Filmscoop

Tutto il mio cinema

Cinema: pensieri,parole e parolacce-Parte 08

“E’ talmente antico il desiderio dell’altro da essere radicato in noi, il desiderio di riunire la nostra natura originaria, di cercare di fare un uno di due e sanare la condizione umana.” (Platone, Simposio)

dal film Io sola sulla Terra (2019) di Jonathan Helpert

“- Fra il dolore e il nulla, io scelgo il dolore. E tu, cosa sceglieresti?
– Il dolore è idiota, io scelgo il nulla. Non è meglio, ma il dolore è un compromesso. O tutto o niente… .”

dal film Fino all’ultimo respiro (1960) di Jean-Luc Godard

“La gente della pioggia è fatta di pioggia, così che, quando piange, sparisce.”

dal film Non torno a casa stasera (1969) di Francis Ford Coppola

“Non devi essere perfetto, ma ci sono delle regole fondamentali da rispettare: fai sempre quello che puoi per la tua famiglia, vai a lavorare ogni giorno e di’ come la pensi, non far male a nessuno se puoi evitarlo, e non trattare mai con i disonesti.”

dal film Fuori controllo (2010) di Martin Campbell

“Spesso la gente non dice ciò che pensa. Fa solo in modo che uno non vada avanti nella vita.”

dal film Hannibal (2001) di Ridley Scott

“Il dottore mi ha detto di smettere di bere, così ho deciso di non bere più whisky: lo faccio congelare e lo succhio come un lecca-lecca.”

dal film Baciami stupido (1964) di Billy Wilder

“Mia madre era sempre così ubriaca che quando ci siamo decisi di farle fare un controllo medico hanno trovato il 2% di sangue nel suo alcol.”

dal film Re per una notte (1983) di Martin Scorsese

“- Non so cosa darei per una tazza di tè!
– E io non so che darei per una birra gelata servita da una cameriera con indosso soltanto un grembiulino!
– Ma hanno aperto un posto così?!
– No, l’hanno appena chiuso!”

dal film I due nemici (1961) di Guy Hamilton

“- È come quando la gente smette di fumare: il primo anno è molto duro, ma poi ti possono accendere una sigaretta davanti e non ti fa più nessun effetto.
– Ho smesso di fumare due anni fa e se qualcuno mi fuma davanti vorrei baciarlo in bocca per succhiargli un po’ di fumo dai polmoni! È chiaro?”

dal film Tentazioni d’amore (2000) di Edward Norton

“- Ecco, il mio malessere è il seguente: può un sistema nervoso essere innamorato ugualmente di colui che l’ha corcata di botte? E cioè alludo a Oreste. A mente fredda penso che lo odio, giuro di mai più rivederlo, ma so che mento a me stessa. Ora mi spiego. L’altro, il secondo, Nello, mi appaga sia sul piano umano che su quello dei sessi, ma poi il ricordo del primo, Oreste, prende il mio sopravvento e io mi ritrovo a desiderare proprio colui che m’ha menato in un’insonnia notturna che non mi fa dormire. Debbo parlare dell’infanzia, vero?
– Parli dell’infanzia.
– Ho fatto la piscia a letto fino a due anni e mezzo poi non più. Nel vitto sono sempre stata di gusti semplici: pasta asciutta, spezzato con patate, contorni vari, frutta secca… “

dal film Dramma della gelosia (tutti i particolari in cronaca) (1970) di Ettore Scola

“Ha mai fatto una cagata che dopo si è sentito come rinato? (…) Una bella mangiata è zero al confronto.”

dal film Americani (1992) di James Foley

“Sei cieco e stai camminando senza bastone, e vai a sbattere contro le porte che si aprono col denaro.”

dal film Wall Street (1987) di Oliver Stone

“Più lontano scappi dai tuoi peccati, più sarai esausto quando ti raggiungeranno. E ti raggiungono. Sempre.”

dal film Inside Man (2006) di Spike Lee

“Per un pugno di dollari, per un miserabile pugno di dollari, che non sono neanche tuoi, devi già ripartire. Almeno lo facessi per qualche dollaro in più! E invece vamos a matar compañeros, sempre in giro con il buono, il brutto e il cattivo tempo. Giù la testa, caro. Sei alla resa dei conti, ormai. Chi sono io per te? Nessuno, ecco. Il mio nome è Nessuno. Tu devi metterti faccia a faccia con le tue responsabilità. Per queste creature ti danno solo un dollaro a testa. Sei il mercenario peggio pagato di tutto il Texas. Cangaçeiro! E noi siamo il mucchio selvaggio. Ma tu non vali nemmeno un dollaro bucato, e prima o poi finirai come quel Bounty Killer del Minnesota, Clay era il suo nome, ma poi lo chiamarono il magnifico. Però ricordatelo, c’era una volta il West che dicevi tu, oggi anche gli angeli mangiano i fagioli. Ma sì, corri uomo corri, altrimenti ci arrabbiamo sul serio, e se Dio perdona, io no. Perciò datti da fare, capito? E tu smettila di fare il bestione. Vergognati, vergognati di fare vivere i tuoi bambini come dei barboni: Leone! Questo devi diventare, se vuoi fare la rivoluzione nel mondo del West.”

dal film Il bianco, il giallo, il nero (1974) di Sergio Corbucci

“Io mi fido degli uomini, è del diavolo che c’è in loro che non mi fido… .”

dal film The Italian Job (2003) di F. Gary Gray

“- Lo sai perché mi piace cucinare?
– No, perché?
– Perché dopo una giornata in cui niente è sicuro, e quando dico niente voglio dire n-i-e-n-t-e, una torna a casa e sa con certezza che, aggiungendo al cioccolato rossi d’uovo, zucchero e latte, l’impasto si addensa. E’ un tale conforto!”

dal film Julie & Julia (2009) di Nora Ephron

“Prima dell’inferno una sola parola ha definito la mia vita: spensieratezza. Da bambino mi piaceva guardare il cielo della Polonia, lo stesso cielo che in seguito ho visto dal campo rigato dalla striscia nera del fumo dei miei parenti; eppure questa macabra visione non mi impediva di godere della bellezza di quel cielo. Un altro pensiero mostruoso, come tutti i pensieri che gli uomini fanno all’inferno .”

dal film This Must Be the Place (2011) di Paolo Sorrentino

“Io mi ricordo che c’era una clessidra come questa… in casa di mio padre. La sabbia scorre attraverso un forellino così sottile che all’inizio sembra che il livello della parte superiore non debba cambiare mai. Cominciamo ad accorgerci che la sabbia scorre via solo verso la fine. Ma prima di allora ci vuole tanto… che non vale la pena di pensarci. Poi all’ultimo momento, quando non c’è più tempo, ci si accorge che è troppo tardi… ci si accorge che è troppo tardi per pensarci… .”

dal film Morte a Venezia (1971) di Luchino Visconti

“Qui la regola è il silenzio assoluto. Noi non diamo ad intendere che riabilitiamo la gente. Non siamo preti, siamo delle macchine. Mediante le macchine gli animali vivi sono trasformati in roba commestibile. Noi trasformiamo gli uomini pericolosi in esseri innocui. E lo facciamo spezzandoli. Spezzandovi nel fisico, nello spirito e qui, nella testa. Qui succedono strane cose. Toglietevi dalla mente ogni speranza. E masturbatevi il meno possibile per non esaurirvi.”

dal film Papillon (1973) di Franklin J. Schaffner

“Nelle pagine della storia, di tanto in tanto, il fato si ferma a guardarti e ti tende la mano.”

dal film Bastardi senza gloria (2009) di Quentin Tarantino

“You’re a dirty bastard! That’s what you are! A dirty bastard!
Un little precisation, America. Voi americani dite sempre la parola bastardo, lo sai perché? V’o dico io. Perché c’avete una lingua molto, ma molto povera. Perché se io mi volessi abbassare a rispondere al tuo bastard, che a noi ce fa proprio ride, io ti potrei dare del figlio di madre ignota, del rotto nel posteriore, ti potrei mandare a fare nel medesimo, potrei fare appello anche ai tuoi morti, con eventuale partecipazione de tu’ nonno in carriola opzionale e coinvolgere tua sorella, notoriamente incline allo smandrappo e all’uso improprio della bocca, e allargà il discorso a quel grandissimo Toro Seduto de tu’ padre, a sua volta figlio di una città di cinque lettere cantata da Omero, che tu ‘n sai manco chi era perché sei ignorante. Are you ignorant!”

dal film Il tassinaro (1983) di Alberto Sordi

“E voi ve sete fatta tutta ‘sta strada pe piavve un vaffanculo?!”

da Delitto a Porta Romana (1980) di Bruno Corbucci

maggio 6, 2019 Posted by | La pazienza è quella cosa che prima o poi sotto pressione diventa un vaffanculo | | 5 commenti