Mi faccio la barca


E’ tempo di vacanze per il dottor Piero Sabelli,dentista,che vive separato dalla moglie Roberta;poichè ha in custodia i due figli Claudio e Fiorella ha
comprato una barca,la Biba (diminutivo del nome della moglie) e dopo aver salutato anche l’amante Alessia va a Civitavecchia per ritirare la barca.
E’ l’inizio delle peripezie del dottore.
La Biba,che gli era stata magnificata come una ottima imbarcazione,in realtà è poco più di una carretta del mare;nel frattempo Roberta si appresta a salire a bordo del lussuoso Kabir,un panfilo di proprietà del ricchissimo spasimante della donna,Attilio.
La prima disavventura Piero la passa appena fuori dal porto,dove trancia la rete di alcuni pescatori e viene quindi fermato dalla guardia costiera;pagata la salata multa,l’uomo è costretto a prendere a bordo Roberta,che ovviamente è preoccupata per i suoi figli.
Il viaggio diventa un’odissea nel momento in cui rimessosi in mare l’equipaggio finisce in acque riservate alla marina e fatto oggetto di un cannoneggiamento da parte della marina militare per poi finire nel bel mezzo di una tempesta.


Infine Piero,Roberta e i figli diventano ostaggio di una coppia di evasi e dopo alcune comiche vicende finiranno per uscire dalla vacanza riappacificati e innamorati…
Simpatica commedia questa Mi faccio la barca,datata 1980,diretta da Sergio Corbucci che adatta una sceneggiatura di suo fratello Bruno e di Mario Amendola,con la collaborazione di Ernesto Gastaldi.
Una commedia balneare,che inaugura la leggerezza tipica del decennio ottanta e che si inserisce in quello che sarà uno dei leit motif degli anni a venire,fatti di un cinema italiano quasi tutto virato verso la leggerezza,alla ricerca di un pubblico che lasciati alle spalle i problemi del decennio precedente ora sogna solo tranquillità e relax.
Corbucci quindi da la stura ad una serie di commedie leggere,che invaderanno gli schermi ; in Mi faccio la barca usa una trama semplice per costruire una storia leggerissima,usando come protagonisti due beniamini del cinema leggero italiano come Johnny Dorelli e Laura Antonelli.


L’attore milanese passa disinvoltamente da Il cappotto di Astrakan (tratto da un romanzo di Chiara) alla commedia leggerissima,scelta che confermerà con film che si intitolano Bollenti spiriti,Sesso e volentieri, Dio li fa poi li accoppia,Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio confermandosi uno degli attori preferiti dal grande pubblico,che ne ammira la simpatia innata e la capacità di trasportare sullo schermo personaggi a metà strada tra l’imbranato e l’ingenuo.
La controparte femminile è affidata a Laura Antonelli,che è in quegli anni uno dei sexy simbol del grande schermo;nel film di Corbucci fa la sua parte con garbo,confermandosi attrice capace e dalle innate doti che contemplano sex appeal e istintiva simpatia.
Nel cast c’è anche una seducente Daniela Poggi (Alessia,l’amante di Piero) e Christian De Sica,alle prese con uno dei tanti personaggi snob e antipatici che interpreterà per buona parte degli anni a seguire.
Corbucci non va tanto per il sottile;la dove la trama,per forza di cose rischia di arenarsi per la mancanza di idee,sceglie ambientazioni marine e affida qualche frizzante dialogo a Dorelli e ai due giovanissimi attori che interpretano i figli,ovvero Cariddi Nardulli (Fiorella) e Itaco Nardulli (Claudio),che sono simpatici e per una volta non sono costretti a interpretare i soliti figli saccenti e impiccioni.


Un film quindi davvero in stile vacanziero,leggero e impalpabile,che fa trascorrere il tempo speso in sala senza alcun pensiero e a tratti anche divertendo.
La pellicola di Corbucci è disponibile su You tube all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=wRuGkeS5dwM&t=3067s in una qualità più che sufficiente.

Mi faccio la barca

Un film di Sergio Corbucci. Con Johnny Dorelli, Laura Antonelli,Christian De Sica, Franco Giacobini, Mimmo Poli, Salvatore Borghese, West Buchanan, Daniele Formica, Daniela Poggi, Itaco Nardulli, Cariddi Nardulli, Helen Stirling, Franco Giabocini, Vittorio Musy Glori Commedia, durata 120 min. – Italia 1980

 

Johnny Dorelli: Piero Savelli
Laura Antonelli: Roberta
Cariddi Nardulli: Fiorella Savelli
Itaco Nardulli: Claudio Savelli
Sal Borgese: evaso straniero
West Buchanam: navigatore solitario
Christian De Sica: Attilio
Daniele Formica: ingegnere
Franco Giacobini: evaso italiano
Vittorio Musy Glori: Casorati
Mimmo Poli: parcheggiatore
Daniela Poggi: Alessia, infermiera
Helen Sterling: Lady Hamilton

Regia Sergio Corbucci
Soggetto Ernesto Gastaldi
Sceneggiatura Mario Amendola, Ernesto Gastaldi, Bruno Corbucci
Produttore Mario Cecchi Gori, Vittorio Cecchi Gori
Casa di produzione Capital Film
Distribuzione (Italia) Cineriz
Fotografia Luigi Kuveiller
Montaggio Amedeo Salfa
Musiche Gianni Ferrio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: