Filmscoop

Tutto il mio cinema

Il sarto di Panama


Harry Pendell, sarto di origini inglesi che lavora a Panama ha un passato oscuro, che ha tenuto nascosto anche a sua moglie, Louisa.
Ma il suo segreto è a conoscenza di Andrew Osnard, agente del servizio segreto inglese,l’MI6, trasferito a Panama per aver sedotto la moglie di un superiore.
Per rientrare nelle grazie dei suoi capi, Andrew non esita ad agganciare e “ricattare” Harry, che tra l’altro ha un disperato bisogno di soldi. Poiche la moglie del sarto è anche una stretta collaboratrice di un importante funzionario per la gestione del canale di Panama, Harry cerca di avere notizie sulla ventilata ipotesi di nazionalizzazione del canale.
Harry a questo punto si inventa un fantomatico canale di resistenza al governo, “l’opposizione silenziosa” che a suo dire sarebbe capitanato da Mikie Abraxas, un suo vecchio amico che un tempo era stato un’oppositore del regime. Andrew finge di credere ad Harry e inizia a dargli dei soldi, ma prepara un colpo clamoroso ai danni del servizio segreto e degli americani…


Il sarto di Panama, diretto da John Boorman nel 2001 è un film che mette assieme elementi tipici del thriller con altri della spy story, che però Boorman condisce con un’ironia che affiora di continuo nella storia;
il regista inglese sembra divertirsi nel prendere in giro le istituzioni inglesi, usando per i suoi personaggi i più puri clichè con i quali vengono identificati gli inglesi nel resto del mondo.
Attempati, seriosi, flemmatici, tutti i personaggi sembrano di una ingenuità talmente disarmante da apparire le caricature di se stessi; ovviamente fa eccezione in parte Harry, uomo un tantino vanaglorioso e megalomane, che per eccesso di ambizioni finisce per cacciarsi in un ginepraio dal quale riuscirà a venir fuori solo grazie ai consigli della intelligentissima moglie e di un pizzico di buona sorte.


L’altra eccezione è costituita da Andrew, donnaiolo impenitente che per questo suo “vizietto” è finito relegato a Panama, da dove però, grazie alla scaltrezza e allo spregiudicato modo di agire, fuggirà realizzando in pieno il suo piano, aiutato in questo da un altro presunto ingenuo che tale non è affatto, l’ambasciatore inglese, che avrà anche lui una parte di bottino, frutto di un’intelligente manovra di raggiro di Andrew.
Il film gioca tutte le sue carte sulla ottima sceneggiatura di Andrew Davis elaborata e ricavata dal romanzo omonimo di John Le Carré,che ha collaborato al film; a parte l’ironia a piene mani sparsa ovunque,con stilettate non solo ai servizi inglesi ma anche a quelli americani, il film si segnala per l’ottima verve dei protagonisti, tutti in forma fra i quali vanno citati
Geoffrey Rush nei panni di Harry Pendel, che rischierà davvero di perdere tutto quello faticosamente costruito, un lavoro di successo, una bella famiglia per ambizioni smodate,poi Pierce Brosnan, che interpreta Andrew “Andy” Osnard, donnaiolo


che medita la rivincita sui suoi capi e che l’avrà, con un piano diabolico che befferà sia il governo americano che l’intelligence inglese. E infine Jamie Lee Curtis (Louisa Pendel), cervello pensante della famiglia, donna innamorata del marito e che tra le altre cose
resisterà anche ai tentativi di seduzione di Andrew, riuscendo a salvare il marito da una situazione pericolosa.
Un film girato non certo con ritmi altissimi e sopratutto privo di una delle caratteristiche delle spy story, l’azione; il film cerca più di inquadrare i personaggi nelle loro dinamiche di vita privilegiandole in loco della sparatoria, dell’intrigo e della violenza.
L’eclettico Boorman,passato dal fantascientifico Zardoz all’horror soprannaturale L’esorcista II l’eretico passando per lo splendido mitologico Excalibur, al proto ecologista La foresta di smeraldo affronta con Il sarto di Panama l’ennesima variante stilistica,con un film
godibile e ben diretto.Una pellicola della quale vi consiglio la visione.

Il sarto di Panama
Un film di John Boorman. Con Jamie Lee Curtis, Pierce Brosnan, Geoffrey Rush, Harold Pinter, Catherine McCormack. Titolo originale The Tailor of Panama. Spionaggio, durata 111 min. – Irlanda, USA 2001.

Pierce Brosnan: Andrew “Andy” Osnard
Geoffrey Rush: Harry Pendel
Jamie Lee Curtis: Louisa Pendel
Leonor Varela: Marta
Brendan Gleeson: Mickie Abraxas
Catherine McCormack: Francesca Deane
Paul Birchard: Joe
David Hayman: Luxmore
Jonathan Hyde: Cavendish
Daniel Radcliffe: Mark Pendel
Jon Polito: Ramon
Harold Pinter: zio Benny

Luca Ward: Andy Osnard
Giorgio Lopez: Harry Pendel
Anna Rita Pasanisi: Louisa Pendel
Giovanna Martinuzzi: Marta
Francesco Pannofino: Mickie Abraxas
Michela Alborghetti: Francesca Deane
Dario Penne: Luxmore
Alessio Puccio: Mark Pendel
Saverio Moriones: Ramon
Sergio Graziani: zio Benny

Regia John Boorman
Soggetto dall’omonimo romanzo di John le Carré
Sceneggiatura Andrew Davies, John le Carré, John Boorman
Casa di produzione Columbia Pictures, Merlin Films
Fotografia Philippe Rousselot
Montaggio Ron Davis
Musiche Shaun Davey
Scenografia Derek Wallace, Irene O’Brien, Lucinda Thompson, Laura Bowe

aprile 19, 2020 - Posted by | Thriller | , , ,

Al momento, non c'è nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: