Gli Oscar del 1981

L’edizione numero 53 degli Academy Awards,gli Oscar del cinema si tiene la sera del 31 marzo 1981 a Los Angeles presso il Dorothy Chandler Pavilion.
A condurre la serta è Jimmy Carson,presentatore amatissimo dal pubblico,conduttore di uno dei programmi più amati dal pubblico americano,The Tonight Show, per la emittente americana NBC.

Jimmy Carson

E’ un’edizione dagli esiti affatto scontati,alla vigilia.
Ci sono infatti tre film che godono dei favori della critica praticamente sullo stesso piano;si tratta di Gente comune (Ordinary People), regia di Robert Redford,di The Elephant Man, regia di David Lynch e di Toro scatenato (Raging Bull), regia di Martin Scorsese.
A vincere è proprio l’attore/regista Robert Redford,al suo esordio dietro la macchina da presa,che si aggiudica le due statuette più ambite,quella come miglior film e quella come miglior regista.
Vittoria senza sorprese per Robert De Niro come miglior attore protagonista per Toro scatenato,di Martin Scorsese;la sua impressionante performance nei panni del pugile Jack La Motta,nella quale l’attore di New York subisce una straordinaria trasformazione anche fisica gli vale la seconda statuetta dopo quella vinta come miglior attore non protagonista nel Padrino parte seconda.

Il Dorothy Chandler Pavilion, sede degli Oscar 1981

L’oscar come miglior attrice protagonista va a Sissy Spacek per La ragazza di Nashville di Michael Apted mentre per i ruoli da non protagonisti gli Oscar vanno rispettivamente a Timothy Hutton per Gente comune e a Mary Steenburgen per Una volta ho incontrato un miliardario.
Grande sorpresa (e sopratutto grandissimo sconcerto) per la vittoria,come miglior film straniero di Mosca non crede alle lacrime regia di Vladimir Menshov,che prevale su due grandissimi film entrati nella storia del cinema,L’ultimo metrò (Le dernier métro) regia di François Truffaut e Kagemusha – L’ombra del guerriero regia di Akira Kurosawa.
Da segnalare la doppia vittoria nel settore miglior colonna sonora e miglior canzone per il film Saranno famosi (Fame) di Alan Parker,
con Michael Gore che vince due Oscar con una accoppiata di assoluto prestigio.
Alla fine tra i grandi delusi ci sono David Lynch,che con The Elephant Man su 8 nomination non vince nemmeno una statuetta e parzialmente Scorsese che con pari nomination,8,porta a casa solo la vittoria di De Niro e quella di Thelma Schoonmaker per il miglior montaggio.
Segnalo le due statuette assegnate a Guerre stellari – L’Impero colpisce ancora e quella alla carriera per Henry Fonda,che l’anno successivo farà il bis vincendola come miglior attore per il film Sul lago dorato.

Miglior film

Gente comune (Ordinary People), regia di Robert Redford

La ragazza di Nashville (Coal Miner’s Daughter), regia di Michael Apted

The Elephant Man, regia di David Lynch

Toro scatenato (Raging Bull), regia di Martin Scorsese

Tess, regia di Roman Polanski

Miglior regia

Robert Redford – Gente comune

David Lynch – The Elephant Man

Martin Scorsese – Toro scatenato

Richard Rush – Professione pericolo (The Stunt Man)

Roman Polanski – Tess

Miglior attore protagonista

Robert De Niro – Toro scatenato

Robert Duvall – Il grande Santini (The Great Santini)

John Hurt – The Elephant Man

Jack Lemmon – Serata d’onore (Tribute)

Peter O’Toole – Professione pericolo

Migliore attrice protagonista

Sissy Spacek – La ragazza di Nashville (Coal Miner’s Daughter)

Ellen Burstyn – Resurrection

Goldie Hawn – Soldato Giulia agli ordini (Private Benjamin)

Mary Tyler Moore – Gente comune

Gena Rowlands – Gloria – Una notte d’estate

Miglior attore non protagonista

Timothy Hutton – Gente comune

Judd Hirsch – Gente comune

Michael O’Keefe – Il grande Santini

Joe Pesci – Toro scatenato

Jason Robards – Una volta ho incontrato un miliardario (Melvin and Howard)

Migliore attrice non protagonista

Mary Steenburgen – Una volta ho incontrato un miliardario


Eileen Brennan – Soldato Giulia agli ordini


Eva Le Gallienne – Resurrection


Cathy Moriarty – Toro scatenato


Diana Scarwid – I ragazzi del Max’s bar (Inside Moves)

Miglior sceneggiatura originale

Bo Goldman – Una volta ho incontrato un miliardario
W. D. Richter e Arthur Ross – Brubaker
Christopher Gore – Saranno famosi (Fame)
Jean Gruault – Mon oncle d’Amerique
Nancy Meyers, Charles Shyer e Harvey Miller – Soldato Giulia agli ordini

Miglior sceneggiatura non originale

Alvin Sargent – Gente comune (Ordinary People)
Jonathan Hardy, David Stevens e Bruce Beresford – Breaker Morant
Tom Rickman – La ragazza di Nashville
Christopher DeVore, Eric Bergren e David Lynch – The Elephant Man
Lawrence B. Marcus e Richard Rush – Professione pericolo

Miglior film straniero

Mosca non crede alle lacrime (Moskva slezam ne verit), regia di Vladimir Menshov (Unione Sovietica)
La fiducia (Bizalom), regia di István Szabó (Ungheria)
L’ultimo metrò (Le dernier métro), regia di François Truffaut (Francia)
Kagemusha – L’ombra del guerriero (Kagemusha), regia di Akira Kurosawa (Giappone)
Il nido (El nido), regia di Jaime de Armiñán (Spagna)

Miglior fotografia

Geoffrey Unsworth e Ghislain Cloquet – Tess
Néstor Almendros – Laguna blu (The Blue Lagoon)
Ralf D. Bode – La ragazza di Nashville
James Crabe – La formula (The Formula)
Michael Chapman – Toro scatenato

Miglior montaggio

Thelma Schoonmaker – Toro scatenato
Arthur Schmidt – La ragazza di Nashville
David Blewitt – Competition
Anne V. Coates – The Elephant Man
Gerry Hambling – Saranno famosi

Miglior scenografia

Pierre Guffroy e Jack Stephens – Tess
John W. Corso e John M. Dwyer – La ragazza di Nashville
Stuart Craig, Bob Cartwright e Hugh Scaife – The Elephant Man
Norman Reynolds, Leslie Dilley, Harry Lange, Alan Tomkins e Michael Ford – L’Impero colpisce ancora
Yoshiro Muraki – Kagemusha – L’ombra del guerriero

Migliori costumi

Anthony Powell – Tess
Patricia Norris – The Elephant Man
Anna Senior – La mia brillante carriera (My Brilliant Career)
Jean-Pierre Dorleac – Ovunque nel tempo (Somewhere in Time)
Paul Zastupnevich – Ormai non c’è più scampo (When Time Ran Out)

Migliore colonna sonora

Michael Gore – Saranno famosi (Fame)
John Corigliano – Stati di allucinazione (Altered States)
John Morris – The Elephant Man
Philippe Sarde – Tess
John Williams – L’Impero colpisce ancora (The Empire Strikes Back)

Miglior canzone

Fame, musica di Michael Gore, testo di Dean Pitchford – Saranno famosi
Nine to Five, musica e testo di Dolly Parton – Dalle 9 alle 5… orario continuato (Nine to Five)
On the Road Again, musica e testo di Willie Nelson – Accordi sul palcoscenico
Out Here on My Own, musica di Michael Gore, testo di Lesley Gore – Saranno famosi
People Alone, musica di Lalo Schifrin, testo di Wilbur Jennings – Competition

Miglior sonoro

Bill Varney, Steve Maslow, Gregg Landaker e Peter Sutton – L’Impero colpisce ancora
Richard Portman, Roger Heman e Jim Alexander – La ragazza di Nashville
Arthur Piantadosi, Les Fresholtz, Michael Minkler e Willie D. Burton – Stati di allucinazione
Michael J. Kohut, Jay M. Harding, Aaron Rochin e Chris Newman – Saranno famosi
Donald O. Mitchell, Bill Nicholson, David J. Kimball e Les Lazarowitz – Toro scatenato

Miglior documentario

From Mao to Mozart: Isaac Stern in China, regia di Murray Lerner
Agee, regia di Ross Spears
The Day After Trinity, regia di Jon Else
Front Line, regia di David Bradbury
The Yellow Star – The Persecution of the Jews in Europe 1933-45 (Der Gelbe Stern), regia di Dieter Hildebrandt

Miglior cortometraggio

The Dollar Bottom, regia di Roger Christian
Fall Line, regia di Robert Carmichael
A Jury of Her Peers, regia di Sally Heckel

Miglior cortometraggio documentario

Karl Hess: Toward Liberty, regia di Roland Hallé e Peter W. Ladue
Don’t Mess with Bill, regia di John Watson
The Eruption of Mount St. Helens!, regia di George Casey
It’s the Same World, regia di Dick Young
Luther Metke at 94, regia di Jorge Preloran

Miglior cortometraggio d’animazione

The Fly (A légy), regia di Ferenc Rofusz
All Nothing (Tout rien), regia di Frédéric Back
History of the World in Three Minutes Flat, regia di Michael Mills

Premio Special Achievement

Brian Johnson, Richard Edlund, Dennis Muren e Bruce Nicholson – L’Impero colpisce ancora (The Empire Strikes Back) – effetti visivi

Premio alla carriera


Henry Fonda

Robert Redford,Oscar per il miglior film e la migliore regia

Sally Field annuncia le nomination per il miglior attore protagonista

Rober De Niro,miglior attore protagonista

Dustin Hoffman legge le nomination per la miglior attrice protagonista

Hoffman annuncia la vincitrice

Sissi Spacek,miglior attrice protagonista

Diana Ross e Donald Sutherland,annunciano la miglior attrice non protagonista

Mery Steenburgen miglior attrice non protagonista

I film su Frankenstein

La maschera di Frankenstein ,1957

La vendetta di Frankenstein, 1958

La rivolta di Frankenstein, 1964

La maledizione dei Frankenstein,1967

Distruggete Frankenstein,1969

Gli orrori di Frankenstein,1970

La figlia di Frankenstein,1971

Frankenstein e i mostri dell’inferno,1974

Frankenstein 80, 1972

Il mostro è in tavola,barone Frankenstein,1973

Terror! Il castello delle donne maledette,1973

Frankenstein Junior,1973

Il terrore di Frankenstein,1942

Frankenstein 1970,(1958)

La figlia di Frankenstein,1958

Peter Cushing in La maschera di Frankenstein

Eunice Grayson in La vendetta di Frankenstein

Kiwi Kingston in La rivolta di Frankenstein

Susan Denberg in La maledizione dei Frankenstein

Veronica Carlson in Distruggete Frankenstein

Ralph Bates in Gli orrori di Frankenstein

Rosalba Neri in La figlia di Frankenstein

Gordon Mitchel in Frankenstein 80

Dalila Di Lazzaro in Il mostro è in tavola Barone Frankenstein

Rossano Brazzi in Terror!Il castello delle donne maledette

Marty Fieldman in Frankenstein Junior

Lon Chaney in Il terrore di Frankenstein

Boris Karlof in Frankenstein 1970

Sandra Khnight in La figlia di Frankenstein

Andavamo al cinema-World tour parte 4

Nuova puntata del viaggio attraverso le sale cinematografiche del pianeta.Molti edifici davvero belli e sopratutto istantanee di periodi storici differenti,sospesi nel tempo assieme alle auto,alle fogge dei vestiti e alle pubblicità,a tutto quello che accompagnava un mondo ormai scomparso.

Cinema Crisana,Oradea (Romania)

Cine Teatro Augustus,Asmara (Eritrea)

Cine Teatro Italiano,Tunisi (Tunisia)

Cine Teatro Olympia,Glasgow (Scozia)

Cine Teatro Regio,Beas de Segura (Spagna)

Cine Teatro Rialto,Blackburn (Inghilterra)

Cinema ABC Southampton (Inghilterra)

Cinema Astor,Melbourne (Australia)

Cinema Aurora,San Pietroburgo (Russia)

Cinema Capitol,Bucarest (Romania)

Cinema Capitol,Timisoara (Romania)

Cinema Central,Brno (Repubblica Ceca)

Cinema Central,Montevideo (Uruguay)

Cinema Eden,Hanoi (Vietnam)

Cinema Gaumont,Birmingham (Inghilterra)

Cinema Infratirea Intre Popoare,Bucarest (Romania)

Cinema La Renessaince,Guadalupe

Cinema Le Club Bangui,Repubblica Centrafricana

Cinema Metro,Alessandria (Egitto)

Cinema Metro,Vacoas (Isole Mauritius)

Cinema Odeon,Glasgow (Scozia)

Cinema Paramount,Parigi (Francia)

Cinema Rex,Breslavia (Polonia)

Cinema Roxy,Wellington (Nuova Zelanda)

Cinema Spoutnik,Tiraspol (Moldavia)

Cinema Tivoli,Berlino (Germania)

Cinema Trocadero,Londra (Inghilterra)

Cinema Vox,Sidi Bel Abbes (Algeria)

Pacific’s Cinerama,Los Angeles (Usa)

Western Cine,Brighton (Inghilterra)

 

I flani del 1970-Parte 2

“Grande successo”,proclama il flano pubblicitario.In realtà Alba pagana uscì in sordina ed ebbe scarsa visibilità

Balsamus,l’uomo di satana,un Pupi Avati agli inizi della carriera

Bob & Carol,Ted & Alice

Un grande successo del 1970,Borsalino con Delon e Belmondo

Il flano del bellissimo film di Monicelli Brancaleone alle crociate

Cane di paglia

Claudia Cardinale e Catherine Spaak nel bel film Certo,certissimo,anzi…probabile

Il flano del gradevole Concerto per pistola solista

Così dolce,così perversa

Un film assolutamente introvabile:E venne il giorno dei limoni neri

Uno dei grandi successi del 1970,Easy rider

Ecce homo

Un cast stellare per un film che fu un vero e proprio fiasco,Ettore lo fusto

Paura…recita il flano di Gli orrori del liceo femminile

Il bellissimo flano dell’altrettanto bellissimo I cannibali di Liliana Cavani

I girasoli

I senza nome

Ancora Delon,autentico mattatore del 1970 in Il clan dei siciliani

Il mostro del museo delle cere

Infanzia,vocazione e prime esperienze di Giacomo Casanova,veneziano

Il primo Emmanuelle tratto dal romanzo di Emmanuelle Arsan:Io,Emmanuelle

Isabella,duchessa dei diavoli

Il flano del bellissimo La califfa

Il flano del kolossal di Lean La figlia di Ryan

Una bella riduzione del romanzo omonimo di Scerbanenco:La morte risale a ieri sera

Anita Sanders Photogallery

Jean Seberg Photogallery

Cinema & mummie

La mummia (1959)

Il mistero della mummia (1964)

Il sudario della mummia (1967)

Exorcismus-Cleo la dea dell’amore (1971)

La mummia (1932)

The mummy’s tomb (1942)

I delitti del gatto nero (1990)

Talos,l’ombra del faraone (1998)

La mummia (1999)

La mummia-Il ritorno (2001)

Adele e l’enigma del faraone (2010)

The mummy resurrected (2014)

Day of the mummy (2014)

Il risveglio della mummia (1960)

The mummy (2017)

Alla 39a eclissi (1980)

La maledizione della mummia

La mano della mummia (1940)

The pyramid (2014)

The mummy’s ghost (1944)

La tomba (2004)

Christopher Lee in La mummia

Jeanne Roland in Il mistero della mummia

Elizabeth Sellars in Il sudario della mummia

Valerie Leon in Exorcismus-Cleo la dea dell’amore

Boris Karloff in La mummia (1942)

Lon Chaney in The mummy’s tomb

Julianne Moore in I delitti del gatto nero

Gerard Butler in Talos,l’ombra del faraone

Rachel Weisz in La mummia

Brendan Frazer in La mummia-Il ritorno

Louise Bourgoin in Adele e l’enigma del faraone

Danny Glover in Day of the mummy

Tom Cruise in The mummy (2017)

Stephanie Zimbalist in Alla trentanovesima eclissi

Tom Tyler in La mano della mummia

Ashley Hinshaw in The pyramid

Lon Chaney in The mummy’s tomb