Gli Oscar del 1982


L’edizione numero 54 degli Academy Awards,gli Oscar cinematografici,si tiene come di consuetudine nel fastoso Dorothy Chandler Pavilion
di Los Angeles e a condurre è chiamato,ancora una volta,il beniamino delle platee americane,il presentatore Jimmy Carson.
Dopo la contestatissima edizione del 1981,che aveva visto l’appena sufficiente Gente comune di Robert Redford vincere le due principali statuette,
è ancora un attore prestato alla regia a vincere l’Oscar più prestigioso,quello per la miglior regia.
Warren Beatty trionfa come miglior regista con Reds,appassionata descrizione della rivoluzione russa che portò alla deposizione dello zar Nicola II a fronte di ben 12 nomination,un autentico record;il film di Beatty porterà a casa solo 3 statuette,in una edizione segnata da una grande frammentarietà nelle scelte della giuria.
Beatty si impone su un parterre di lusso,che include registi del calibro di Hugh Hudson che presenta il suo Momenti di gloria,di Steven Spielberg con I predatori dell’arca perduta,di Mark Rydell con Sul lago dorato e Louis Malle con lo splendido Atlantic City, U.S.A.
Il miglior film è Momenti di gloria di Hudson,che vince sugli stessi film che hanno concorso per la miglior regia.
Due grandissimi del cinema americano,Henry Fonda e Katharine Hepburn vincono meritatamente l’Oscar rispettivamente per ma miglior interpretazione maschile e per la miglior interpretazione femminile,mentre due outsider si impongono nelle categorie attore e attrice non protagonista,ovvero John Gielgud per Arturo e Maureen Stapleton per Reds.

Il Dorothy Chandler Pavilion, sede degli Oscar 1982

Ha del clamoroso il flop di Ragtime di Milos Forman accreditato alla vigilia di ben 8 nomination e che resterà invece a bocca asciutta,
mentre la nostra Milena Canonero vince il secondo dei suoi quattro Oscar per i costumi del film Momenti di gloria,seguendo quello del 1976 per Barry Lindon del grandissimo Kubrick (che non ha mai vinto un Oscar,un’onta per Hollywood) seguiti da quello del 2007 per Marie Antoinette e quello del 2015 per Grand Budapest Hotel.
Miglior colonna sonora è quella di Vangelis,stupenda, per il film Momenti di gloria e c’è gloria per un altro italiano,Vittorio Storaro,che vince il suo secondo Oscar (su tre totali) per la miglior fotografia del film Reds.
Da segnalare la vittoria come miglior film straniero del film Mephisto di Itsvan Szabo,mentre il premio alla carriera è assegnato a Barbara Stanwyck.
Indiana Jones e i predatori dell’arca perduta porta a casa 5 Oscar su 9 nomination,Momenti di gloria 4 su 7,Sul lago dorato 3 su 10.

Nb:in neretto i vincitori

Miglior film

Momenti di gloria (Chariots of Fire), regia di Hugh Hudson


I predatori dell’arca perduta (Raiders of the Lost Ark), regia di Steven Spielberg


Atlantic City, U.S.A. (Atlantic City), regia di Louis Malle


Sul lago dorato (On Golden Pond), regia di Mark Rydell


Reds, regia di Warren Beatty

Miglior regia

Warren Beatty – Reds


Hugh Hudson – Momenti di gloria (Chariots of Fire)


Steven Spielberg – I predatori dell’arca perduta (Raiders of the Lost Ark)


Mark Rydell – Sul lago dorato (On Golden Pond)


Louis Malle – Atlantic City, U.S.A. (Atlantic City)

Miglior attore protagonista

Henry Fonda – Sul lago dorato


Warren Beatty – Reds


Burt Lancaster – Atlantic City, U.S.A.


Paul Newman – Diritto di cronaca (Absence of Malice)


Dudley Moore – Arturo (Arthur)

Migliore attrice protagonista

Katharine Hepburn – Sul lago dorato


Meryl Streep – La donna del tenente francese (The French Lieutenant’s Woman)


Diane Keaton – Reds


Susan Sarandon – Atlantic City, U.S.A. 


Marsha Mason – Solo quando rido (Only When I Laugh)

Miglior attore non protagonista

John Gielgud – Arturo


James Coco – Solo quando rido


Ian Holm – Momenti di gloria


Jack Nicholson – Reds


Howard E. Rollins Jr. – Ragtime

Migliore attrice non protagonista

Maureen Stapleton – Reds


Elizabeth McGovern – Ragtime


Melinda Dillon – Diritto di cronaca


Joan Hackett – Solo quando rido


Jane Fonda – Sul lago dorato

Miglior sceneggiatura originale

Colin Welland – Momenti di gloria
Steve Gordon – Arturo
John Guare – Atlantic City, U.S.A.
Warren Beatty e Trevor Griffiths – Reds
Kurt Luedtke – Diritto di cronaca

Miglior sceneggiatura non originale

Ernest Thompson – Sul lago dorato
Harold Pinter – La donna del tenente francese
Dennis Potter – Spiccioli dal cielo (Pennies from Heaven)
Michael Weller – Ragtime
Jay Presson Allen e Sidney Lumet – Il principe della città (Prince of the City)

Miglior film straniero

Mephisto, regia di Istvan Szabo (Ungheria)
La barca è piena (Das boot ist voll), regia di Markus Imhoof (Svizzera)
L’uomo di ferro (Czlowiek z zelaza), regia di Andrzej Wajda (Polonia)
Il fiume di fango (Doro no kawa), regia di Kohei Oguri (Giappone)
Tre fratelli, regia di Francesco Rosi (Italia)

Miglior fotografia

Vittorio Storaro – Reds
Douglas Slocombe – I predatori dell’arca perduta
Alex Thomson – Excalibur
Billy Williams – Sul lago dorato
Miroslav Ondříček – Ragtime

Miglior montaggio

Michael Kahn – I predatori dell’arca perduta
Terry Rawlings – Momenti di gloria
John Bloom – La donna del tenente francese
Robert L. Wolfe – Sul lago dorato
Dede Allen e Craig McKay – Reds

Miglior scenografia

Norman Reynolds, Leslie Dilley e Michael Ford – I predatori dell’arca perduta
Richard Sylbert e Michael Seirton – Reds
John Graysmark, Patrizia Von Brandenstein, Anthony Reading, George de Titta Sr., George de Titta Jr. e Peter Howitt – Ragtime
Assheton Gorton e Ann Mollo – La donna del tenente francese
Tambi Larsen e Jim Berkey – I cancelli del cielo

Migliori costumi

Milena Canonero – Momenti di gloria
Tom Rand – La donna del tenente francese
Shirley Russell – Reds
Bob Mackie – Spiccioli dal cielo
Anna Hill Johnstone – Ragtime

Miglior trucco

Rick Baker – Un lupo mannaro americano a Londra
Stan Winston – Heartbeeps

Migliori effetti speciali

Richard Edlund, Kit West, Bruce Nicholson e Joe Johnston – I predatori dell’arca perduta
Dennis Muren, Phil Tippett, Ken Ralston e Brian Johnson – Il drago del lago di fuoco

Migliore colonna sonora

Vangelis – Momenti di gloria
Alex North – Il drago del lago di fuoco
Dave Grusin – Sul lago dorato
Randy Newman – Ragtime
John Williams – I predatori dell’arca perduta

Miglior canzone

Arthur’s Theme (Best That You Can Do), musica e testo di Burt Bacharach, Carole Bayer Sager, Christopher Cross e Peter Allen dal film Arturo
Endless Love, musica e testo di Lionel Richie dal film Amore senza fine (Endless Love)
The First Time It Happens, musica e testo di Joe Raposo dal film Giallo in casa Muppet (The Great Muppet Caper)
For Your Eyes Only, musica di Bill Conti, testo di Mick Leeson dal film Solo per i tuoi occhi (For Your Eyes Only)
One More Hour, musica e testo di Randy Newman dal film Ragtime

Miglior sonoro

Bill Varney, Steve Maslow, Gregg Landaker e Roy Charman – I predatori dell’arca perduta
Richard Portman e David Ronne – Sul lago dorato
John K. Wilkinson, Robert W. Glass Jr., Robert M. Thirlwell e Robin Gregory – Atmosfera Zero
Michael J. Kohut, Jay M. Harding, Richard Tyler e Al Overton – Spiccioli dal cielo
Dick Vorisek, Tom Fleischman e Simon Kaye – Reds

Miglior documentario

Genocide, regia di Arnold Schwartzman
El Salvador: Another Vietnam, regia di Glenn Silber e Teté Vasconcellos
Against Wind and Tide: A Cuban Odyssey, regia di John Brousek
Eight Minutes to Midnight: A Portrait of Dr. Helen Caldicott, regia di Mary Benjamin
Brooklyn Bridge, regia di Ken Burns

Miglior cortometraggio

Violet, regia di Shelley Levinson
Couples and Robbers, regia di Clare Peploe
First Winter, regia di Cynthia Scott

Miglior cortometraggio documentario

Close Harmony, regia di Nigel Noble
Urge to Build, regia di Roland Hallè
Americas in Transition, regia di Obie Benz
Journey for Survival, regia di Dick Young
See What I Say, regia di Freddie Stevens

Miglior cortometraggio d’animazione

Crac, regia di Frédéric Back
The Tender Tale of Cinderella Penguin, regia di Janet Pearlman
The Creation, regia di Will Vinton

Warren Beatty,Oscar per la miglior regia

Henry Fonda,Oscar come miglior attore protagonista

L’Oscar per Henry Fonda è ritirato da sua figlia Jane

Maureen Stapleton,Oscar come miglior attrice non protagonista

Itsvan Szabo e Klaus Maria Brandauer ritirano l’Oscar per Mephisto

Premio Special Achievement
Ben Burtt e Richard L. Anderson – I predatori dell’arca perduta (Raiders of the Lost Ark) – montaggio degli effetti sonori

Premio alla carriera


Barbara Stanwyck

Premio alla memoria Irving G. Thalberg

Danny Kaye

Premio alla memoria Irving G. Thalberg


Albert R. Broccoli

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: