I flani del 1968-Prima parte

Ecco una selezione di alcuni flani di film del penultimo anno del decennio sessanta,il 1968.Alcuni film non sono famosissimi,ma i loro flani meritano sicuramente di essere ricordati.Una cosa;il materiale pubblicato non ha copyright ed è frutto di un paziente lavoro di ricerca.I colleghi che prendono le immagini dal mio sito sono liberissimi di farlo,tuttavia cortesia vorrebbe che citassero almeno la fonte da cui hanno prelevato il materiale.Buona lettura

Flano essenziale quello del film di Herman Due sporche carogne

Andree,l’esasperazione del desiderio nell’amore femminile

Uno dei capolavori di Leone:ecco il flano di C’era una volta il West

Cimarron

Bello il flano del film di Bava,versione cinematografica dell’omonimo fumetto delle sorelle Giussani:Diabolik

Il flano di un film oggi introvabile:Dolce novembre

Falstaff

Il flano di uno dei film scandalo degli anni 60,Helga

I dolci vizi della casta Susanna

I Nibelunghi

Il caso Thomas Crown

Molto bello il flano del capolavoro di Guerrieri,Il dolce corpo di Deborah

Il giro del mondo in 80 giorni

Un flop clamoroso ad onta del bel cast,Il marito è mio e l’ammazzo quando mi pare

Italian Secret Service

Flano del bellico La brigata del diavolo

Splendido film:La calda notte dell’ispettore Tibbs

La cintura di castità

Ancora un flano di un film bellico:La guerra dei sei giorni

La morte non ha sesso

La religiosa

Un noir splendido;La sposa in nero

L’astronave degli esseri perduti

Il flano del musicarello Nel sole

Relazioni proibite

 

Claudia Cardinale

Il circo e la sua grande avventura

Senilità

Su e giù per le scale

La tenda rossa

Audace colpo dei soliti ignoti

Fuori il malloppo

Enrico IV

Il magnifico cornuto

Qui comincia l’avventura

La rivoluzione francese

I soliti ignoti

And now Ladies and Gentleman

Quella strada chiamata paradiso

Libera amore mio

Mayrig

I professionisti

Piano piano non t’agitare

 

Certo,certissimo,anzi…probabile

C’era una volta il West

Cartouche

La viaccia

L’udienza

Vaghe stelle dell’orsa

Il gattopardo

Rocco e i suoi fratelli

Il regalo

Nell’anno del signore

Il giorno della civetta

Con Adolfo Celi

La Cardinale e Alain Delon

Con Anthony Quinn

Con Burt Lancaster

Ancora con Delon

Con Federico Fellini

Con Frank Zappa

Con Giuliano Gemma

Con Henry Fonda

Con John Wayne

Con Belmondo

Con Lino Ventura

Con Nino Manfredi

Con Paolo VI

Con Alberto Sordi

Con Yul Brinner

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Parte quinta

Vorreste che quando dipingo i ladri di cavalli dicessi è male rubare i cavalli?! Ma questo è affare dei giudici. (Cechov)
Dal film Il clan dei siciliani di Henry Verneuil (1969)

Pensiamo che sia difficile fare quello che è giusto. Difficile è sapere cosa è giusto fare. E quando si sa cosa è giusto, è difficile non farlo.
Dal film The Confession di David Jones (1999)

Un uomo deve decidere se stare dalla parte del giusto o dalla parte del vincitore. Qualche volta le due cose coincidono.
Dal film Una notte con Vostro Onore di Ronald Neame (1981)

Ogni nuovo bambino che nasce porta il messaggio che Dio non è ancora scoraggiato dall’uomo. (Tagore)
Dal film Lupo solitario di Sean Penn (1991)

– Siamo quattordici figli. Quando sono nato io, per ultimo, mio padre si era stufato e così mi ha messo nome Definitivo.
– Non si poteva stufar prima, che avevamo un chiacchierone di meno e la barba era finita?!
Dal film Amarcord di Federico Fellini (1973)

Stavo pensando… mi piacerebbe avere un figlio come te. Perché un giorno finirò con una pallottola nella schiena e non ci sarà un figlio che mi vendicherà.
Dal film Da uomo a uomo di Giulio Petroni (1967)

Nella spietata logica della società, i più forti inevitabilmente calpestano i più deboli. Ma, di tanto in tanto, si apre uno spiraglio alla giustizia. Non aspettiamoci niente di più.
Dal film Analisi di un delitto di Rowdy Herrington (1999)

– Prof. Hemlock ci tengo a dirle che il suo corso mi è piaciuto tanto… però ho un problema: se non mantengo la media dei voti
perdo la borsa di studio. Io voglio prendere un bel voto a tutti i costi… insomma sono disposta a fare qualsiasi cosa, tutto quanto se necessario… .
– Questa è una proposta molto invitante. Lei ha da fare stasera?
– No!
– Bene. Allora vada a casa, apra i libri e si consumi il culo a studiare. Questo è il metodo migliore per mantenere alta la media. Ah, senta, non lo consumi tutto!
Dal film Assassinio sull’Eiger di Clint Eastwood (1975)

– Mister Land, lei mi ha salvato la vita. Perché?
– Me lo chiedo anch’io. Be’, c’è una sola cosa da fare quando si è commesso uno sbaglio così grosso.
– Cosa?
– Ubriacarsi.
Dal film 20.000 leghe sotto i mari di Richard Fleischer (1954)

Io divido l’umanità in cinque categorie: ci sono gli uomini veri, i mezzi uomini, gli ominicchi; poi, mi scusi, i ruffiani e, in ultimo, come se non ci fossero, i quacquaracquà. Sono pochissimi gli uomini, i mezzi uomini pochi, già molti di più gli ominicchi, sono come bambini che si credono grandi. Quanto ai ruffiani, stanno diventando un vero esercito. E, infine, i quacquaracquà: il branco di oche.
Dal film Il giorno della civetta di Damiano Damiani (1968)

– Volevamo fare una rimpatriata. Domani sera mi esibisco in teatro!
– Oh, no. E che cosa fai, canti? Con la bocca o col culo? E dove?
– Al comunale di Bagnacavallo… . Ti ricordi quando mi mettevi sempre il cacciavite nell’ombelicolo?
– Era molto eccitante, eh?!
– Oh si si, non dico, ma mi hanno dovuto operare, sai? Me l’hanno fatto di plastica. Chi sa se ti piace ancora?!
– E le zie? Quelle lesbicone putrescenti sono in salamoia o le dovete surgelare?
Dal film La mazurka del barone, della santa e del fico fiorone di Pupi Avati (1975)

… santa famiglia, sacrario di buoni cittadini, dove i bambini sono torturati finché non dicono la prima bugia,
dove la volontà è spezzata dalla repressione, la libertà è assassinata dall’egoismo… .
Dal film Ultimo tango a Parigi di Bernardo Bertolucci (1972)

Si può togliere una donna dal fango, ma non il fango che ha dentro.
Dal film Codice Swordfish di Dominic Sena (2001)

Oh, scusi contessa, mi sono permesso di suonare il clacson. La prossima volta provo con un colpetto di tosse.
Dal film Se permettete, parliamo di donne di Ettore Scola (1964)

– Lei dice cazzo tante volte.
– E lei conosce bene l’oggetto.
Dal film L.A. Confidential di Curtis Hanson (1997)

Tu non hai il potere di farmi arrabbiare. Tu non conti abbastanza per farmi arrabbiare.
Dal film The Reader – A voce alta di Stephen Daldry (2008)

Guai se i poveracci sapessero che anche i ricchi diventano pazzi.
Dal film La classe operaia va in paradiso di Elio Petri (1972)

C’è uno scrittore del quale tengo i libri in camera mia e che rileggo continuamente, racconta di un inquilino che un giorno si insedia nell’appartamento sopra il suo. Lo scrittore lo sente muoversi, camminare, aggirarsi… . Poi, tutt’a un tratto sparisce e per lungo tempo c’è solo il silenzio. Ma, all’improvviso, ritorna. In seguito le sue assenze si fanno più rare e la sua presenza più costante: è la morte.
Dal film Gruppo di famiglia in un interno di Luchino Visconti (1974)

Una sola cosa non puoi comprare né in Europa, né in nessun altro posto: la vita. Una volta finita, non la puoi ricomprare.
Dal film La gatta sul tetto che scotta di Richard Brooks (1958)

Mio nonno mi diceva sempre: “anche se hai solo un piccolo vantaggio, figliolo, bada a non perderlo. Nella migliore delle ipotesi verresti considerato scemo”. E per quanto mi riguarda mi sono sempre trovato male a non seguire i consigli del nonno. Salve gente!
Dal film I quattro dell’Ave Maria di Giuseppe Colizzi (1968)

Il cinema di Agatha Christie

Assassinio al galoppatoio

Assassinio a bordo

Assassinio sul Nilo

Assassinio sul palcoscenico

Assassinio sull’Orient Express

Assassinio sul treno

Delitto sotto il sole

Testimone d’accusa

L’ora del supplizio

Dieci piccoli indiani (1945)

Dieci piccoli indiani (1965)

Appuntamento con la morte

Champagne per due dopo il funerale

E poi non ne rimase nessuno

Poirot e il caso Amanda

Matera nel cinema

Dopo lo speciale dedicato a Venezia,una delle location più sfruttate nel cinema,ecco Matera,capitale europea della cultura 2019.
La città lucana,grazie alle sue particolari caratteristiche geo fisiche,al suo paesaggio “lunare”,ha avuto numerose produzioni girate tra i caratteristici sassi.
La terra brulla,le case scavate nella roccia,le splendide costruzioni in pietra viva hanno fatto da sfondo a film di ispirazione biblica;da Il Vangelo secondo Matteo di Pasolini (1964) sino ai recenti La passione di Cristo (2004) e Ben-Hur (2016) molte produzioni hanno sfruttato la bellezza selvaggia del capoluogo lucano,così simile alla geografia della Palestina.
Quella che segue è una galleria fotografica di alcune produzioni girate a Matera.

L’albero di Guernica (1975)

Viva l’Italia (1961)

I basilischi (1963)

La lupa (1953)

Il conte di Matera (1957)

Gli anni ruggenti (1962)

Il demonio (1963)

Il Vangelo secondo Matteo (1967)

Made in Italy (1965)

C’era una volta (1967)

Non si sevizia un paperino (1972)

Il tempo dell’inizio (1974)

Allonsanfan (1974)

Qui comincia l’avventura (1975)

Cristo si è fermato ad Eboli (1979)

Tre fratelli (1981)

King David (1985)

Il sole anche di notte (1990)

Anno uno (1974)

L’uomo delle stelle (1995)

Ben Hur (2016)

La passione di Cristo (2004)

 

Mariangela Melato sul set di L’albero di Guernica

Lina Wertmuller sul set di I basilischi

Lattuada a Matera gira La lupa

Nino Manfredi gira Gli anni ruggenti

Daliah Lavi a Matera sul set del film Il demonio

Matera:Pasolini sul set di Il vangelo secondo Matteo

Rosi dirige la Loren e Omar Sharif in C’era una volta

Florinda Bolkan in una pausa di lavorazione del film Non si sevizia un paperino

Francesco Rosi sul set di Cristo si è fermato ad Eboli

Rosi sul set di Tre fratelli

Richard Gere sul set di King David

I fratelli Taviani a Matera sul set di Il sole anche di notte

Roberto Rossellini dirige Anno uno

Matera:il set di Ben Hur

La passione di Cristo

Alberto Sordi Foto biografia

Sotto il sole di Roma (1948)

Lo sceicco bianco (1952)

I vitelloni (1953)

Il seduttore (1954)

Un americano a Roma (1954)

Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo (1956)

Venezia la luna e tu (1958)

La grande guerra (1959)

Il vigile (1961)

Il giudizio universale (1961)

I complessi (1965)

Il medico della mutua (1968)

Riusciranno i nostri eroi a ritrovare l’amico misteriosamente scomparso in Africa? (1968)

Nell’anno del signore (1969)

Il Prof. Dott. Guido Tersilli primario della Clinica Villa Celeste (1969)

Detenuto in attesa di giudizio (1971)

Bello onesto emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata (1971)

Lo scopone scientifico (1972)

Polvere di stelle (1973)

Un borghese piccolo piccolo (1977)

Il malato immaginario (1979)

Il marchese del Grillo (1981)

Con Claudia Cardinale

Con Monica Vitti

Con Carlo Verdone

Alberto Sordi e Totò

Con Anna Magnani

Con la Loren

Con Vittorio De Sica

Con Eduardo De Filippo

Con Ingrid Bergman

Sordi e Virna Lisi

Con Federico Fellini

Con Delia Scala,Tognazzi e Rascel

Con Manfredi e la Vitti

Con il Presidente della Repubblica Sandro Pertini

Sordi e Aldo Fabrizi

Con Gassman e Dino De Laurentis

Con Giovanni Paolo II

Con Bette Davis e Joseph Cotten

Sordi a Venezia

Con il Presidente della Repubblica Ciampi

Con il Presidente del Consiglio Giulio Andreotti

Con Manfredi

Con Monicelli 

Ancora con Monicelli sul set di Il Marchese del Grillo

 

Con De Sica,Florinda Bolkan e la Vitti

A Canzonissima con Raffaella Carrà