusami, Jimmy. Mi dispiace… .
– Che ti avevo detto?!! Che ti avevo detto?!! Che cazzo t’avevo detto?!! Di non comprare un cazzo! Hai capito?! Non dovevi comprare niente!
– Mi dispiace, Jimmy… . Vieni, andiamo a bere una cosa.
– Lo dovevi scrivere in fronte, stronzo!

Dal film Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese (1990)

– Non avete mai sentito parlare di “pace in terra agli uomini di buona volontà”?
– No!

Dal film The Nightmare Before Christmas di Henry Selick (1993)

Se tu dici di odiare il Giorno del Ringraziamento, non importa a nessuno, ma se dici di odiare il Natale,
la gente ti tratta come se fossi un lebbroso.

Dal film Gremlins di Chris Columbus (1984)

Te piace ‘o Presebbio?

Dal film Natale in Casa Cupiello di Eduardo De Filippo (1977)

È lecito non vendicarsi? Non vendicarsi avvelena l’animo almeno quanto vendicarsi, se non di più. (Emil Cioran)

Dal film La rivincita di Natale di Pupi Avati (2004)

Non sentirti costretto ad invadere Parigi per poter venire a bere qualcosa da noi.

Dal film Joyeux Noel di Christian Carion (2005)

– Ti ho pensato tutta la notte, sai?
– Sei stato male?
– No, non potevo dormire, così ho pensato a te… allora, allora volevo parlarti, insomma, dirti delle cose… .
– Se hai pensato a me, vuol dire che stai bene. L’importante è stare bene.
– Vieni, vieni.
– Gino, Gino… bisogna veramente stare insieme finché si è vivi.

Dal film Buon Natale, buon anno di Luigi Comencini (1989)

A volte l’amicizia rende la vita più bella di un sogno.

Dal film Un amico molto speciale di Alexandre Coffre (2014)

– Non ci avrai mica fatto fare tutta questa strada per comprarti una di quelle stupide cravatte con Babbo Natale, vero papà?!
– No, no, quella ce l’ho già, tesoro.

Dal film Un Natale esplosivo di Jeremiah Chechik (1989)

Senti, soltanto perché un signore con la giacca rossa ti da una spada, non vuol dire che tu diventi un eroe!

Dal film Le cronache di Narnia – Il leone, la strega e l’armadio di Andrew Anderson (2005)

Quando ero piccolo, per fare l’idromassaggio sparavo certe bombe dentro la vasca!

Dal film Una poltrona per due di John Landis (1983)

– Libera il mio amico dal sortilegio!
– Lo farò solo se supererai questa prova.
– Una prova di forza?!
– No… è una prova di intelligenza.
– Maria, siamo spacciati!

Dal film La banda dei Babbi Natale di Paolo Genovese (2010)

– Ero interessato a sapere se lei era una prostituta.
– No, mi dispiace.
– Peccato… . Credo che solo in quel caso avrei avuto qualche possibilità.

Dal film Regalo di Natale di Pupi Avati (1986)

Ok, questo è estremamente importante: potresti informare Babbo Natale che, quest’anno,
invece dei regali voglio solo la mia famiglia?!

Dal film Mamma ho perso l’aereo di Chris Columbus (1990)

– Dalle nostre parti suicidarsi è contro la legge.
– Già, è contro la legge anche dalle mie parti.
– E da dove venite?
– Dal cielo!

Dal film La vita è meravigliosa di Frank Capra (1946)

Godetevi la vita gente, perché sarete morti per un bel pezzo!

Dal film A Christmas Carol di Robert Zemeckis (2009)

Caro Babbo Natale, io credo che tu esista. Ma come fai a fare il giro di tutti i bambini del mondo in una notte?

Dal film Il figlio di Babbo Natale di Sarah Smith e Barry Cook (2011)

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Speciale Charles Bronson

IMG-20160823-WA0017 (1)

Ho visto tre spolverini proprio come questi tempo fa. Dentro c’erano tre uomini.
E dentro agli uomini tre pallottole.

Dal film C’era una volta il West di Sergio Leone (1968)

Jerry, io non sono una persona carina.
Sono un pessimo individuo, egoista, figlio di puttana.
Tu cerchi una storia. Io cerco un assassino e quello che cerco io viene prima.

Dal film Dieci minuti a mezzanotte di J. Lee Thompson (1983)

– Ma perché quando sono con te finisco sempre col trovarmi in mezzo al sangue e alla violenza?!
– Tutta la città è sempre piena di sangue e di violenza.

Dal film Città violenta di Sergio Sollima (1970)

Quel Gauche ha un sacco di buon gusto, sa come si tratta una signora,
è molto più giovane di me, più bello e maledettamente più ricco…
non capisco cosa ci trovi in lui!

Dal film Sole rosso di Terence Young (1972)

– Avanti, signor Dobbs, li raccolga.
– Lei paga un delitto a prezzo di liquidazione… ?
– Io pago la tranquillità di mio marito e nient’altro.
– Perché dovrei essere un grattacapo per suo marito?
– Dato che non è tornato, non sa niente. La pago per dargli tempo, signor Dobbs!
– Tha… si tenga i suoi soldi, li raccolga e li metta via!
Ho la faccia di uno che prende i soldi del menage a una donna?!

Dal film L’uomo venuto dalla pioggia di René Clément (1970)

Ho promesse da mantenere e miglia da percorrere prima di riposare… .

Dal film Telefon di Don Siegel (1977)

– Vogliamo salvare la vita degli ostaggi, non vogliamo un’altra Monaco!
– Noi non eravamo a Monaco. Stavolta agiamo noi.
– Lo so, ma nessuno assumerà iniziative di alcun genere finché Rabin e il Governo non sapranno che siamo pronti.
– E noi lo saremo… .

Dal film I leoni della guerra di Irvin Kershner (1976)

– Dove vai?
– Che differenza fa? Un uomo va dal posto dove nasce al posto dove muore.

Dal film I cannoni di San Sebastian di Henri Verneuil (1968)

In cielo o all’inferno, se questa notte è il mio destino… così sia.

Dal film Sfida a White Buffalo di N. Lee Thompson (1977)

– Sono pulito, Charlie!
– Può darsi, ma stai spingendo un secchio pieno di merda con un bastone corto, ti avverto.

Dal film Candidato all’obitorio di J. Lee Thompson (1976)

– Stramaledetti figli di puttana!
– Dov’è Jay?!
– Signor Colton… .
– Sta zitto! Mi sento in vena di rompere qualcuno, ti avverto!
Ho delle domande da farvi e voi mi risponderete!

Dal film 10 secondi per fuggire di Tom Gries (1975)

– Ora che mi hai messo una paura da morire…, che cosa diavolo vuoi?
– Primo: voglio regolare i conti vecchi; secondo: vorrei sapere dov’è Vermont?
– Vermont? E’ potuto scappare da voi?!
– Tu l’avresti abbandonato, ma noi no. Dov’è? Lo so che è venuto qui.
– Non capisco… .

Dal film L’uomo dalle due ombre di Terence Young (1971)

Se un uomo è un assassino, un incendiario, un baro e un vigliacco,
non ci si deve meravigliare troppo se si rivela anche un bugiardo.

Dal film Io non credo a nessuno di Tom Gries (1975)

– Sei americano?
– Un po’ tutto, dipende da chi paga.
– Tu sei francese?
– No, ubriacone ed egoista.

Dal film Due sporche carogne – Tecnica di una rapina di Jean Herman (1968)

– Accidenti, le parole che dice!
– Che parole?
– Eh, ha detto: gambe.
– Gambe? Beh, che ci trovi di male? Ce le ha le gambe, no?!
– Sì, è vero, ma è una di quelle parole che una signora che è stata educata in città non dovrebbe mai usare.
– Perché no?
– Perché non sta bene. Non si parla di gambe. E un uomo deve stare attento a quello che dice davanti a una signora.

Dal film Valdez il mezzosangue di Duilio Coletti (1973)

– Chi cazzo sei tu?
– La morte.

Dal film Il giustiziere della notte 4 di J. Lee Thompson (1987)

– Lo sai, credo che Franco abbia ragione stavolta.
– Radersi con l’acqua fredda non ci fa migliori soldati… .

Dal film Quella sporca dozzina di Robert Aldrich (1967)

Se sbagli il primo colpo, puoi non avere il tempo di sbagliare il secondo.

Dal film I magnifici sette di John Sturges (1960)

– Tu ci credi in Dio, vero?
– Sì, ci credo.
– Allora vai a trovarlo!

Dal film Il giustiziere della notte 2 di Michael Winner (1982)

Amore e proiettili. Charlie

Dal film Tiro incrociato di Stuart Rosenberg (1979)

 

 

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Parte quinta

Vorreste che quando dipingo i ladri di cavalli dicessi è male rubare i cavalli?! Ma questo è affare dei giudici. (Cechov)
Dal film Il clan dei siciliani di Henry Verneuil (1969)

Pensiamo che sia difficile fare quello che è giusto. Difficile è sapere cosa è giusto fare. E quando si sa cosa è giusto, è difficile non farlo.
Dal film The Confession di David Jones (1999)

Un uomo deve decidere se stare dalla parte del giusto o dalla parte del vincitore. Qualche volta le due cose coincidono.
Dal film Una notte con Vostro Onore di Ronald Neame (1981)

Ogni nuovo bambino che nasce porta il messaggio che Dio non è ancora scoraggiato dall’uomo. (Tagore)
Dal film Lupo solitario di Sean Penn (1991)

– Siamo quattordici figli. Quando sono nato io, per ultimo, mio padre si era stufato e così mi ha messo nome Definitivo.
– Non si poteva stufar prima, che avevamo un chiacchierone di meno e la barba era finita?!
Dal film Amarcord di Federico Fellini (1973)

Stavo pensando… mi piacerebbe avere un figlio come te. Perché un giorno finirò con una pallottola nella schiena e non ci sarà un figlio che mi vendicherà.
Dal film Da uomo a uomo di Giulio Petroni (1967)

Nella spietata logica della società, i più forti inevitabilmente calpestano i più deboli. Ma, di tanto in tanto, si apre uno spiraglio alla giustizia. Non aspettiamoci niente di più.
Dal film Analisi di un delitto di Rowdy Herrington (1999)

– Prof. Hemlock ci tengo a dirle che il suo corso mi è piaciuto tanto… però ho un problema: se non mantengo la media dei voti
perdo la borsa di studio. Io voglio prendere un bel voto a tutti i costi… insomma sono disposta a fare qualsiasi cosa, tutto quanto se necessario… .
– Questa è una proposta molto invitante. Lei ha da fare stasera?
– No!
– Bene. Allora vada a casa, apra i libri e si consumi il culo a studiare. Questo è il metodo migliore per mantenere alta la media. Ah, senta, non lo consumi tutto!
Dal film Assassinio sull’Eiger di Clint Eastwood (1975)

– Mister Land, lei mi ha salvato la vita. Perché?
– Me lo chiedo anch’io. Be’, c’è una sola cosa da fare quando si è commesso uno sbaglio così grosso.
– Cosa?
– Ubriacarsi.
Dal film 20.000 leghe sotto i mari di Richard Fleischer (1954)

Io divido l’umanità in cinque categorie: ci sono gli uomini veri, i mezzi uomini, gli ominicchi; poi, mi scusi, i ruffiani e, in ultimo, come se non ci fossero, i quacquaracquà. Sono pochissimi gli uomini, i mezzi uomini pochi, già molti di più gli ominicchi, sono come bambini che si credono grandi. Quanto ai ruffiani, stanno diventando un vero esercito. E, infine, i quacquaracquà: il branco di oche.
Dal film Il giorno della civetta di Damiano Damiani (1968)

– Volevamo fare una rimpatriata. Domani sera mi esibisco in teatro!
– Oh, no. E che cosa fai, canti? Con la bocca o col culo? E dove?
– Al comunale di Bagnacavallo… . Ti ricordi quando mi mettevi sempre il cacciavite nell’ombelicolo?
– Era molto eccitante, eh?!
– Oh si si, non dico, ma mi hanno dovuto operare, sai? Me l’hanno fatto di plastica. Chi sa se ti piace ancora?!
– E le zie? Quelle lesbicone putrescenti sono in salamoia o le dovete surgelare?
Dal film La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone di Pupi Avati (1975)

… santa famiglia, sacrario di buoni cittadini, dove i bambini sono torturati finché non dicono la prima bugia,
dove la volontà è spezzata dalla repressione, la libertà è assassinata dall’egoismo… .
Dal film Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci (1972)

Si può togliere una donna dal fango, ma non il fango che ha dentro.
Dal film Codice Swordfish di Dominic Sena (2001)

Oh, scusi contessa, mi sono permesso di suonare il clacson. La prossima volta provo con un colpetto di tosse.
Dal film Se permettete, parliamo di donne di Ettore Scola (1964)

– Lei dice cazzo tante volte.
– E lei conosce bene l’oggetto.
Dal film L.A. Confidential di Curtis Hanson (1997)

Tu non hai il potere di farmi arrabbiare. Tu non conti abbastanza per farmi arrabbiare.
Dal film The Reader – A voce alta di Stephen Daldry (2008)

Guai se i poveracci sapessero che anche i ricchi diventano pazzi.
Dal film La classe operaia va in paradiso di Elio Petri (1972)

C’è uno scrittore del quale tengo i libri in camera mia e che rileggo continuamente, racconta di un inquilino che un giorno si insedia nell’appartamento sopra il suo. Lo scrittore lo sente muoversi, camminare, aggirarsi… . Poi, tutt’a un tratto sparisce e per lungo tempo c’è solo il silenzio. Ma, all’improvviso, ritorna. In seguito le sue assenze si fanno più rare e la sua presenza più costante: è la morte.
Dal film Gruppo di famiglia in un interno di Luchino Visconti (1974)

Una sola cosa non puoi comprare né in Europa, né in nessun altro posto: la vita. Una volta finita, non la puoi ricomprare.
Dal film La gatta sul tetto che scotta di Richard Brooks (1958)

Mio nonno mi diceva sempre: “anche se hai solo un piccolo vantaggio, figliolo, bada a non perderlo. Nella migliore delle ipotesi verresti considerato scemo”. E per quanto mi riguarda mi sono sempre trovato male a non seguire i consigli del nonno. Salve gente!
Dal film I quattro dell’Ave Maria di Giuseppe Colizzi (1968)

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Parte 04

Voglio scoprire perché io so quello che è giusto e continuo a fare tutto il male.
Voglio scoprire cos’è la felicità e che cosa valga invece la sofferenza.
E voglio scoprire perché gli uomini vanno in guerra e che cosa provano davvero in fondo
al cuore quando essi pregano Dio. E voglio scoprire cosa uomini e donne sentano
quando dicono di amare e quanti peccati facciamo e quanta gente inganniamo
e perché tutto finisce nella morte.

Dal film Guerra e Pace di King Vidor (1955)

Sono stato picchiato, ma mi sono difeso bene. A uno di quelli gli ho rotto la mano:
mi ci è voluta tutta la faccia, ma ce l’ho fatta.

Dal film Prendi i soldi e scappa di Woody Allen (1969)

Il servo che non si ribella è peggio del padrone che lo comanda.

Dal film In nome del popolo sovrano di Luigi Magni (1990)

– Cosa altro vuole dire?
– Voglio dire… vaffanculo.

Dal film La polizia chiede aiuto di Massimo Dallamano (1974)

Cura le tue abitudini e curerai il tuo carattere.
Cura il tuo carattere e curerai il tuo destino.

Dal film The Iron Lady di Phyllida Lloyd (2011)

I giornalisti… ah! Un branco di analfabeti con la forfora sul collo e le pezze al sedere,
che spiano dai buchi delle serrature e svegliano la gente nel cuore della notte per
domandargli se hanno visto passare un bruto in mutande,
che rubano alle vecchie madri le fotografie delle figlie violentate in Oak Park e tutto perché?
Perché un milione di commesse e di mogli di camionisti ci piangono sopra.
E poi… il giorno dopo la prima pagina serve per incartare un chilo di trippa.

Dal film Prima pagina di Billy Wilder (1974)

Bevete più latte, il latte fa bene, il latte conviene… a tutte le età!

Dal film Boccaccio ’70 di Federico Fellini, Mario Monicelli, Luchino Visconti, Vittorio De Sica (1962)

Se mi tocchi ancora, io prima ti ammazzo, poi ti denuncio!

Dal film Le foto proibite di una signora per bene di Luciano Ercoli (1970)

– Parlami delle banche australiane.
– Sono ricche, mature e succulente.
– Le banche o le donne?
– Oltre alle banche, anche le donne… .

Dal film Butch Cassidy di George Roy Hill (1969)

Ogni specie uccide altre specie. Gli uomini invece le uccidono tutte allegramente.

Dal film Natural Born Killers di Oliver Stone (1994)

– Sai dove andremo in viaggio di nozze?
– No.
– Al Polo Nord. E sai perché?
– Perché?
– Perché lì la notte dura sei mesi.

Dal film Le sei mogli di Barbablù di Carlo Ludovico Bragaglia (1950)

Hai mai fatto caso che una scelta da niente può cambiarci la vita?
Si dice che la madre di Hitler volesse ma cambiò idea all’ultimo minuto.
Ti rendi conto?

Dal film Mystic River di Clint Eastwood (2003)

Vedo che stupisce, ma io fui allevato da cinque nurse di cinque lingue diverse.
Cinque puttane scatenate che mi hanno iniziato all’erotismo satanico.

Dal film I nuovi mostri di Mario Monicelli, Dino Risi, Ettore Scola (1977)

Un bacio è un’indagine al piano superiore per sentire se il piano inferiore è disponibile.

Dal film Il lenzuolo viola di Nicholas Roeg (1980) 

Ogni rapporto tra uomo e donna, anche se armonioso, ha in sé il seme della farsa o
della tragedia.

Dal film Luna di fiele di Roman Polanski (1992)

– Non abuserà di me?
– Sì, abuserò grandemente di lei, sarà la mia gran abusata!

Dal film 40 gradi all’ombra del lenzuolo di Sergio Martino (1976)

– Sembra la pistola di una donna… .
– Conosce bene le armi, mister Bond?
– No, conosco un po’ le donne.

Dal film Agente 007 Thunderball di Terence Young (1965)

Come si fa a decidere di smettere di amare una persona?
Io non ce l’ho un carattere così forte… .
Io non sono uno di quelli che per smettere di fumare un giorno buttano
via il pacchetto e non fumano più.
Una volta ci ho provato però, poi, di notte sono andato a riprendere il pacchetto
nel sacchetto della spazzatura.

Dal film Manuale d’amore 2 di Giovanni Veronesi (2007)

Scacciato dalla mente, dici? Tu sei in ogni mio pensiero.
Sei parte della mia esistenza, sei parte di me.
Te l’ho detto, sei ovunque io guardi; in ogni riga che abbia mai letto
dalla prima volta in cui venni qui.
Tu sei nel fiume, sei nelle vele delle navi, sei nel mare, nelle nuvole,
nelle pietre di Londra. Fino alle ultime ore della mia vita,
tu rimarrai in me. Parte di quel poco che c’è di buono e parte del male.
Anche se io ti associerò sempre al bene!

Dal film Grandi Speranze  di Mike Newell (2012)

Le stelle cambiano il loro corso, l’universo può bruciare, il mondo andare a picco,
ma Paperino esisterà sempre.

Dal film Breve incontro di David Lean (1945)

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Parte 03

 

“I politici, i monumenti e le puttane diventano tutti rispettabili se durano abbastanza.”

Dal film Chinatown di Roman Polanski (1974)

“Io vendevo fiori, non il mio corpo. Ora che avete fatto di me una lady, non sono adatta a vender altro.”

Dal film My Fair Lady di George Cukor (1964)

“Se non sopporto la verità, non valgo un bel niente.”

Dal film Piccole donne di George Cukor (1933)

“Ti ho amato tutta la vita, anche prima di conoscerti… .
All’epoca tu non c’eri ancora, c’era solo una promessa di te…
ma tu, oggi, hai mantenuto quella promessa. Come puoi pensare di avermi perso?!”

Dal film Il socio di Sydney Pollack (1993)

“Non illudiamoci che la memoria sia fatta di vaghe ombre: è fatta di occhi, che ti guardano dritto in faccia.
E di dita, che ti accusano.”

Dal film Il portiere di notte di Liliana Cavani (1974)

 

A tutto si rimedia, meno che alla morte.”

Dal film Ladri di biciclette di Vittorio De Sica (1948)

“Quando credi di aver finito, il ballo inizia senza musica e tu devi decidere se ballare o fischiare!”

Dal film U.S. Marshals di Stuart Baird (1998)

“- Quanto guadagna un sottocuoco?
– Meno di un cuoco.”

Dal fim Amici miei – Atto II di Mario Monicelli (1982)

“I negri dovrebbero avere una sedia elettrica per loro.
I bianchi non dovrebbero sedersi sulla sedia elettrica dei negri.”

Dal film Il miglio verde di Frank Darabont (1999)

“Fumo da quando avevo cinque anni. Mamma insisteva tanto… .”

Dal film La famiglia Addams di Barry Sonnenfeld (1991)

“Il fattore più importante in un attacco è la sorpresa.”

Dal film La finestra sul cortile di Alfred Hitchcock (1954)

“Si dice che al mondo ci sia tanta religione per far sì che gli uomini si odino, ma non abbastanza
perché gli uomini si amino.”

Dal film Angel Heart di Alan Parker (1987)

“- È sempre mejo ‘n amico morto che ‘n nemico vivo! Chi siete?
– Semo l’anima de li mortacci tua!-
– E allora passate!”

Dal film La Grande Guerra di Mario Monicelli (1959)

“Io sono un uomo politico; e questo vuol dire bugiardo e truffatore, e quando mi chino a baciare
i bambini rubo loro le caramelle. Ma vuol dire anche che mi lascio tutte le porte aperte… .”

Dal film Caccia a Ottobre Rosso di John McTiernan (1990)

“Purtroppo avevi ragione tu, averlo nel culo fa male… .”

Dal film Giù la testa di Sergio Leone (1971)

“Un sotto ufficiale non deve bere, se dovesse bere non deve ubriacarsi, se dovesse ubriacarsi
non deve barcollare, se dovesse barcollare non deve cadere, se dovesse cadere deve cadere in
modo di coprirsi i gradi, così chi passerà crederà che si tratti di un’ufficiale.”

Dal film Men of Honor di George Tillman jr.(2000)

“Io credo che l’amore non si possa comprare che con l’amore. E colui che ha una buona moglie,
ha il cielo nel suo sombrero.”

Dal film Viva Zapata di Elia Kazan (1952)

“Meglio un cieco che piscia dalla finestra che il burlone che gli fa credere che sia un cesso.”

dal film Colpo di spugna di Bertrand Tavernier (1981)

“- Sei così bella che amarti è una sofferenza.
– Ieri dicevi che era una gioia.
– Una gioia e una sofferenza.”

Dal film La mia droga si chiama Julie di Francois Truffaut (1969)

“Ti bastan poche briciole
Lo stretto indispensabile
E i tuoi malanni puoi dimenticar
In fondo basta il minimo
Sapessi quanto è facile
Trovar quel po’ che occorre per campar!”

Dal film Il libro della giungla di Wolfgang Reitherman (1967)

 

Cinema: pensieri, parole e parolacce – parte prima

2016-11-21_182548

banner-1

banner-3

1-la-viaccia-foto

Raccontami una storia.
Allegra o mesta?
Allegra più che puoi.
C’era una volta un cimitero… .

Dal film La viaccia di Mauro Bolognini (1961)

2-otto-e-mezzo-foto

Mi sembrava di avere le idee così chiare. Volevo fare un film onesto, senza bugie di nessun genere.
Mi pareva d’avere qualcosa di così semplice da dire, un film che potesse essere utile un po’ a tutti,
che aiutasse a seppellire per sempre tutto quello che di morto ci portiamo dentro.
E invece io sono il primo a non avere il coraggio di seppellire proprio niente.
Adesso ho la testa piena di confusione, questa torre tra i piedi… chissà perché le cose sono andate così.
A che punto avrò sbagliato strada? Non ho veramente niente da dire, ma lo voglio dire lo stesso.

Dal film 8 1/2 di Federico Fellini (1963)

3-il-tempo-delle-mele-foto

Mi sono presa la varicella… . È la prima volta che mia sorella mi dà qualcosa.

Dal film Il tempo delle mele di Claude Pinoteau (1980)

4-una-vita-difficile-foto

Siete turisti? Cosa venite a fare qui? Non c’è niente da vedere, è tutto uno schifo… Non visitate l’Italia!
Statevene a casa vostra, che è meglio.

Dal film Una vita difficile di Dino Risi (1961)

5-il-padre-di-famiglia-foto

Sì, mi dimetto: sono stanco di continuare a fare un lavoro che non serve a nessuno.
C’è il benessere sì o no?! E allora voglio essere beneficato anch’io.
Uno non può restare tutta la vita a fare l’intellettuale con le pezze al culo quando
c’è gente che guadagna i miliardi.

Dal film Il padre di famiglia di Nanni Loy (1967)

6-uomini-si-nasce-poliziotti-di-muore-foto

Mi avete fatto venire i capelli bianchi, che già erano bianchi!

Dal film Uomini si nasce, poliziotti di muore di Ruggero Deodato (1976)

7-limmortale-foto

Non è mia abitudine sparare a chi è disarmato. Ma le abitudini sono fatte per essere cambiate.

Dal film L’immortale di Richard Berry (2010)

8-il-dottor-stranamore-foto

Dunque, ragazzi, abbiamo tre motori fuori combattimento e abbiamo nella pancia più buchi di uno scolabrodo.
La radio è partita, perdiamo carburante, e se scendiamo un altro po’ ci vogliono gli sci invece delle ali.
Però un vantaggio ce l’abbiamo sui russi: a quest’altezza ci possono arpionare, magari, ma sullo schermo del radar
sicuramente non ci trovano!

Dal film Il dottor Stranamore, ovvero: come imparai a non preoccuparmi e ad amare la bomba di Stanley Kubrick (1964)

9-le-foto-proibite-di-una-signora-per-bene-foto

Tutto ha un prezzo, anche la follia.

Dal film Le foto proibite di una signora per bene di Luciano Ercoli (1970)

10-europa-51-foto

Anche contro la nostra volontà dobbiamo continuare a vivere. La vita continua e dobbiamo purtroppo seguirla.

Dal film Europa’ 51 di Roberto Rossellini (1952)

11-assassinio-sullorient-express-foto

Il mio secondo marito diceva che l’unica moneta è il dollaro, al massimo la sterlina.
Ora, in nome del cielo, che cos’è una dracma?

Dal film Assassinio sull’Orient Express di Sidney Lumet (1974)

12-i-compari

Quando un uomo è tanto cretino da mettersi a mezzo con una donna, quella non avrà mai nessuna considerazione per lui.

Dal film I compari di Robert Altman (1971)

13-mon-roi-il-mio-re-foto

L’amore prima della tempesta non è una scelta, è una legge!

Dal film Mon Roi – Il mio re di Maiwenn Le Besco (2015)

14-la-coda-dello-scorpione-foto

– Che ora è?
– La più bella della mia vita!

Dal film La coda dello scorpione di Sergio Martino (1971)

15-invictus-linvincibile-foto

Se io non so cambiare quando le circostanze lo impongono come posso chiedere agli altri di cambiare?

Dal film Invictus – L’invincibile di Clint Eastwood (2009)

16-becool-foto

Un bel culo non ti segue per tutta la vita. Dopo i trenta è meglio che la butti sull’intelligenza, se ce l’hai.

Dal film BeCool di F. Gary Gray (2005)

17-squadra-antimafia-foto

– E allora sappi papà, che se non interverrai tu ucciderai il padre di tuo nipote.
 – Ti prego Maria Sole… .
– Sì papà, nel mio ventre c’è il frutto del nostro amore, sì sono incinta di Nico.
– Ti sei dimenticata che un anno fa eri incinta di Sylvester Stallone?

Dal film Squadra antimafia di Bruno Corbucci (1978)

18-linfernale-quinlan-foto

A modo suo era un grand’uomo… . Ma che importa quello che si dice di un morto?

Dal film L’infernale Quinlan di Orson Welles (1958)

19-i-banditi-del-tempo-foto

Se dovessi creare io un nuovo mondo non perderei tempo con i fiori e le farfalle. Io comincerei con il laser,
il primo giorno alle 8.00!

Dal film I banditi del tempo di Terry Gilliam (1981)

20-i-giorni-dellira-foto

Ultima lezione ragazzo: quando un uomo comincia a uccidere, non può più smettere.

Dal film I giorni dell’ira di Tonino Valerii (1967)

banner-2

1-la-viaccia-locandina

2-otto-e-mezzo-locandina

3-il-tempo-delle-mele-locandina

4-una-vita-difficile-locandina

5-il-padre-di-famiglia-locandina

6-uomini-si-nasce-poliziotti-di-muore-locandina

7-limmortale-locandia

8-il-dottor-stranamore-locandina

9-le-foto-proibite-di-una-signora-per-bene-locandina

10-europa-51-locandina

11-assassinio-sullorient-express-locandina

12-i-compari-locandina

13-mon-roi-il-mio-re-locandina

14-la-coda-dello-scorpione-locandina

15-invictus-linvincibile-locandina

16-becool-locandina

17-squadra-antimafia-locandina

18-linfernale-quinlan-locandina

19-i-banditi-del-tempo-locandina

20-i-giorni-dellira-locandina