Amore mio,spogliati che poi ti spiego

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-locandina-1

Il timido Alberto ha una bellissima fidanzata,Cristina,sulla quale però nutre qualche dubbio.
Giustificato.
La donna infatti ha una relazione con un impenitente playboy,Giuliano,che tra l’altro è il suo migliore amico.
Lungi dall’essere un amante traquillo e fidato,Giuliano ha una vita sentimentale molto movimentata.
Ha infatti altre due relazioni con le belle Benita e Helga,mantenendo in piedi un impossibile menage a quattro.
Dietro consiglio della sua segretaria Rossana,segretamente infatuata di lui,Alberto assume un investigatore privato
scoprendo così di essere fatto becco dal suo miglior amico.
Consigliato da Rossana,Alberto prepara una trappola per Giuliano,riuscendo a combinare un incontro tra tutte e tre le amanti e Giuliano;
tutti i nodi verranno al pettine e Alberto in un colpo solo si vendicherà della coppia di amanti e seminerà zizzania fra loro,
oltre che trovare un nuovo amore nella timida Rossana.

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-1

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-2

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-3
Dopo un passato di assistente regista e con alle spalle quattro documentari,Renzo Ragazzi si cimenta nella sua prima e unica
regia cinematografica,con risultati tutto sommati sufficienti,con la co direzione dello scrittore,regista e sceneggiatore Fabio Pittorru.
Amore mio spogliati che poi ti spiego è una delle tantissime commedie a sfondo sexy uscite sugli schermi a metà degli anni settanta,
garbata e con qualche sprazzo di umorismo.
Nonostante il titolo pesantemente allusivo,non siamo di fronte ad una delle tante versioni osè del florido filone erotico,bensi
ad una commedia in agro dolce,ben recitata e tenuta su con dignitoso mestiere da Ragazzi,che si era fatto le ossa in precedenza
con Margheriti,per esempio,facendogli da spalla in Il pianeta degli uomini spenti, con Jacques Deray in Sinfonia per un massacro e con Tessari
nel suo Il fornaretto di Venezia e da Fabio Pittorru,fecondo scrittore di soggetti come …A tutte le auto della polizia… Una ondata di piacere,
La dama rossa uccide sette volte ed altri,anche lui proveniente come regista da tre documentari a carattere di divulgazione scientifica.
Una commedia gustosa,quindi,non volgare,con un cast di comprimari di buon livello,fra cui spiccano Enzo Cerusico,il timido dottore fatto becco
dalla splendida fidanzata,interpretata dalla bellissima Silvia Dionisio,brava e in parte,da Nino Castelnuovo che è Giuliano,falso amico del dottore
e da una imbruttita per esigenze di copione Lia Tanzi.

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-4

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-5
Completano il cast Valeria Fabrizi e la sorella minore di Silvia,Sofia Dionisio,carina ma nulla più.
Un’ora e mezza che scivola via senza grossi sussulti ma piacevolmente,per un film in ultima analisi inoffensivo ma almeno non becero.
Passato raramente in tv,è oggi assolutamente introvabile in rete.

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-6

Amore mio spogliati che poi ti spiego…

Un film di Fabio Pittorru. Con Nino Castelnuovo, Enzo Cerusico, Silvia Dionisio, Lia Tanzi, Valeria Fabrizi, Umberto D’Orsi,
Gino Pagnani Commedia, durata 95 min. – Italia 1975.

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-banner-gallery

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-7

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-8

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-9

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-10

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-11

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-12

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-13

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-14

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-15

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-banner-protagonisti

Enzo Cerusico: Alberto Donati
Silvia Dionisio: Cristina
Nino Castelnuovo: Giuliano
Lia Tanzi: Rosanna
Valeria Fabrizi: Benita
Umberto D’Orsi: Il commissario
Gino Pagnani: Otello
Dante Cleri: Martuccio
Luca Sportelli: Carabiniere
Toni Ucci: Gerbino

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-banner-cast

Regia Fabio Pittorru, Renzo Ragazzi
Soggetto Fabio Pittorru
Sceneggiatura Fabio Pittorru
Casa di produzione Jarama Film
Fotografia Pier Luigi Santi
Montaggio Romeo Ciatti
Musiche Mario Pagano
Costumi Orietta Nasalli-Rocca

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-banner-recensioni

Opinioni tratte dal sito http://www.davinotti.com

Undying

Alberto (Enzo Cerusico) mette alle calcagna della fidanzata un investigatore privato, perché dubita fortemente della sua fedeltà. Come volevasi dimostrare la bella Cristina (Silvia Dionisio) se la spassa con il suo migliore amico, tale Giuliano (Nino Castelnuovo) che a sua volta se l’intende con altre due stangone. Con il supporto della segretaria Rossana (Lia Tanzi) Alberto medita vendetta. La storia è piuttosto scontata e si ricorda per essere un’insolita regia dell’esperto sceneggiatore di gialli e thriller Pittorru. Ottimo il comparto d’attori, con presenza di entrambe le sorelle Dionisio.
Homesick

Commedia erotica dalla trama elementare ma spiritosa, irrobustita da interpreti disinvolti come Cerusico, ingenuo ma risoluto, e l’amichevole Castelnuovo. Da parte sua il cast femminile, oltre a spogliarsi con una grazia e un’allegria purtroppo non più riscontrabile nel cinema di oggi, sa infondere personalità e vividezza ai suoi personaggi simpaticamente vogliosi di fidanzate irrequiete (Silvia Dionisio) e di segretarie in carriera (Tanzi, Sofia Dionisio).
Markus

Modesta pellicola vagamente sexy con un titolo piuttosto divertente e “prurignosamente” promettente, come spesso capitava negli anni Settanta. Per l’ennesima volta il bravo attore Nino Castelnuovo è mal gestito, ma forse anche lui, in fin dei conti, ha dato il meglio di sè a teatro e negli sceneggiati Rai. Il film si segnala più che altro per la presenza graditissima al pubblico maschile delle sorelline Dionisio.
Motorship

Commediola sexy non riuscitissima ma neanche da buttar via. La storia è una delle più semplici (uomo maturo geloso della fidanzata giovane la pedina tramite un investigatore) e anche prevedibili (ha ragione: lo fa becco col baldo giovine), ma c’è un bel clima, personaggi simpatici e battute sagaci che convergono in una sceneggiatura troppo all’acqua di rose. Ottimo il cast, a cominciare dal simpatico Enzo Cerusico passando per la bellissima (e qui simpatica anche) Silvia Dionisio, Lia Tanzi, Sofia Dionisio e Nino Castelnuovo.

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-foto-1

amore-mio-spogliati-che-poi-ti-spiego-locandina-2

Il poliziotto è marcio

il-poliziotto-e-marcio-locandina-1

Conclusa la trilogia del “milieu” nel 1973 con Il boss, che aveva preceduto La mala ordina e Milano calibro 9,
Fernando Di Leo gira nel 1974 Il poliziotto è marcio.
Anche questa volta lo stampo è nettamente più noir che poliziesco,con un titolo che anticipa un altro anti eroe,
il commissario Domenico Malacarne, il quale già nel cognome indica un personaggio agli antipodi del poliziotto senza macchia e
senza paura che generalmente era il protagonista della infinita serie dei poliziotteschi, genere cinematografico
di stampo tutto italiano nato all’ombra dei grandi polizieschi americani.
Malacarne è un corrotto, un poliziotto che intasca tangenti facendo finta di non vedere il traffico di caffè o di sigarette
che avviene praticamente sotto i suoi occhi.
Non accetta la droga, le armi, ma resta un personaggio negativo,diametralmente opposto alla figura nobile di suo padre, un maresciallo adamantino, onesto, vero contraltare alla morale abietta di suo figlio.

il-poliziotto-e-marcio-1

il-poliziotto-e-marcio-2
Di Leo rovescia in qualche modo lo stereotipo del poliziotto buono e bravo,spesso vittima del suo dovere o osteggiato dai superiori,colpito negli affetti dalla malavita. Malacarne non è un eroe. Anzi, è un esponente della legge che intasca pure 50 milioni all’anno per non fare il suo dovere.
Il poliziotto è marcio è un’opera ancora più cinica e nera di quelle che il regista pugliese ci ha abituato a vedere.
Certo non la sua opera migliore,ma un altro tassello in una cinematografia da primo della classe che include non solo la trilogia del milieu,ma opere di ottima fattura come I ragazzi del massacro,La seduzione,I padroni della città o Avere vent’anni.
Pellicola cinica e lucida,dicevo.
Un inizio teso,secco.
In un capannone alcune persone parlano di un traffico di sigarette di contrabbando;gli uomini di Pascal,boss dei traffici illeciti,irrompono e massacrano di botte i rivali,sparando alla fine nelle gambe dei malcapitati.
Entra in scena il commissario Malacarne che sventa una rapina,nella quale resta ucciso un orefice e che dopo un inseguimento mozzafiato riesce ad arrestare il bandito fuggiasco.

il-poliziotto-e-marcio-3
Sono passati poco più di 15 minuti,il film sembra lanciato verso un’escalation di violenza senza precedenti;in realtà Di leo da quel momento punta direttamente su Malacarne,mostrandolo alle prese con la sua equivoca doppia vita di poliziotto marcio.
In un sussulto di dignità,Malacarne rifiuta ancora una volta di chiudere gli occhi su un traffico di armi ed è l’inizio della sua fine;
il primo degli innocenti a pagare è l’anziano Serafino,testimone inconsapevole delle attività losche della banda,seguito poi
dall’integerrimo padre del commissario e infine dalla sventurata Sandra,la donna di Malacarne.
Domenico scatena una guerra senza quartiere contro la banda e giunge ad uccidere Pascal,il capo prima di cadere a sua volta
sotto i colpi dei superstiti,guidati dal suo ex amico e collega Pietro Garrito…
Finale drammatico,come del resto tutto il film,sceneggiato da Sergio Donati che in precedenza aveva lavorato a film del calibro di C’era una volta il West e Giù la testa.
Di Leo tratteggia un film tutto teso ad un nero assoluto;non ci sono personaggi positivi,fatta eccezione per il papà di Domenico e di Sandra,la sua donna, mentre i cattivi lo sono in modo assoluto.
Spietati,cinici e ovviamente assassini.
Uno alla volta i buoni periscono.

il-poliziotto-e-marcio-7

il-poliziotto-e-marcio-8
Moriranno anche i “cattivi”,in un olocausto finale dal quale però esce vittorioso un altro corrotto,che sarà evidentemente
un trait d’union con Malacarne.
Pietro Garritto,poliziotto colluso come Domenico con la malavita,sarà il vero vincitore,perchè si libererà da un pericoloso rivale e al tempo stesso potrà così continuare i suoi loschi traffici.
Prodotto di ottimo livello,come del resto la quasi totale produzione di Di Leo;che utilizza anche un cast di assoluto valore,fra i quali spiccano nomi come quello di Salvo Randone,che nobilita in modo impareggiabile una figura dolente e dignitosa come quella dell’onesto maresciallo alle soglie della pensione che adora e stima il proprio figlio, il quale in realtà è un’anima dannata.
Ancora,ottima la Boccardo,deliziosa e candida nella parte di Sandra,dell’appena sufficiente Luc Merenda,del solito Vittorio Caprioli,un’autentica sicurezza,di Raymond Pellegrin e di Richard Conte.

il-poliziotto-e-marcio-10
Le musiche sono di Luis Enriquez Bacalov che arrangerà molti lavori di Di Leo fino a Vacanze per un massacro.
Un film di sicuro effetto,godibile per tutta la sua durata,disponibile su You tube all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=3jgXhZWtnvY

il-poliziotto-e-marcio-11

Il poliziotto è marcio

Un film di Fernando Di Leo. Con Luc Merenda, Vittorio Caprioli, Richard Conte, Raymond Pellegrin, Delia Boccardo, Gianni Santuccio, Salvo Randone, Loris Bazzocchi, Rosario Borelli, Marisa Traversi, Salvatore Billa, Massimo Sarchielli, Elio Zamuto, Mario Garriba, Gino Milli, Monica Monet, Sergio Ammirata
Drammatico, durata 91 min. – Italia 1974

il-poliziotto-e-marcio-banner-gallery

il-poliziotto-e-marcio-4

il-poliziotto-e-marcio-5

il-poliziotto-e-marcio-6

il-poliziotto-e-marcio-9

il-poliziotto-e-marcio-12

il-poliziotto-e-marcio-13

il-poliziotto-e-marcio-14

il-poliziotto-e-marcio-15

il-poliziotto-e-marcio-16

il-poliziotto-e-marcio-17

il-poliziotto-e-marcio-18

il-poliziotto-e-marcio-19

il-poliziotto-e-marcio-20

il-poliziotto-e-marcio-banner-protagonisti

Luc Merenda: commissario Domenico Malacarne
Richard Conte: dott. Mazzarri
Delia Boccardo: gallerista Sandra
Raymond Pellegrin: Pascal
Gianni Santuccio: questore
Vittorio Caprioli: cav. Serafino Esposito
Salvo Randone: maresciallo Malacarne
Rosario Borelli: agente Pietro Garrito
Monica Monet: cronista Barbara
Elio Zamuto: Rio il Portoghese
Italo Milli: sgherro di Pascal
Sergio Ammirata: vice commissario Mario Corcetti
Loris Bazoki (Loris Bazzocchi): travestito Gianmaria
Marcello Di Falco: sgherro di Pascal
Luigi Antonio Guerra:
Marisa Traversi: contessa Nevio

il-poliziotto-e-marcio-banner-doppiatori

Sergio Graziani: commissario Domenico Malacarne
Pino Locchi: Pascal
Giorgio Piazza: Mazzanti
Arturo Dominici: maresciallo Malacarne
Vittoria Febbi: cronista Barbara
Luciano De Ambrosis: Garrito

il-poliziotto-e-marcio-banner-cast

Regia Fernando Di Leo
Soggetto Sergio Donati
Sceneggiatura Fernando Di Leo
Produttore Galliano Juso,
Ettore Rosboch
Casa di produzione Cinemaster,
Mount Street Films S.r.l. (Roma),
Mara Film (Parigi)
Distribuzione (Italia) Titanus
Fotografia Franco Villa
Montaggio Amedeo Giovini
Musiche Luis Enriquez Bacalov
Scenografia Francesco Cuppini
Costumi Giorgio Gamma
Trucco Antonio Mura

il-poliziotto-e-marcio-banner-citazioni

“Sissignore, sono corrotto! Sono un infame, un traditore! Ho 60 milioni da parte, un amante di lusso e quando alzo la voce tutti si schiaffano sull’attenti!”

“Quanti soprusi hai compiuto per un panettone a natale? Anche la tua è corruzione, ma da fessi!”.

“Uhè pirla… ma dove casso vai!”

“Io facevo i miei film,si facevano i poliziotteschi all’italiana e due tre grossi registi,non voglio fare i nomi,si facevano l’aureola con Sciascia.
Pero’,chi ha avuto i picciotti sotto casa,i film sequestrati e le querele dei ministri, sono stato io,non quelli che si facevano l’aureola con Sciascia.-genio al quale mi prostro.Quando io faccio il “Poliziotto è marcio”,non faccio “Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto”.
Che puo’ essere un film migliore del mio,non dico di no,ma li abbiamo a che fare con un nevrotico,chiaro?mentre nel mio film abbiamo a che fare con un poliziotto che si fotteva i soldi: ed è questo che è rivoluzionario,non quello” da un’intervista di Fernando Di Leo

il-poliziotto-e-marcio-banner-recensioni

L’opinione di Francesco dal sito http://www.mymovies.com

Film con un intreccio molto particolare e originale, fa immergere lo spettatore in una dimensione nichilista, violenta, cruda, anche se spezzata da episodi e personaggi comici-macchiettistici.
Molto forte il confronto tra padre (Randone) maresciallo dei carabinieri integro e sottomesso ai superiori, e figlio (Merenda) commissario corrotto e insofferente all’autorità. Grandissimo Vittorio Caprioli nel ruolo di Esposito.
Le interpretazioni e la regia sono ad alti livelli, ne risulta un film originale, ben costruito e dalla notevole forza espressiva. Purtroppo questo, come altri film noir e polizieschi (come poi western, ecc.) è stato ingiustamente sottovalutato dalla critica italiana,
spesso e volentieri piena di pregiudizi e omologata, pronta a svalutare le opere italiane, salvo poi inneggiare a registi come Quentin Tarantino, che da tali opere italiane trae ispirazione e modelli.

L’opinione di Gimon 82 dal sito http://www.filmtv.it

(…) Ma il marciume è ovunque e ci viene sbattuto in faccia,crudelmente e senza accenni retorici.La societa’ narrata dal Di Leo si nutre di romanzi noir,di cui l’autore del film era avido lettore.Letteratura anni 50 dell’autore William P McGivern di citta’
sporche e pruriginose di sangue e malavita.Di Leo accoglie scampoli di lettura compiaciuta,la forma a suo modo,nell'”artigianalita’” del suo cinema.Organizza cosi’ un film serrato,su sfondi sociali negativi.Critica apertamente l’organo di potere, facendolo ad alta voce,
portando con se ampie materie riflessive.Il “Poliziotto è marcio” si veste come anatema politico,travestito da noir e action movie.Di Leo offre una superba opera,nuda e dura,senza sconti,si basa su grandi prove attoriali.Luc Merenda come Malacarne jr è ottimo,fascinoso e ridondante
d’insensibile cinismo.Ma è Salvo Randone a fare la differenza,superlativo nel dar voce ad un maresciallo dei carabinieri,incorrotto e deluso da un figlio “malacarne”.Da menzionare l’ottimo spunto caratterista di Vittorio Caprioli nei panni d’un pittoresco emigrante napoletano.
E infine Milano,ancora una volta lei,la citta’ lombarda come teatro di malavita e sbirri sottobraccio.La meneghina citta’ è sporca e tetra come in un fumetto criminale,un ritratto “settantiano” visto innumerevoli volte,che a distanza di quarant’anni è immortale nelle pellicole “bis”,
dure,sporche e cattive ma irrimediabilmente dal fascino sinistro e marcio,molto marcio………

L’opinione del sito http://www.caniarrabbiati.it

(…) Un film crudo, fatto di personaggi spietati e squallidi stemperato a tratti dal personaggio del cavaliere Esposito interpretato dal sempre simpatico Vittorio Caprioli (il nazariota di Avere ventanni). Per il resto solo splendide facce noir con Luc Merenda nei panni del commissario, Gianni Santuccio nei panni del questore come in Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto, un superlativo Salvo Randone nel ruolo del padre del commissario e facce da delinquenti come quelle di Richard Conte e Raymond Pellegrin. Classica regia di alto livello di Fernando Di Leo che ci delizia in un paio di inseguimenti fra i migliori in assoluto del panorama poliziesco italiano.
Per il tema trattato il film ebbe molti problemi. Lo stesso regista ha dichiarato in un’intervista che i poliziotti strappavano i manifesti del suo film e di aver ricevuto anche una telefonata in cui lo invitavano a smettere di fare certi film. Probabilmente la sua odierna irreperibilità è dovuta allo stesso motivo.
Le musiche sono ancora di Luis Bacalov e primeggiano due brani, uno funkeggiante e l’altro per orchestra d’archi e sintetizzatore. Ma c’è anche una curiosità: viene qui usato il brano There will be time scritto per gli Osanna per l album di Milano Calibro 9 che non fu incluso nel precedente.
Comparsata abituale di Fernando Di Leo qui come cassiere in un bar.

il-poliziotto-e-marcio-21

il-poliziotto-e-marcio-locandina-2

il-poliziotto-e-marcio-locandina-3

2016-09-25_201641

Cinema:pensieri,parole e parolacce-Parte 26

2016-09-12_171213

Irriverenti,tenere,profonde e argute;sono così le citazioni scelte con perizia e pazienza da shewolf per la rubrica di maggior successo di Filmscoop,Cinema:pensieri,parole e parolacce,giunta alla ventiseiesima puntata.Film noti,meno noti,sconosciuti:uniti però da un sottile filo,quello della battuta,più o meno fulminante,dal dialogo profondo o insostenibilmente leggero.Ma tutte da leggere e da gustare.Per questa puntata vi segnalo la splendida citazione tratta da 11 settembre di Martinelli che recita:”L’incomprensione del presente nasce fatalmente dall’ignoranza del passato.”

1-trainspotting-foto

Scegliete la vita. Scegliete un lavoro. Scegliete una carriera. Scegliete una famiglia. Scegliete un cazzo di televisore gigante.
Scegliete lavatrici, automobili, lettori cd e apriscatole elettriche. Scegliete il fai-da-te e di chiedervi chi cazzo siete una domenica mattina.
Scegliete di sedervi su un divano a spappolarvi il cervello e a distruggervi lo spirito davanti a un telequiz.
E alla fine scegliete di marcire, di tirare le cuoia in un ospizio schifoso, appena un motivo di imbarazzo per gli stronzetti viziati ed egoisti che avete figliato per rimpiazzarvi.
Scegliete il futuro. Scegliete la vita.

Dal film Trainspotting di Danny Boyle (1996)

2-come-le-foglie-al-vento-foto

Un brindisi alla bellezza… e alla verità che, invece, è tutt’altro che bella.

Dal film Come le foglie al vento di Douglas Sirk (1956)

3-questa-ragazza-e-di-tutti-foto

L’uomo prende a bere, il bere porta a bere, il bere prende l’uomo.

Dal film Questa ragazza è di tutti di Sidney Pollack (1966)

4-assassinio-sulleiger-foto

– Prof. Hemlock ci tengo a dirle che il suo corso mi è piaciuto tanto… però ho un problema: se non mantengo la media dei voti perdo la borsa di studio.
Io voglio prendere un bel voto a tutti i costi… insomma sono disposta a fare qualsiasi cosa, tutto quanto se necessario… .
– Questa è una proposta molto invitante. Lei ha da fare stasera?
– No!
– Bene. Allora vada a casa, apra i libri e si consumi il culo a studiare. Questo è il metodo migliore per mantenere alta la media.
Ah senta, non lo consumi tutto!

Dal film Assassinio sull’Eiger di Clint Eastwood (1975)

5-la-notte-foto

È davvero incredibile come non si ha più voglia di fingere, a un certo momento.

Dal film La notte di Michelangelo Antonioni (1960)

6-donne-vinsegno-come-si-seduce-un-uomo-foto

– Bob, non vorrai rinunciare a un buon articolo per la verità?
– Non mi devi insegnare nulla in fatto di etica!

Dal film Donne, v’insegno come si seduce un uomo di Richard Quine (1964)

7-traffic-foto

Perché gli uragani hanno nomi femminili? Perché quando arrivano sono bagnati e scatenati,
e quando se ne vanno si prendono la casa e la macchina.

Dal film Traffic di Steven Soderbergh (2000)

8-autostop-rosso-sangue-foto

Stiamo facendo un bel casino: uomini da una parte, donne dall’altra…
una società di omosessuali!

Dal film Autostop rosso sangue di Pasquale Festa Campanile (1977)

9-la-svergognata-foto

– Hai lavorato recentemente?
– No. Ma ho avuto un sacco di offerte. Vorrei tanto fare un buon film.
Non quelle porcherie che mi propongono.

Dal film La svergognata di Giuliano Biagetti (1974)

11-la-coda-dello-scorpione-foto

– Secondo me si tratta di un pazzo, di un maniaco sessuale.
– Un maniaco che uccide solo le donne Kurt Banner e si frega un milione di dollari?!
– Anche i maniaci sessuali devono pagare il conto dal sarto… 

Dal film La coda dello scorpione di Sergio Martino (1971)

12-milano-odia-la-polizia-non-puo-sparare-foto

Se il colpo mi va bene giuro che ti riempio di… be’, non posso dire d’amore,
ma ti riempio d’uccello per tutta la vita!

Dal film Milano odia: la polizia non può sparare di Umberto Lenzi (1974)

2016-09-16_045242

 

Scusa cara, mi dai qualche secondo di concentrazione onde avere un’eccellente erezione?

Dal film Viaggi di nozze di Carlo Verdone (1995)

14-roba-da-ricchi-foto

– Attento, amore, mi fai male con la gamba.
– Non è la gamba!

Dal film Roba da ricchi di Sergio Corbucci (1987)

15-straziami-ma-di-baci-saziami-foto

Bella testa. Li porta sempre così o è venuto in motocicletta?

Dal film Straziami, ma di baci saziami di Dino Risi (1968)

16-pane-amore-e-fantasia-foto

– Che te magni?
– Pane.
– E che ci metti dentro?
– Fantasia, marescia’.

Dal film Pane, amore e fantasia di Luigi Comencini (1953)

17-topaz-foto

Andrè, rispettare certi principi è una cosa, ma l’uomo non si taglia la gola per dei principi.

Dal film Topaz di Alfred Hitchcock (1969)

18-11-settembre-1683-foto

L’incomprensione del presente nasce fatalmente dall’ignoranza del passato. (Marc Bloch)

Dal film 11 settembre 1683 di Renzo Martinelli (2012)

19-alba-tragica-foto

Se potessi dimenticarti lo farei subito, te lo garantisco. Un buon ricordo… bei ricordi…
Sono forse il tipo da poter vivere soltanto di ricordi?

Dal film Alba tragica di Marcel Carné (1939)

1

Se fossi morta e sepolta e mi giungesse la tua voce, pur nel freddo dell’avello il mio cuor sussulterebbe.

Dal film Vacanze romane di William Wyler (1953)

20-il-gobbo-di-notre-dame-foto

Più di una volta io, guardando da quassù,
ho visto amanti passeggiar illuminati da una luce che il Paradiso fa brillar;
ma quella luce so che io non la vedrò, ne sentirò il calore mai
su questa orrenda faccia mia la luce mai potrà brillar.
Ma all’improvviso un angelo è venuto a me, m’ha dato un bacio ed è fuggita via;
e ora m’illudo che lei pensi un poco a me
e questa fredda torre mia da quel momento sembra sia illuminata di magia.

Dal film Il gobbo di Notre Dame di Gary Trousdale e Kirk Wise (1996)

2016-09-12_155739

1-trainspotting-locandina

2-come-le-foglie-al-vento-locandina

3-questa-ragazza-e-di-tutti-locandina

4-assassinio-sulleiger-locandina

5-la-notte-locandina

6-donne-vinsegno-come-si-seduce-un-uomo-locandina

7-traffic-locandina

8-autostop-rosso-sangue-locandina

9-la-svergognata-locandina

10-la-coda-dello-scorpione-locandina

12-milano-odia-la-polizia-non-puo-sparare-locandina

13-viaggi-di-nozze-locandina

14-roba-da-ricchi-locandina

15-straziami-ma-di-baci-saziami-locandina

16-pane-amore-e-fantasia-locandina

17-topaz-locandina

18-11-settembre-1683-locandina

19-alba-tragica-locandina

2

20-il-gobbo-di-notre-dame-locandina

I link di Filmscoop,rarità cinematografiche complete su You Tube-Seconda parte

2016-09-14_170025

Alcuni lettori mi hanno segnalato,via mail,la difficoltà di leggere gli aggiornamenti sulla rubrica I link di Filmscoop (https://filmscoop.org/2016/01/02/i-link-di-filmscoop-rarita-cinematografiche-complete-su-you-tube/Per ovviare a questo problema,dovuto al continuo aggiornamento e quindi alla ormai chilometrica lunghezza della rubrica,da oggi ci sarà un seguito agli aggiornamenti su questa nuova rubrica.Ovviamente la prima parte resterà visibile all’indirizzo segnalato.Vi ricordo che You tube ormai taglia sistematicamente molti canali,con la perdita irreparabile di molte rarità.Per cui il consiglio è sempre lo stesso,scaricateli sul Pc nel rispetto delle leggi vigenti  perchè potrebbe passare molto tempo prima di rivedere online alcuni film.Seguite i consigli riportati nella prima parte della rubrica per il download!

1ff1c367-14d2-4306-8ba6-becf75a7473b

29 Settembre 2016

2016-09-29_080855

Le ore dell’amore di Luciano Salce,1963.Versione mediocre da tv https://www.youtube.com/watch?v=PiJfrsMu7QA&spfreload=1
I mostri di Dino Risi,1963.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=BBwh5gp1Kn4
Se permettete parliamo di donne di Ettore Scola,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=DYIBLGbdakk
Due mafiosi nel Far West di Giorgio Simonelli,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=tdDsPoVrx1I
Per un pugno di dollari di Sergio Leone,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=Mu_d0AutMvo
I complessi di Dino Risi,1965.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=6ZuEdXdEagk
Per qualche dollaro in più di Sergio Leone,1965.Splendida versione restaurata https://www.youtube.com/watch?v=eWzp06wXw6g
Un angelo per Satana di Camillo Mastrocinque,1966.Ottima versione con audio italiano e russo https://www.youtube.com/watch?v=rUshCPK7jhw
Il buono, il brutto, il cattivo di Sergio Leone,1966.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=Ml43BDcRfYw
Omicidio per appuntamento di Mino Guerrini,1967.Audio inglese buona versione https://www.youtube.com/watch?v=PIMOC9UbTtk
Da uomo a uomo di Giulio Petroni,1967.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=EGPd_z2QCEo
Il suo nome gridava vendetta di Mario caiano,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=YDsB7WLQZLE
Il grande silenzio di Sergio Corbucci,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=-Kj91ilaKGE
La morte bussa due volte di Sergio Garrone,1969.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=3JQ__B8p5YQ
Cose di Cosa Nostra di Steno,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=0TWypau-0oM
Detenuto in attesa di giudizio di Nanni Loy,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=lUA7kAKnPo0
Bello onesto emigrato Australia sposerebbe compaesana illibata di Luigi Zampa,1971.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=0oBT6EwCBx0
Le mille e una notte… e un’altra ancora! di Enrico Bomba,1972.Versione mediocre da tv https://www.youtube.com/watch?v=-Xaxa4d-35w
Anche gli angeli mangiano fagioli di Tonino Valerii (Sergio Leone non accr.),1973.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Uc-URTiZvS0
Basta con la guerra… facciamo l’amore di Andrea Bianchi,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=YTaolDK2cSI
I sette del gruppo selvaggio di Gianni Crea,1975.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=q_NzLSnvZXs
Simone e Matteo: Un gioco da ragazzi di G.Carnimeo,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=4crjCvjHNT8
Due cuori, una cappella di Maurizio Lucidi,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Hi8QeP_VPu0
Un genio, due compari, un pollo di Damiano Damiani (Sergio Leone non accr.),1975 .Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=4xOI23EEdS0
Il giocattolo di Giuliano Montaldo,1979.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=f8Hif5fxvTU
Un sacco bello di Carlo Verdone,1980.Pessima versione https://www.youtube.com/watch?v=-2UivqPNHQA
Bianco rosso e Verdone di Carlo Verdone,1981.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=62BFvkWygqw
Una vacanza del cactus di Mariano Laurenti,1981.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=aSjvKCwplNw
Pierino la peste alla riscossa di Umberto Lenzi,1982.Versione sufficiente da tv https://www.youtube.com/watch?v=evEu82hZnSQ
Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio di Sergio Martino,1983.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=FlKHxTRuGPI
C’era una volta in America di Sergio Leone,1984.Versione integrale,splendida https://www.youtube.com/watch?v=EOP1uHcxHyE
Troppo forte di Carlo Verdone, 1986.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=Tmedv16huRg

28 Settembre 2016

Delitto d’autore di Anthony Green,1974.Introvabile,versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=xqEB01mfKeE
Nelle pieghe della carne di Sergio Bergonzelli,1970.Introvabile,buona versione https://www.youtube.com/watch?v=ZSwC1lbjAK0
Autostop rosso sangue di Pasquale Festa Campanile,1977.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=-319h3fUL0s
Povero cristo di Pier Carpi,1975.Introvabile versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=ynC403fB7_Q
Mondo candido di Franco Prosperi, Gualtiero Jacopetti,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=xzono1eyrs8
Identikit di Giuseppe Patroni Griffi,1974.rarissimo ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=dqfLkcyD_6M
Le foto proibite di una signora perbene di Luciano Ercoli,1970.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=We30QABlRCo
Assassinio al cimitero Etrusco di Sergio Martino,1982.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=R5gcRUPg8vs
Ondata di piacere di Ruggero Deodato,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=-oIgh6mxS9k
Liberi armati pericolosi di Romolo Guerrieri,1976.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=vwuxGnX8m74
Ancora una volta a Venezia di Claudio Giorgi,1976.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=jRv7mlvOrt8
La legge dei Gangsters di Siro Marcellini,1969.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=bMS-d8Mu-eQ
L’unica legge in cui credo di Claudio Giorgi,1976.Introvabile,versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=Ye4x7mdEsi0
Mark il poliziotto di Stelvio Massi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=ExGDaA4xSOA
Mark il poliziotto spara per primo di Stelvio Massi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=KRY8CLSxuyU
Mark colpisce ancora 1976 di Stelvio Massi,1976.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=mWwhJ6rqEh0
La preda di Domenico Paolella,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Nj0N4-r8hqs
La peccatrice di Pier Ludovico Pavoni,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=bFemxH8evuc
Il mostro è in tavola… barone Frankenstein di Paul Morrissey e Andy Warhol,1973.Rarissimo buona versione https://www.youtube.com/watch?v=wKU0kEZlL24
La città gioca d’azzardo di Sergio Martino,1975.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=AwqcO8r2ikw
La casa del peccato mortale di Pete Walker,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=5t8vyevBXM0
Gli ordini sono ordini di Franco Giraldi,1972.Molto raro buona versione https://www.youtube.com/watch?v=pRdaPaOaTBM
La morte negli occhi del gatto di Antonio Margheriti,1973.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=gcJ6F8mb9PY
Troppo rischio per un uomo solo di Luciano Ercoli,1973.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=x8Xxf_JRrN8

27 Settembre 2016

2016-09-27_201722

Danza macabra di Sergio Corbucci e Antonio Margheriti,1962.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=XUSZeQpdwME
Spara forte, più forte… non capisco di Eduardo De Filippo,1966.Introvabile ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=4s2AvEUJaik
I due sanculotti di Giorgio Simonelli,1966.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=oWeE0287aPc
Amore mio aiutami di Alberto Sordi,1969.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=Ui6iGyRhZ5c
Senza sapere niente di lei di Luigi Comencini,1969.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=g1ZiugfE3BI
La donna invisibile di paolo Spinola,1969.Buona versione tv https://www.youtube.com/watch?v=FnZDPTS289A
Cuori solitari di Franco Giraldi,1970.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=Bdhycl5-KL0
La tarantola dal ventre nero di Paolo Cavara,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=hf9_iGiAZSc
Nella stretta morsa del ragno di Antonio Margheriti,1971.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=kE-W7MkrzFQ
La controfigura di Romolo Guerrieri,1971.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=KZ4weAx3_1s
Una farfalla con le ali insanguinate di Duccio Tessari,1971.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=W2ADH8AjzBY
Rivelazioni di un maniaco sessuale al capo della squadra mobile di roberto Bianchi Montero,1972.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=FsQ5a5MVXRM
Il mio corpo con rabbia di Roberto Natale,1972.Rarissimo versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=u1OUNJHGEMg
La gatta in calore di Nello Rossati,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=E0b3zJfK8nw
Mia moglie, un corpo per l’amore di Mario Imperoli,1973.rarissimo.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=1MaMMyD91mE
Tecnica di un amore di Brunello Rondi,1973.rarità assoluta,versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=Nl5kExfdIPw
La polizia incrimina,la legge assolve di Enzo castellari,1973.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=0n6zbT8EWzk
Giorni d’amore sul filo di una lama di Giuseppe Pellegrini.Rarissimo,versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=Pc9G9ZotYuE
Le vergini cavalcano la morte di Jorge Grau,1973.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=9ZR2-W11Qn4
Labbra di lurido blu di Giulio Petroni,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=GInqxa86n88
Per le antiche scale di Mauro Bolognini,1975.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=UbnB7cp_AvQ
Il giustiziere sfida la città di Umberto Lenzi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=085Ntvs2e00
Nel silenzio della notte di Mario Caiano,1979.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=yFH0IF1GoGg
La bravata di Roberto Bianchi Montero,1977.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=hs15W2L5zHM
Sette uomini d’oro nello spazio di Alfonso Brescia,1979.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=IFqeZl1uMqY
Agenzia Riccardo Finzi… praticamente detective di Bruno Corbucci,1979.Versione buona da tv https://www.youtube.com/watch?v=Y3OkrTCNock
Tranquille donne di campagna di Claudio De Molinis,1980.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=zIKNfk144gM

26 Settembre 2016

2bc2946f49b8f37a9403c8799a21cceb0d1b2bca2ddc6e7f3344d981afd3725482fd8f48

Le ore dell’amore di Luciano Salce,1963.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=_nm-AdOE9TE
Il tigre di Dino Risi,1967.Ottima versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=zL55xNA6kMU
Tipi da spiaggia di Mario Mattioli,1960.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=eEO_OTsBUH8
Le piacevoli notti di Armando Crispin,1966.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=VO7Ov3CbX6w
I bastardi di Duccio Tessari,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=zhZQUVs1boQ
La voglia matta di Luciano Salce,1962.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=VPhz3tIYI2E
Le voci bianche di Pasquale Festa Campanile, Massimo Franciosa,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=L86OAi75HBc
Psycosissimo di Steno,1962.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=svNFiQpq8GU
Canzoni in… bikini di Giuseppe Vari,1963.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=mUEwe8GiMKk
Queste pazze pazze donne di Marino Girolami,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=z4krqie_b00
Slalom di Luciano Salce,1965.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=pajL9CSNdgs
Lo scatenato di Franco Indovina,1967.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=SLIDDSyHTcM
I piaceri dello scapolo di Giulio Petroni,1960.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=BijU4sIv9TI
L’attico di Gianni Puccini,1963.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=WBZowYvGU_8
L’amore difficile di Alberto Bonucci, Luciano Lucignani, Sergio Sollima,1962.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=C0SIpQOEKD8
Amore in 4 dimensioni di Mino Guerrini, Massimo Mida, Gianni Puccini 1964.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=gmqKh8OxmJM
Tre notti d’amore di Castellani e Comencini,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=YFc8VqKUKeQ
I don Giovanni della Costa Azzurra di Vittorio Sala,1962.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=XHf3ZlRvGA4
La pupa di Giuseppe Orlandini,1963.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=7Uu1OEYYA1s
Siamo tutti pomicioni di Marino Girolami,1963.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=eXp__WJzULo

25 Settembre 2016

2016-09-25_113540

Boccaccio di Bruno Corbucci,1972.Versione sufficiente,rarità assoluta https://www.youtube.com/watch?v=O7sr3XZ139o

Decameron proibitissimo (Boccaccio mio statte zitto) di Marino Girolami,1972.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=ZKTBepoDjbo
Gli altri racconti di Canterbury di Mino Guerrini,1972.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=JTI6l3apduY
Metti lo diavolo tuo ne lo mio inferno di Bitto Albertini,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=ZKTBepoDjbo
Racconti proibiti…di niente vestiti di Brunello Rondi,1972.Introvabile https://www.youtube.com/watch?v=QqzgyNo7Vwc
Le mille e una notte e un’Altra ancora di Enrico Bomba,1972.Introvabile.versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=-Xaxa4d-35w
Il tuo piacere è il mio di Claudio Racca,1972.Introvabile,versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=Ap6-h_OUaYc
Come fu che Masuccio Salernitano, fuggendo con le brache in mano, riuscì a conservarlo sano di Silvio Amadio,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=RbqMdFwDgcA
Decamerone N. 2 – Le Altre Novelle Di Boccaccio di Mino Guerrini 1972.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=IHPIjZyn1Ko
Decameron 3,L’ultimo Decameron – Le più belle donne del Boccaccio di Italo Alfaro,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=eru7ACB5c5A
Decameron N°4 – Le belle novelle del Boccaccio di Paolo Bianchini,1972.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=nV9DmOjFXXs
I racconti di Viterbury di Mario Caiano,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=kj2_YpwA-8c
La Calandria di Pasquale Festa Campanile,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=09x4SSbBDe0
Sollazzevoli storie di mogli gaudenti e mariti penitenti di Joe D’Amato,1972.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=xpLHfLWeDCE
Quando le donne si chiamavano madonne di Aldo Grimaldi,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=5zriT5zDT-k
I giochi proibiti dell’Aretino Pietro di Pietro Regnoli,1972.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=a8ymuoMW2sI
E si salvò solo l’Aretino Pietro con una mano avanti e l’altra dietro di Silvio Amadio,1972.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=D94Iok-agag
Le notti peccaminose di Pietro l’Aretino di Manlio Scarpelli,1972.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=F9f8toaW814
L’ Aretino nei suoi ragionamenti sulle cortigiane, le maritate e… i cornuti contenti di Enrico Bomba,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=T4DI1ZQOnWo
Canterbury N.2 – Le altre storie del “300 di Aristide Massaccesi,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=NVSjHx0KJug
La bella Antonia, prima monica e poi dimonia di Mariano Laurenti,1972.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=DeomjDxfW7Q
Confessioni segrete d’un convento di clausura di Paolo Solvay,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=N25Od_7rg20
Beffe,licenzie et amori nel Decamerone segreto di Giuseppe Vari,1973.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=KPnEzUu3Vk0
Fratello Homo Sorella Bona di Mario Sequi,1972.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=LPz3DbGzDaw
Decameroticus di Giuliano Biagetti,1972.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=Saizp1IZ47g
Quando i califfi avevano le corna di Amasi Damiani,1973.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=2u325wGjOZ0
Fra’ Tazio da Velletri di Romano Gastaldi,1973.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=ALZ2OcVAD6o
Elena si ma di troia di Alfonso Brescia,1973.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=dG_CPqU-zqM
Primo tango a Roma di Lorenzo Gicca Palli,1973.Introvabile,versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=dLmb4lcDIJ8

24 Settembre 2016

L’assassino colpisce all’alba di Marc Simenon,1970.Introvabile,ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=0EUjfe86l_0
Amore mio non farmi male di Vittorio Sindoni,1974.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=RhW0peGEkdo
Morte sul Tamigi di Harald Philipp,1971.Rarissimo,ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=yMuukIrpl60
La morte dietro il cancello di Roy Ward Baker.Introvabile,ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=MqYJYamqlAA
Frustrazione di Robert Fuest,1972,Introvabile,ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=bn61ralKY8o
Ostia di Sergio Citti,1970.Rarissimo ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=xV9HRBvo6_A
Puro siccome un angelo papà mi fece monaco…di Monza di Giovanni Grimaldi,1969.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=W6NQ5w4kXUk
L’inquilina del piano di sopra di Ferdinando Baldi,1977.Rarissimo,buona versione https://www.youtube.com/watch?v=2O4bXq9ODTk
Colpo grosso alla napoletana di Ken Annakin,1968.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=wkybg_kUkZY
La lunga notte di Veronique di Gianni Vernuccio,1966.Introvabile,versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=7CtG3Yr5xLU
Brogliaccio d’amore di Decio Silla,1976.Rarissimo buona versione https://www.youtube.com/watch?v=NV_gdcw3lRw
Dimenticare Venezia di Franco Brusati,1979.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=qT_stKElXZo
Lo chiameremo Andrea di Vittorio De Sica,1972.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=8Oe10YtLN-E
La pupa del gangster di Giorgio Capitani,1974.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=dePCO-RpDgY

23 Settembre 2016

2016-09-23_081252

Chimera di E.M.Fizzarotti,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=YwwrZ_IiRbI
Pensiero d’amore di Mario Amendola,1969.Rarissimo versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=UXBHfdN_hA0
Il giovane normale di Dino Risi,1969.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Xjp9jQ2LXZ0
Nell’anno del signore di Luigi Magni,1969.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=G5Yr20A5z_Q
W le donne di Alberto Grimaldi,1970.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=THRfjvkeC8g
Il debito coniugale di Franco Prosperi,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=FlMTaI2JwOA
Mazzabubù… quante corna stanno quaggiù? di Mariano laurenti,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=P9HGeD8QmpI
Quel gran pezzo della Ubalda tutta nuda e tutta calda di Mariano laurenti,1971.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=nKz-hnPIGkM
Furto di sera bel colpo si spera di Mariano Laurenti,1973.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=0ZpuiGCT1yc
Giovannona Coscialunga disonorata con onore di Sergio Martino,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=l8boBcsqvkg
La via dei babbuini di Luigi Magni,1974.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=hB103eeQTro
La sbandata di Salvatore Samperi,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=su5c5-gjraI
Nerone di Castellacci e Pingitore,1977.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=B7dKCDYIaao
L’inquilina del piano di sopra Francesco Baldi,1977.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=y_CLlk65PXk
Scherzi da prete di Castellacci e Pingitore,1978.Versione discreta da tv https://www.youtube.com/watch?v=NkigyYvyfsE
Tutti a squola di Pier Francesco Pingitore,1979.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=nhNYBPKwQHU
L’imbranato di Pier Francesco Pingitore,1979.Versione discreta https://www.youtube.com/watch?v=3riunO7wxzo
Arrivano i bersaglieri di Luigi Magni,1980.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=XMuE5vK_vbg
Il casinista di Pier Francesco Pingitore,1980.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=Wm-DJINfEXY
Ciao marziano di Pier Francesco Pingitore,1980.Mediocre versione tv https://www.youtube.com/watch?v=1ODkzhRceC0
Zucchero miele e peperoncino di Sergio Martino,1980.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=ZFq6mpSh0xE
Il ficcanaso di Bruno Corbucci,1981.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=ax1scluWLwQ
Ricchi, ricchissimi… praticamente in mutande di Sergio Martino,1982.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=rOLsEgIDEXE
Attenti a quei P2 di Pier Francesco Pingitore,1982.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=tNlvEp_whoo
Due strani papà di Mariano Laurenti,1983.Versione discreta https://www.youtube.com/watch?v=3m-Y6ZMHj2c
Il tifoso, l’arbitro e il calciatore di Pier Francesco Pingitore,1983.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=FvYusurWUCo
Ladri si diventa di Fabio Luigi Lionello,1993.Tv movie,versione medicore https://www.youtube.com/watch?v=kFbABtlrK8Q

22 Settembre 2016

2016-09-22_163433

L’oro del mondo di Alberto Grimaldi,1968.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=U2MzD9AA9OU
Donne… botte e bersaglieri di Ruggero Deodato,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=1_Umxtc87W4
La signora è stata violentata di Vittorio Sindoni,1973.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=lebmKzX5gDg
Causa di divorzio di Marcello Fondato,1972.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=n8-s0cH1Rr8
Tutto suo padre di Maurizio Lucidi,1976.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=Fvea9J_VXZc
Stato interessante di Sergio Nasca,1977.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=jNbZKOFxyb8
Remo e Romolo storia di 2 figli di una lupa di Castellacci e Pingitore,1976.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=h2HwGGZ5z68
Pane burro e marmellata di Giorgio Capitani,1976.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=i1G_oKLvTPQ
Sing Sing di Sergio Corbucci,1983.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=PIkCJmP3zUE
Il ladrone di Pasquale Festa Campanile,1980.Versione completa extended play,sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=V4Hv6w_Q8MU
Il conte Tacchia di Sergio Corbucci,1982.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=E45LGOPAqa0
Grand Hotel Excelsior di Castellano e Pipolo,1982.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=6zUAnEU-CT0
Sotto.. sotto.. strapazzato da anomala passione di Lina Wertmuller,1984.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=SRLDetuUH-Y
Il paramedico di Sergio Nasca,1982.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=YW2DtqEQ0bo
Un amore in prima classe di Salvatore Samperi,1980.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=lN6fhdVUD_s
Quando la coppia scoppia di Steno,1981.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=28tmVZkCimg
I due carabinieri di Carlo Verdone,1984.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=55gzvZnj5OU
I Picari di Mario Monicelli,1987.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=m0zejTl_AqY
Melodrammore di Maurizio Costanzo,1978.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=k8WtR8czDH4
Io non vedo,tu non parli,lui non sente di Mario Camerini,1971.Versione mediocre da tv https://www.youtube.com/watch?v=B8pmbh6AFm4
Mi faccia causa di Steno,1984.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=jcBHfvRL-ps
Io tigro,tu tigri egli tigra di Giorgio Capitani,1978.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=S62nW7HUToA
Spogliamoci cosi senza pudor di Sergio Martino,1977.ottima versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=6mtpk9UXC1I
Piedipiatti di Carlo Vanzina,1991.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=SGodCakgFZw
Caino e Caino di Alessandro Benvenuti,1993.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=XDvFXtpLhMQ
Tutti possono arricchire,tranne i poveri di M.Severino,1976.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=pjBrZFHAx24
Febbre da cavallo 2 – La mandrakata di Carlo Vanzina,2002.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=39Gsl59Ea5Y
Bastardi di Federico Del Zoppo, Andres Alce Meldonado,2008.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=8QuCVClhcSM

Streaming

Il Prode Anselmo E Il Suo Scudiero di Bruno Corbucci,1973.Ottima versione https://openload.co/f/eeZp__-sCaA/Il.Prode.Anselmo.E.Il.Suo.Scudiero.1972.iTALiAN.AC.mp4
Il marito in collegio di Maurizio Lucidi,1977.Buona versione da tv https://openload.co/f/-4VinszCs14/Il.Marito.in.Collegio.E.Montesano.S.Dionisio.ITA.Sat.Rip.mp4
Il tenente dei carabinieri di Maurizio Ponzo,1986.Ottima versione https://openload.co/f/1qL42X8ilSo/Enrico-Montesano-Nino-Manfredi–Il-tenente-dei-carabinieri.mp4
Culo e camicia di Pasquale Festa Campanile,1981.Ottima versione https://openload.co/f/M3LK1NjnHyU/Culo.E.Camicia.mp4

21 Settembre 2016

2016-09-21_052410

Totò, Peppino e le fanatiche di Mario Mattoli,1958.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=eK4lzpBr9x8
Tipi da spiaggia di Mario Mattoli,1959.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=oYl8WFlBkuY
Arriva Dorellik di Steno,1967.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=7-TRjJw623U
Pane e cioccolata di Franco Brusati,1973.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=2D0atVdCBKo
Una sera c’incontrammo di Piero Schivazappa,1975.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=0OZpI_hWOp0
Dimmi che fai tutto per me di Pasquale Festa Campanile,1976.Buona versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=ZO7AskuWBN0
L’Agnese va a morire di Giuliano Montaldo,1976.Buona versione da streaming https://openload.co/f/ORLRYPyo8Kw/L.Agnese.Va.A.Morire.1976.ITA.M_L.mp4
Basta che non si sappia in giro di Luigi Comencini,Nanni Loy e Luigi Magni,1976.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=JGU0vMaX8aY
La presidentessa di Luciano Salce,1977.Buona versione da streaming http://vidto.me/xpdaghnjxsa6.html
Cara sposa di Pasquale Festa Campanile,1976.Buona versione da streaming http://www.5nowvideo.com/video/6f695d82fdd4c
Spogliamoci cosi senza pudor di Sergio Martino,1977.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=eDKNNUythOg
Come perdere una moglie e trovare un’amante di Pasquale Festa Campanile,1978.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=6qDrqz83fcI
Amori miei di Steno,1978.Buona versione tv streaming http://www.rai.it/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-a66f40ec-c0d3-44b5-99e2-164bf9c608f9.html (leggere tutorial)
Sesso e volentieri di Dino Risi,1982.Versione sufficiente da tv https://www.youtube.com/watch?v=2gKgckLOzjM
A tu per tu di Sergio Corbucci,1984.Versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=YPtkdQJ8xdc
Vediamoci chiaro di Luciano Salce,1984.Buona versione da streaming https://openload.co/f/tHgPWNb7ZdQ/Vediamoci.Chiaro.1984.iTALiAN.AC3.DVDRip.XviD.mp4

19 Settembre 2016

2016-09-19_051811

La smania addosso di Marcello Andrei,1962.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Fg6qlgKVQRg
Le monachine di Luciano Salce, 1963.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=Jnk0o-S1jYE
Cadavere per signora di Mario Mattoli,1964.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=IvbeNHy1hS4
Extraconiugale di M.Franciosa,M.Guerrini,G.Montaldo,1964.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=P8tI08ngm70
Sedotta e abbandonata di Pietro Germi,1964.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=92iioIpNTw4
Made in Italy di Nanni Loy,1965.Discreta versione da Tv https://www.youtube.com/watch?v=-Dc5GjxaVd8
Racconti a due piazze di Jean Delannoy, François Dupont-Midi, Gianni Puccini, Alvaro Mancori,1965.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=9XKkEburtQ0
Spia spione di Bruno Corbucci,1966.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=FvU-0QUEdqs
Una rosa per tutti di Franco Rossi,1967.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=j1vepZqeOug
Operazione San Pietro di Lucio Fulci,1967.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=SnfSP5RDBPQ
Don Giovanni in Sicilia di Alberto Lattuada,1967.Buona versione tv https://www.youtube.com/watch?v=laeKNSTZpCA
7 uomini e un cervello di Rossano Brazzi,1968.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=XF7Kbe5-EoA
Colpo di sole di Mino Guerrini,1968.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=7ez2s_BcrzE
Un caso di coscienza di Gianni Grimaldi,1970.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=fYosnbxc4X8
Le belve di Giovanni Grimaldi,1971.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=7fuyXl468hM
Le inibizioni del dottor Gaudenzi, vedovo, col complesso della buonanima di Giovanni Grimaldi,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=iNH8g81O7yA
Quando le donne avevano la coda di Pasquale Festa Campanile,1970.Versione mediocre da tv https://www.youtube.com/watch?v=c3qWTHvvdE4
Fermate il mondo voglio scendere! di Giancarlo Cobelli 1970.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=dPon77BK_XY
Il prete sposato di Marco Vicario,1971.Versione sufficiente da VHS https://www.youtube.com/watch?v=7Pif1Mp8BM8
Il merlo maschio di Pasquale Festa Campanile,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=FitdNlj1X9I
Il debito coniugale di Franco Prosperi,1971.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=FlMTaI2JwOA
Homo Eroticus di Marco Vicario,1971.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=HLzVcBCQErA
Il vichingo venuto dal sud di Steno,1971.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=sj_GruFQtr0
La calandria di Pasquale Festa Campanile,1972.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=09x4SSbBDe0
Il sindacalista di Luciano Salce,1972.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=ivNL2EBNvug
L’uccello migratore di Steno,1972.Mediocre versione https://www.youtube.com/watch?v=Izf_wjs9HDg
La schiava io ce l’ho e tu no di Giorgio Capitani,1973.Buona versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=ZdETD4FdDRY
Io e lui di Luciano Salce,1973.Introvabile mediocre versione da Vhs https://www.youtube.com/watch?v=qGB4JQLkoQk
Il magnate di Giovanni Grimaldi,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=nYXshXl5nZw
L’arbitro di di Luigi Filippo D”Amico,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=5L4moWOxRQM
Il domestico di Luigi Filippo D’Amico,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=KApgi_H9Ngg
Bello come un arcangelo di Alfredo Giannetti,1974.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=uBpl8-HULVk
Il gatto mammone di Nando Cicero,1975.Discreta versione tv https://www.youtube.com/watch?v=Hx4U8bJoRvk
Il fidanzamento di Giovanni Grimaldi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=1u0ReVC6rYE
Il Cav.Costante Nicosia Demoniaco, ovvero Dracula in Brianza di Lucio Fulci,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=ETITrc2vj24
San Pasquale Baylonne protettore delle donne Luigi Filippo D’Amico,1976.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=qyHyU7rtsfk
Secondo Ponzio Pilato di LuigiMagni,1987.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=8eWN6ywmlk0

Da streaming:

La parmigiana di Antonio Pietrangeli,1963.Buona versione https://openload.co/f/wIRQQXZpn0U/La.Parmigiana.1963.mp4
Jus primae noctis di Pasquale Festa Campanile,1972 Ottima versione http://vidto.me/nljhjopz2cww.html

18 Settembre 2016

Il gatto di Luigi Comencini,1977.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=aSi0GzAvkZ0
Emanuelle e Lolita di Henri Sala,1978.Discreta versione https://www.youtube.com/watch?v=0cRrAMWGzZU
Estratto dagli archivi segreti della polizia di una capitale europea di Riccardo Freda,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=EusAV8Z2wY4
Siamo tutti in libertà provvisoria di Manlio Scarpelli,1971.Rarissimo ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=hioMBrXnXcY
7 monaci d’oro di Marino Girolami,1967.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=8tPgxSesCkI
Operazione San Pietro di Luigi Fulci,1967.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=SnfSP5RDBPQ
Il prete sposato di Marco Vicario,1971.Ultra raro,versione sufficiente da VHS https://www.youtube.com/watch?v=SnfSP5RDBPQ
Secondo Ponzio Pilato di Luigi Magni,1987.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=8eWN6ywmlk0
La morte ha sorriso all’assassino di Joe D’Amato,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=S_3kXb04xQQ
La bestia nello spazio di Alfonso Brescia,1980.Molto raro ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=g4BehoMl_nI
Una farfalla con le ali insanguinate di Duccio Tessari,1971.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=joPy2Y01UII
Quel movimento che mi piace tanto di Franco Rossetti,1976.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=FoUTK7sLsko
Suor omicidi di Giulio Berruti,1979.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=Nt7BOOo-jlc
Un poliziotto scomodo di Stelvio Massi,1978.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=lxG03SHfqyk
La sorella di Ursula di Enzo Milioni,1978.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=KvVAD2kDZ7k
Cameriera senza… malizia di Bruno Gaburro,1980.Rarissimo versione sufficiente https://www.youtube.com/watch?v=jzfr6jBrpHA
Lezioni private di Vittorio De Sisti,1975.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=FRk4xxGwEpM

16 Settembre 2016

Amore e morte nel giardino degli dei di Sauro Scavolini,1972.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=o9owClBeG1k
L’assassino è costretto ad uccidere ancora di Luigi Cozzi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=dZjZbY4tdWk
La morte non ha sesso di Massimo Dallamano,1968.Ottima versione da Tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=ClXmC7dvGoQ
Languidi baci…..perfide carezze di Alfredo Angeli,1976.Rarissimo ottima versione da Tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=3uwYdjp51Ds
Al piacere di rivederla di Marco Leto,1976.Assolutamente introvabile versione sufficiente da VHS https://www.youtube.com/watch?v=qaiK_sjUGFs
Il medaglione insanguinato di Massimo Dallamano,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=07oZtpAcdp8
Il prato macchiato di rosso di Riccardo Ghione,1973.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=geE8-7jp5fI
Il plenilunio delle vergini di Luigi Batzella, Joe D’Amato,1973.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=oL07xW7Lur8
Malabimba di Andrea Bianchi,1979.Ottima versione non censurata https://www.youtube.com/watch?v=FAvlWNKMV4o
Il gatto mammone di Nando Cicero,1975.Discreta versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=Hx4U8bJoRvk
I ragazzi del massacro di Fernando Di Leo,1969.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=qyMFpHmeZxg
Delirio caldo di Ralph Brown (Renato Polselli),1972.Versione non censurata,ottima https://www.youtube.com/watch?v=FAZqFhLDadA
Un bianco vestito per Marialé di Romano Scavolini,1972.Splendida versione https://www.youtube.com/watch?v=i2UElOqEtQs
Il bestione di Sergio Corbucci,1974.Buona versione da Tv https://www.youtube.com/watch?v=I2qBL-0eGLI
La supplente va in città di Vittorio De Sisti,1979.Buona versione da Tv https://www.youtube.com/watch?v=an-rtJCEsgw
Mizzzzica… ma che è proibitissimo? di Salvatore Bugnatelli,1979.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=foPVidObl10
L’appuntamento (Dove, come, quando?) di Giuliano Biagetti,1977.Rarissimo buona versione tv https://www.youtube.com/watch?v=U8-W4SfqF8M
Scherzi da prete di Pier Francesco Pingitore,1978.Buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=uywUpbCQfXA
Il terribile ispettore di Mario Amendola,1969,Buona versione da Tv https://www.youtube.com/watch?v=xOfEHer0rsA
La schiava io ce l’ho e tu no di Giorgio Capitani,1973.Buona versione da Tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=ZdETD4FdDRY
Un uomo, una città di Romolo Guerrieri,1974.Buona versione tv https://www.youtube.com/watch?v=8Qh3oIYXTUI
Oh, mia bella matrigna!di Guido Leoni,1976.Buona versione tv https://www.youtube.com/watch?v=7LQxPkTEImU

14 Settembre 2016

Chi l’ha vista morire? di Aldo Lado,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=HNU4-l2JCY4
L’occhio dietro la parete di Giuliano Petrelli,1977.Rarissimo ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=lK3qqHVswJs
Shock di Mario Bava,1977.Estreamente raro,Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=AfztySRFlQU
5 bambole per la luna d’agosto di Mario Bava,1970.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=QkKhDONTtLc
Come una rosa al naso di Franco Rossi,1976.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=QNT1YY_VJVs
Una farfalla con le ali insanguinate di Duccio Tessari,1971.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=W2ADH8AjzBY
Bruciati da cocente passione di Giorgio Capitani,1976.Ottima versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=foBh69xpRVA
Reazione a catena di Mario Bava,1971.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=DxE-1KciDJM
Io Cristiana, studentessa degli scandali di Sergio Bergonzelli,1971.Estremamente raro mediocre versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=iRG-aqcQjPA
Gatti rossi in un labirinto di vetro di Umberto Lenzi,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=bMm8Sh25mwI
Il giardino delle delizie di Silvano Agosti,1967.Buona versione https://www.youtube.com/watch?v=7HC_2scgDt8
Colpo rovente di Piero Zuffi,1970.Rarissimo,buona versione da tv https://www.youtube.com/watch?v=L2XHJwjbxJU
Per amore di Cesarina di Vittorio Sindoni,1976.Buona versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=6OUzP_Ad7i4
Il coltello di ghiaccio di Umberto Lenzi,1972.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=dSRLRhcwJbE
Macchie solari di Armando Crispino,1975.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=ITkkm4vPems
I padroni della città di Fernando Di Leo,1976.Ottima qualità https://www.youtube.com/watch?v=57VctkOyOgo
Paolo Barca maestro elementare praticamente nudista di ugo Pirro,1975.Molto raro versione mediocre da Vhs https://www.youtube.com/watch?v=7gxQ0V0UmaQ
Il terzo occhio di Mino Guerrini,1966.Ottima versione https://www.youtube.com/watch?v=TzAwH3TwYf8
Terza ipotesi su un caso di perfetta strategia criminale di Giuseppe Vari,1972.Versione sufficiente da Tv https://www.youtube.com/watch?v=abk-X1HMt1A
Una donna di notte di Nello Rossati,1979.Discreta versione da tv digitale https://www.youtube.com/watch?v=AFj50BJ-v_4
Gli assassini sono nostri ospiti di Vincenzo Rigo,1974.Versione mediocre https://www.youtube.com/watch?v=Wzc28OUfzWI
Pensione amore servizio completo di Luigi Russo,1979.Versione sufficiente da tv https://www.youtube.com/watch?v=9uQ09fdvmDU

Questa specie d’amore

questa-specie-damore-locandina-2

“-Circa un mese prima di quella notte, mi era accaduto un fatto irragionevole; fu la domenica in cui si cominciò ad andare al mare, con Giovanna euforica perché – dato il caldo eccezionale di quella fine di maggio –
le si annunciava la possibilità d’iniziare i bagni con molto anticipo sugli altri anni. Mia moglie ama il mare, il sole, il caldo; una vera dalmata, da parte di madre nata e vissuta a lungo in coste selvagge,  le dà un sangue eccitabile alle libertà naturali e le fa ritrovare un’allegria dei sensi in tutto ciò che è luminosità e spazio.
Così Giovanna si risveglia dal fisico letargo in cui s’abbandona nei mesi brutti come se la luce, quando non le sta intorno, si affievolisce anche dentro di lei: allora si distende sul letto, senza dormire, con il capo contro la spalliera, le mani infilate dentro le maniche del golf, gli occhi che si fermano lungamente sulla parete, in attesa non già di un’idea o di un fatto, ma proprio della luce, di una complicità del cielo con la sua voglia di rasserenarsi.-“
Quello che avete letto è l’incipit del romanzo Questa specie d’amore,scritto da Alberto Bevilacqua nel 1966,vincitore del premio Campiello nello stesso anno.

questa-specie-damore-1

questa-specie-damore-2
Nel 1972 lo scrittore parmense si rimette dietro la macchina da presa due anni dopo l’ottimo risultato di pubblico e di critica ottenuto con La Califfa,anch’esso ridotto per lo schermo da un suo romanzo del 1964.
E’un’altra storia d’amore,con sullo sfondo questa volta a ruoli invertiti l’amore tra una donna della ricca borghesia e il figlio di un anonimo artigiano antifascista,quindi piccolo proletariato.
Parla d’amore,di sentimenti,quindi,Bevilacqua.
E’ la cosa che gli riesce più facile,conoscendo bene l’animo umano;sopratutto,essendo in grado di descrivere,con linguaggio malinconico tutte le ombreggiature,le oscurità,le difficoltà che fanno parte del più complesso dei sentimenti.
Sostanzialmente film e romanzo non differiscono tanto;la storia è quella di una coppia sposata da poco ma già in profonda crisi.
Forse non per mancanza d’amore,ma per incomunicabilità.
Federico ha sposato Giovanna per amore;ma ha commesso un errore fondamentale quando ha accettato di lavorare per il suocero e
sopratutto quando ha accettato di vivere la sua vita di coppia in una casa non sua,sempre di proprietà del suocero.
Ha quindi legato indissolubilmente le sue fortune personali,ma anche la sua vita personale ad un uomo che è contemporaneamente suocero e datore di lavoro.

questa-specie-damore-13

questa-specie-damore-16
La crisi con la moglie lo spinge a tornare nella natia casa,dove incontra nuovamente quel padre dignitoso,che ha pagato un caro prezzo
alla sua ostinata idea antifascista e che Federico ammira e contemporaneamente dal quale si sente allontanato dalla propria scelta di frequentare un mondo non suo,che in fondo detesta.
Padre e figlio ricostruiscono un rapporto incrinato da Federico.
Giovanna arriva a Parma;attraverso una serie di esperienze,di conoscenze con un mondo genuino,privo di arrivismo,legato ancora a tradizioni forti come la terra,la famiglia,il buon cibo,insomma con le cose e i valori che davvero valgono di più,scopre che il suo mondo non le piace.
E’un lento riavvicinamento a suo marito,che aveva abbandonato tutto un po per amore,un po per arrivismo.
E’ la maturità personale,che i due raggiungono per gradi,a riavvicinarli.
In fondo si amano,le cose che li uniscono come coppia sono molto più profonde delle divisioni.
Questa specie d’amore è un film molto lento,quasi didascalico.
Sostanzialmente meno affascinante del romanzo,che è scritto come una sorta di auto confessione di Federico a sua moglie.
Il film invece punta molto sulla figura nobile del padre,un fiero e indomabile antifascista,che resiste alle botte,agli insulti,alle minacce senza abiurare
alle proprie idee.

questa-specie-damore-3

questa-specie-damore-4

questa-specie-damore-5
Cosa che invece Federico fa,attratto dalla vita facile e in parte anche dall’amore per la moglie,salvo poi entrare in crisi quando
la coscienza fa capolino e gli mostra la contraddittorietà della sua figura contrapposta a quella del padre.
Poteva venirne fuori un film memorabile,ma Bevilacqua non è essenzialmente un regista cinematografico.
Un ottimo scrittore,questo si,ma poco esperto nei tempi cinematografici.
Troppo prolisso visivamente,quasi isterico in alcuni punti,troppo lento in altri.
Un film poco equilibrato,un passo indietro rispetto allo splendido La Califfa,anch’esso con molti difetti attenuati,mimetizzati
da una storia sicuramente più coinvolgente di questa.
Sorretto quasi esclusivamente da un grandissimo Tognazzi,che si sdoppia in due ruoli,quelli di Federico e di suo padre,
Questa specie d’amore si avvale anche di una colonna sonora di ottimo livello,ancora una volta firmata da Morricone.
Anche in questo caso però il paragone con quella di La Califfa si riduce ad una vittoria schiacciante a favore di quest’ultima.
L’oboe dolcissimo lascia il posto ad una musica bella e malinconica ma non intrigante come quella di La califfa;colpa forse anche di una storia che
non riesce a coinvolgere completamente.

questa-specie-damore-6
Jean Seberg è brava,ma molto fredda e non trasmette la necessaria dose di emozioni che invece il personaggio richiederebbe.
In quanto al film le cose migliori le troviamo nella seconda parte,quando Bevilacqua descrive un mondo che conosce bene,quello genuino della pianura padana,la civiltà contadina che descrive in maniera commossa e non retorica.
Una descrizione di ambienti e vita che profuma di vissuto.
Che comunque piacque a buona parte della critica tanto da far vincere al film il David di Donatello,il Nastro d’argento come miglior soggetto e miglior sceneggiatura,il Globo d’oro come miglior film e la Grolla d’oro a Bevilacqua come miglior regista.
Un’opera di discreto livello,completamente dimenticata e riesumata da poco;su You tube è disponibile una buona versione
all’indirizzo https://www.youtube.com/watch?v=ZXQeZ5T-PMA

questa-specie-damore-7

Questa specie d’amore

Un film di Alberto Bevilacqua. Con Ugo Tognazzi, Evi Maltagliati, Jean Seberg, Angelo Infanti, Ewa Aulin, Giulio Donnini,
Fernando Cerulli, Marisa Belli, Fernando Rey, Anna Orso, Ezio Marano, Pietro Brambilla Drammatico, durata 108 min. – Italia 1972.

questa-specie-damore-banner-gallery

questa-specie-damore-8

questa-specie-damore-9

questa-specie-damore-10

questa-specie-damore-11

questa-specie-damore-12

questa-specie-damore-14

questa-specie-damore-15

questa-specie-damore-17

questa-specie-damore-18

questa-specie-damore-banner-protagonisti

Jean Seberg: Giovanna
Ugo Tognazzi: Federico/Padre di Federico
Ewa Aulin: Isina
Angelo Infanti: Bernardo
Evi Maltagliati: Madre di Federico
Fernando Rey: Padre di Giovanna

questa-specie-damore-banner-cast

Regia Alberto Bevilacqua
Soggetto Alberto Bevilacqua (romanzo)
Sceneggiatura Alberto Bevilacqua
Produttore Mario Cecchi Gori
Fotografia Roberto Gerardi
Montaggio Alberto Gallitti
Musiche Ennio Morricone
Scenografia Carlo Leva

questa-specie-damore-locandina-3

““Ecco, Giovanna, ciò che volevo dirti. Il coraggio di dirtelo non l’ho avuto che a metà, cioè parlando con te attraverso queste pagine; ma possono ugualmente le mie parole farti capire come io ti sono ritornato vicino cercando di non nasconderti nulla della verità e quale amore mi è stato necessario, anche quando posso esserti apparso inutilmente crudele.
Con questa specie d’amore, se la certezza della tua comprensione non sarà un altro dei miei fantasmi, io sono pronto a vivere con te, finché potrà contare la nostra volontà e la vita del nostro matrimonio dipenderà da noi.
In ogni caso, perdonami. E, contro gli altri, possa davvero non importarmi più nulla, qualunque cosa giungano a fare e a dire di me.”

questa-specie-damore-banner-recensioni

Opinioni tratte dal sito http://www.davinotti.com

Homesick

Tognazzi si sdoppia e si prodiga tra serio e faceto, ma non riesce ad alleviare il peso dell’origine letteraria, reso particolarmente gravoso da flashbacks masochistici – le continue aggressioni dei fascisti – e dialoghi lambiccati che non portano a nulla. Prossime al manierismo, le ricercatezze scenografiche si diradano riconquistando autenticità nel momento di ritrarre i rustici rituali della cucina emiliana, contesto in cui il celebrante non poteva che essere lo stesso Tognazzi. Nel violento prologo le musiche di Morricone rispolverano le campane dei western di Sergio Leone.

Daidae

Non male. Parecchio lento e pesante nella prima parte, lo ho cominciato a gradire da metà film in poi. Tognazzi magistrale come sempre, la Seberg superba, bene il resto del cast (eccetto la Aulin che qui mi sembra alquanto spaesata). Regia solida, belle ambientazioni, film gradevole.

Saintgifts

Film dall’atmosfera generale piuttosto triste. Vero è che ci sono anche momenti conviviali tradizionali del parmense, dove si beve Lambrusco e si assaggia il famoso formaggio grana; o le due sorelle, ex star dell’avanspettacolo, che raccontano dell’infanzia di Tognazzi figlio (Tognazzi interpreta anche la figura del padre idealista), ma la vena di tristezza rimane. E’ un momento dell’Italia dove si gettano le basi per una società “moderna”, una società che cambia anche i rapporti interpersonali, ma le ombre del passato incombono ancora.

Myvincent

Un grande Ugo Tognazzi in un duplice ruolo drammatico di padre e figlio riesce a trasmettere un’ampia gamma di sentimenti e sfumature, in una storia che è in bilico tra due generazioni lontane. Il motore del film è una crisi coniugale che spinge due persone a trovare una dimensione autonoma per riaffermarsi; ritornando (nel caso del protagonista maschile) alle origini. Parrebbe tutto scontato, ma la mano del regista ne fa un racconto attento e accorto.

Lythops

Da vedere per le splendide interpretazioni del grande Ugo, totalmente fuori dai molti ruoli gigionesco-drammatici che gli sono stati assegnati e che qui interpreta contemporaneamente un padre proletario e un figlio arricchito. Dal punto di vista della denuncia sociale il film non è gran che, così come la sceneggiatura non pare all’altezza nell’approfondire il disagio di chi, semplicemente umano, si trova ad avere a che fare col mondo dei ricchi. Poco convincenti e inutili i flasback, ottimi Morricone e la Dell’Orso.

Ronax

Abbandonati i toni enfatici e i facili simbolismi de La califfa, Bevilacqua affronta la sua seconda prova da regista con un film tratto anch’esso da un suo romanzo e realizza la sua opera cinematograficamente più valida. Magistralmente interpretato da un Tognazzi che si fa letteralmente in tre (il protagonista, il padre da giovane e da vecchio), il film scava in modo non banale nei tormenti interiori dei personaggi e, pur fra sbavature e varie cadute retoriche, lascia più volte il segno. Magnifica Jean Seberg, lodevolmente contenuto Morricone.

Kanon

Che dire di fronte ad un Tognazzi che per l’occasione si sdoppia nel ruolo sia di padre che di figlio, dominando e rubando continuamente la scena con tutta la sua immensa bravura nel tracciare gli stati d’animo, pensieri, ricordi e tormenti dei due parenti? Talmente incisivo che poteva bastare lui da solo, relegando la presenza della moglie a poco più di comparsa. Stupendo rapporto tra padre ex partigiano, saggio e stanco idealista che vede nel figlio un uomo “arrivato e sistemato” ed il figlio che invece sente tutto il peso del suo fallimento.

Etico

Due facce d’una medaglia, due porzioni della stessa noce. Tagliato a metà e visto in controluce, ecco il quadro di un’opera intensa e aspra di Bevilacqua. L’apparente attrazione/contraddizione dei sessi non conduce alla luce ma sconfina nel disequilibrio di due anime che mai si congiungono pur appartenendosi, due corpi sull’argine di un Po da cartolina anni ’70. Il romano Morricone intuisce da lontano la poesia delle contraddizioni e ci regala dal suo mondo di tonalità/atonalità una gemma senza tempo: da sentire, sulla pelle e nell’anima. Grazie!

questa-specie-damore-foto-1

questa-specie-damore-locandina-1

questa-specie-damore-locandina-sound-2

questa-specie-damore-locandina-sound

Andavamo al cinema-Parte undicesima

Ancora una serie di cinema quasi ormai tutti scomparsi;sale bingo e garage,stabili con appartamenti e decine di attività commerciali hanno preso il posto di buona parte di questi splendidi edifici….

cinema-teatro-moderno-porto-santelpidio

Cine Teatro Moderno, Porto Sant’Elpidio (Fermo)

cinema-teatro-nuovo-di-busto-arsizio

Cine Teatro Nuovo,Busto Arsizio (Varese)

cinema-teatro-parrocchiale-casorezzo

Cine Teatro Parrochiale,Casorezzo (Milano)

cinema-venezia-udine

Cinema Venezia,Udine

cinema-vittoria-grottaglie

Cinema Vittoria,Grottaglie (Taranto)

nuovo-cinema-loreto-plati

Nuovo Cinema Loreto,Platì (Reggio Calabria)

nuovo-cinema-risorgimento-milano

Nuovo Cinema Risorgimento,Milano

oggi-al-cinema-corso-palermo

Manifesto pubblicitario del cinema Corso,Palermo

politeama-piceno-tolentino

Politeama Piceno,Tolentino (Macerata)

sala-cinema-anagni

Sala cinema di Anagni (Frosinone)

sala-cinema-bar-viareggio

Gran Caffè Cinema, Viareggio (Lucca)

sala-cinema-contarina

Sala Cinema, Contarina (Rovigo)

sala-cinema-coriano-di-rimini

Sala Cinema di Coriano di Rimini

sala-cinema-estivo-rovigo

Cine Arena,Rovigo

sala-cinema-fabriano

Sala Cinema,Fabriano (Ancona)

sala-cinema-fauglia-pisa

Sala Cinema,Fauglia (Pisa)

sala-cinema-finale-ligure

Sala Cinema di Finale Ligure (Savona)

sala-cinema-fiumicino-roma

Sala Cinema di Fiumicino (Roma)

sala-cinema-lecce

Sala Cinema non identificata,Lecce

sala-cinema-legnano

Sala Cinema non identificata,Legnano (Milano)

sala-cinema-limiti-di-greccio

Sala Cinema di Limiti di Greccio (Rieti)

sala-cinema-ortisei

Sala Cinema di Ortisei (Bolzano)

sala-cinema-podenzano

Sala Cinema di Podenzano (Piacenza)

sala-cinema-poggio-mirteto

Sala Cinema di Poggio Mirteto (Rieti)

sala-cinema-teatro-garlasco-pv

Sala Cine Teatro di Garlasco (Pavia)

sala-cinema-terni

Sala Cinema non identificata di Terni

sala-cinema-trevi-perugia

Sala Cinema di Trevi (Perugia)

sala-cinema-valli-del-pasubio

Sala Cinema di Valli del Pasubio (Vicenza)

supercinema-marchitto-san-severo

Supercinema Marchitto,San Severo (Foggia)

supercinema-morciano-di-romagna

Supercinema,Morciano di Romagna (Rimini)

Signori e signore buonanotte

signori-e-signore-buonanotte-locandina-1

Un telegiornale immaginario,il TG3 (che nel 1976 non c’era ancora),un conduttore aggressivo e al tempo stesso
preoccupato di seguire con attenzione le forme della sua valletta,la denuncia della corruzione,dell’invadenza della chiesa,le storture
della televisione della quale già si intravedevano i mali futuri,le forze armate,il capitalismo.
Tanti bersagli per un film ambizioso inquadrabile nel genere satirico probabilmente un po becero e sfilacciato,ma coraggioso e graffiante,
allestito dalla Cooperativa 15 maggio,creata dai registi Age, Benvenuti, Comencini, De Bernardi, Loy, Maccari, Magni, Monicelli, Pirro, Scarpelli e Scola e che includeva quindi il gotha del cinema italiano degli anni 70.
Una cooperativa nata più che altro per caso,come racconta Monicelli: “Eravamo un gruppo di amici e l’avevamo fatta più che altro per stare insieme,si scrivevano le sceneggiature in modo piacevole,poi con l’andar dell’età qualcuno aveva messo su famiglia,qualcun altro faceva la sua strada e non ci incontravamo più al di fuori del lavoro:per mangiare,per divertirci o per andare a fare una scampagnata o per giocare a pallone.
Allora abbiamo trovato quella scusa della Cooperativa e siamo stati assieme più di due anni,abbiamo litigato ma bene o male
è stata una cosa positiva,almeno dal punto di vista psicologico…”

signori-e-signore-buonanotte-1

signori-e-signore-buonanotte-2
Mettere assieme un gruppo di registi diversissimi tra loro significa assemblare un film per forza di cose discontinuo; Signori e signore buonanotte lo è,anche se il risultato finale resta comunque di alto livello proprio grazie all’ironia,al sarcasmo e all’evidente voglia di graffiare che unisce il gruppo di amici che collabora alla pellicola.
Stili diversi,che affiorano nei vari sketch che costituiscono l’asse portante del film,nel quale a fare da trait d’union c’è un conduttore televisivo
impegnato anche nel ruolo di inviato speciale,ruolo grazie al quale ha la possibilità di avvicinare personaggi stravaganti che però hanno in comune il fatto di essere coloro che gestiscono il vero potere,quello politico ed economico.
Paolo T.Fiume,il conduttore,avvicina per esempio un ministro truffaldino e luciferino,corrotto fino al midollo che con faccia tosta degna di miglior sorte sostiene di essere stato eletto dagli elettori e di avere quindi il diritto di sfruttare il suo potere,anche usando mezzi illeciti per l’arricchimento personale.
In uno degli altri filmati del telegiornale,si vede l’Avvocato (somigliantissimo ad Agnelli) che,rapito,sostiene che la sua liberazione avverrà grazie agli operai delle sue aziende, che verseranno spontaneamente ciascuno qualche giornata di salario per riavere in azienda il loro datore di lavoro.
Mentre Fiume mostra il frutto delle sue interviste o manda in onda filmati surreali,la Tv segue i consueti programmi,che includono Una lingua per tutti,un telefilm ecc.

signori-e-signore-buonanotte-5

signori-e-signore-buonanotte-6
Qui il surreale prende il sopravvento;il telefilm “La bomba” ,per esempio,mette alla berlina la polizia.
In una stazione di polizia scatta l’allarme attentato quando si rinviene una sveglia dimenticata in una borsa da una distratta signora;scoperta la verita
i dirigenti,pur di non fare brutta figura simulano un vero attentato che però finisce per fare strage di poliziotti.
Tre sketch sono ambientati a Napoli,città da sempre contraddittoria e scenario ideale per fare della denuncia mascherata da satira,che è poi il vero obiettivo del cast di registi; in uno un Vescovo premia un ragazzo costretto a fare da papà e a lavorare come uno schiavo per mantenere la numerosa famiglia.
Il ragazzo,schiacciato dalla vita miserabile che fa,torna a casa e si uccide.
Sempre a Napoli viene girata l’intervista al professor Schmidt,che ha “studiato” un metodo sicuro per eliminare la sovra popolazione della città,ovvero mangiare i bambini eliminando così alla radice il problema.
Fiume partecipa ad una tavola rotonda proprio nella città campana,alla quale partecipano gli amministratori della città.
Il programma prevede l’intervento del pubblico da casa,ma di fronte alla interminabile sequela di insulti che si riversa sui politici,questi ultimi
finiscono per andare su tutte le furie,mangiandosi anche la ricostruzione della città fatta in torrone presente nello studio.Alla fine andranno via non prima di aver rubato l’orologio dell’esterrefatto Fiume.

signori-e-signore-buonanotte-3

signori-e-signore-buonanotte-4
Il tono degli inserti è questo;il film è una lunga sequenza di graffianti attacchi al mondo politico e delle istituzioni.
Non manca l’attacco al vetriolo fatto nei riguardi della chiesa,un conclave in cui tutti i partecipanti,pur di essere eletti papa,non esitano a far fuori i rivali.
Sarà il più malandato di tutti (almeno all’apparenza) ad avere la meglio,grazie ad un piano assolutamente insospettabile portato avanti con pazienza e che gli permetterà, una volta eletto,di far fuori gli ultimi candidati rimasti.
Corrosivo e irriverente,Signori e signore buonanotte snocciola,uno dietro l’altro,i difetti italici;lo fa con un linguaggio a tratti becero e greve,con trovate spesso irreali  al limite del demenziale,ma con forza degna di un uragano.
Non c’è un’istituzione che si salvi dal linguaggio scenico iconoclasta scelto dai registi,ognuno con un suo tocco personale.
Lieve e ironico a volte,pesante come un maglio altre.
La Cooperativa assembla un cast assolutamente straordinario per un film in cui i protagonisti stanno in scena solo per il tempo del loro sketch,ad eccezione di Mastroianni che interpreta Fiume,il conduttore televisivo.
Gassman e Manfredi,Villaggio e Tognazzi,Adolfo Celi e Mario Scaccia dividono la scena con attrici come Andrea Ferreol,Senta Berger e Monica Guerritore,Lucretia Love.
Tanti comprimari di valore che arricchiscono di professionalità un film come già detto molto discontinuo,in cui cose eccellenti si mescolano,senza soluzione di continuità,a cose decisamente meno belle e a tratti anche volgari.
Per una volta però non c’è il consueto campionario di natiche e seni,anzi.

signori-e-signore-buonanotte-7
La presenza femminile nel film è ridotta all’osso, il che a ben vedere è un limite in senso profetico del film.
La Tv del futuro,come ben sappiamo,sarà occupata militarmente da scosciate e puttanoni,da donne capaci di ogni bassezza pur di ottenere un posto al sole.
Cosa che accadrà anche nella politica,dove anche se in maniera nettamente inferiore,l’universo femminile mostrerà di aver assimilato la lezione del passato,in una diffusa corruzione di costumi
che non farà invidia a quello maschile.
Fra tutti gli episodi che compongono il film,quello interpretato da Manfredi e diretto da Magni è di gran lunga il più armonico e crudele,accanto a quello del bambino lavoratore;
ma tutto il film alla fine centra i bersagli che erano negli obiettivi e pur non ottenendo ai botteghini quanto era nelle premesse e nei propositi,alla fine è operazione coraggiosa e di sicura qualità.
Si ride amaro,ci si indigna,ci si costerna.
C’è tutta l’Italia dei vizi e della corruzione,una volta tanto vista solo nei suoi aspetti peggiori.
Non c’è un lampo di luce,un raggio di sole.
Un presagio degli anni di fango e della triste realtà attuale.
Il film è disponibile su You tube in una ottima versione all’indirizzo: https://www.youtube.com/watch?v=Qj3eDlKptB8

signori-e-signore-buonanotte-8

signori-e-signore-buonanotte-9

Signore e signori, buonanotte

Un film di Luigi Comencini, Mario Monicelli, Nanni Loy, Ettore Scola, Luigi Magni. Con Nino Manfredi, Vittorio Gassman, Ugo Tognazzi, Paolo Villaggio, Adolfo Celi, Marcello Mastroianni, Senta Berger, Lucretia Love, Carlo Croccolo, Andrea Bosic, Camillo Milli, Eros Pagni, Franco Angrisano, Gianfranco Barra, Gabriella Farinon, Monica Guerritore, Angelo Pellegrino, Carlo Bagno Commedia, durata 119 min. – Italia 1976

quando-i-califfi-avevano-le-corna-banner-gallery

signori-e-signore-buonanotte-10

signori-e-signore-buonanotte-11

signori-e-signore-buonanotte-12

signori-e-signore-buonanotte-13

signori-e-signore-buonanotte-15

signori-e-signore-buonanotte-16

signori-e-signore-buonanotte-17

signori-e-signore-buonanotte-18

signori-e-signore-buonanotte-banner-protagonisti

Marcello Mastroianni: Paolo T. Fiume
Nino Manfredi: cardinale Felicetto de li Caprettari
Ugo Tognazzi: generale / pensionato
Paolo Villaggio: prof. Schmidt / presentatore quiz
Vittorio Gassman: agente della CIA / ispettore Tuttunpezzo
Adolfo Celi: Vladimiro Palese
Senta Berger: signora Palese
Monica Guerritore: assistente di Paolo
Felice Andreasi: valletto
Andréa Ferréol: Edvige
Sergio Graziani: cardinale Canareggio
Mario Scaccia: cardinale Piazza-Colonna
Franco Scandurra: cardinale decano
Carlo Croccolo: questore
Eros Pagni: commissario Pertinace
Gianfranco Barra: portiere Nocella
Renzo Marignano: intervistatore a Milano
Angelo Pellegrino: giornalista
Camillo Milli: capitano La Pattuglia
Duccio Faggella : artificiere Tirabocchi
Luca Sportelli: onorevole Lo Bove

signori-e-signore-buonanotte-banner-cast

Regia Age, Benvenuti, Comencini, De Bernardi, Loy, Maccari, Magni, Monicelli, Pirro, Scarpelli, Scola
Soggetto Agenore Incrocci, Leo Benvenuti, Luigi Comencini, Piero De Bernardi, Nanni Loy, Ruggero Maccari, Luigi Magni, Mario Monicelli, Ugo Pirro, Furio Scarpelli, Ettore Scola
Sceneggiatura Agenore Incrocci, Leo Benvenuti, Luigi Comencini, Piero De Bernardi, Nanni Loy, Ruggero Maccari, Luigi Magni, Mario Monicelli, Ugo Pirro, Furio Scarpelli, Ettore Scola
Casa di produzione Cooperativa 15 maggio
Distribuzione (Italia) Titanus Distribuzione
Fotografia Claudio Ragona
Montaggio Amedeo Salfa
Musiche Lucio Dalla, Antonello Venditti, Giuseppe Mazzucca e Nicola Samale
Scenografia Lucia Mirisola, Lorenzo Baraldi e Luciano Spadoni
Costumi Lucia Mirisola, Lorenzo Baraldi e Luciano Spadoni

signori-e-signore-buonanotte-banner-episodi

Una lingua per tutti
La bomba
Sinite parvulos
L’ispettore Tuttunpezzo
Il personaggio del giorno
Il Disgraziometro
Santo Soglio
La cerimonia delle cariatidi

signori-e-signore-buonanotte-episodio-1

signori-e-signore-buonanotte-episodio-2

signori-e-signore-buonanotte-episodio-3

signori-e-signore-buonanotte-episodio-4

signori-e-signore-buonanotte-episodio-5

signori-e-signore-buonanotte-episodio-6

signori-e-signore-buonanotte-episodio-7

signori-e-signore-buonanotte-banner-recensioni

Paolo T. Fiume: Scusi ma… ma che cacchio sta dicendo?
Ministro: Io sto dicendo che l’elettorato vede in me un prevaricatore. Se invece voleva scegliere un uomo probo, onesto e per bene, ma che dava i voti a me? Addio ragazzo. Andiamo, andiamo.
Paolo T. Fiume: Ma… ma tu guarda che fijo de ‘na mignotta!
Una notizia da Roma: l’assessore generale ha ordinato l’immediata demolizione del rudere di un tempio romano del IV secolo a.c., che sorgeva abusivamente davanti alla villa con piscina
dell’imprenditore edile Marcazzi, deturpando l’armonia della villa stessa.

Onorevole non crede sarebbe opportuno, in attesa di conoscere la verità, di dare la dimissioni dalla sua alta carica…
Giovanotto, dimettermi: mai! Questa sarebbe una mossa sbagliata!
Lei vorrebbe dire che le sue di dimissioni sarebbero un implicito riconoscimento delle accuse…
Ma no, no: io non mi dimetto per combattere la mia battaglia da una posizione di privilegio. Dal mio posto posso agevolmente controllare l’inchiesta, inquinare le prove, corrompere i testimoni: posso, insomma, fuorviare il corso della giustizia.
Onorevole, ma non è irregolare, contro la legge?
Ah no giovanotto, io le leggi le rispetto, e soprattutto la legge del più forte. E siccome in questo momento io sono il più forte intendo approfittarne, è mio dovere precipuo!
Ma dovere verso chi, scusi?
Ma verso l’élettorato che mi ha dato il voto per ottenere da me posti, licenze, permessi, appalti, perché li spalleggi in evasioni fiscali, in amministrazioni di fondi neri, crolli di dighe mal costruite, scandali, ricatti, contrabbando di valuta.
Scusi, ma che cacchio sta dicendo?
Io sto dicendo che l’élettorato vede in me un prevaricatore. Se invece voleva scegliere un uomo probo, onesto e per bene, ma che dava i voti a me? Addio ragazzo…
L’opinione di paochi dal sito http://www.mymovies.it

Bastano 2 ore per innamorarsi di questo gioiello della nostra cinematografia. Minuti in cui un manipolo ben organizzato di registi ed attori già affermati disegna l’Italia di allora (e di oggi) con battute graffianti, immagini evocative e divertimento sempre sostenuto da amore per il proprio paese. “Signore e signori, buonanotte” si muove così all’interno di un TG3 immaginario (allora ancora non esisteva) il cui conduttore/giornalista (un Mastroianni divertito e divertente), accompagnato dalla sua dolce vallettina (una Guerritore tutta miciosa), lancia servizi, propone interviste, legge notizie che portano alla visione dei tanti episodi in cui il film è realizzato. A distanza di tanti anni quasi tutti gli episodi sono di una sconcertante aderenza alla realtà attuale. Politici che restano aggrappati alle loro poltrone “altrimenti come posso fare leggi per me, pagare giudici e colleghi in parlamento se non da una posizione dominante?!” Pensionati che per vivere devono ricorrere agli espedienti più creativi. Trasmissioni di intermezzo che poco hanno da invidiare a quelle inutili che ci propinano ogni giorno Mediaset e Rai (dai reality ai quiz show) Ma soprattutto tanta politica che tocca tutto e tutti: il lavoro minorile, Napoli, la corruzione, il Vaticano, le forze armate. Tutto diventa ancora più godibile grazie all’ottima scrittura dei singoli episodi che al talento sconfinato dei tanti interpreti. Scegliere tra uno degli spezzoni è impossibile. Bisogna guardarli, riguardarli, pensarli realizzati allora ad inizi anni 70 e calati oggi nel 2014. Insomma è un film da venerare, creativo, coraggioso, come l’intervista ad un ministro che nonostante gli scandali clamorosi non si dimette e anzi si crogiola con sfrontatezza nella sua posizione di “più forte”. Amiamolo. E’ uno dei nostri patrimoni.

Opinioni tratte dal sito http://www.davinotti.com

Multimic80

Film godibile che riesce ad alternare momenti in cui prevale la parte comica ad altri in cui prevale la riflessione sociale. Mastroianni straordinario trascinatore, una Guerritore nel fiore della sua bellezza, un irresistibile Villaggio, ottimo Tognazzi, bravissimo Manfredi. Tra i caratteristi buono il cameo di Adolfo Celi, i ruoli di Mario Scaccia e Sergio Graziani, cardinali assetati di potere.
Gigi90

Oggi potrebbe sembrare un po’ lento, ma per l’epoca è stato sicuramente un film d’avanguardia: qui forse per la prima volta si mette alla berlina la televisione italiana. Gli spot parodiati, il finto TG3 (che non esisteva ai tempi) e il quiz “Il disgraziometro” sembrano un Maccio Capatonda ante litteram. Alcuni episodi mi sono sembrati noiosi; si salvano quelli con Paolo Villaggio.

Homesick

Composito ma uniforme sia come parodia del palinsesto televisivo che come satira di mali incurabili dell’Italia (corruzione, prassi clientelare, nepotismo, clericalismo, gerontocrazia, questione meridionale, povertà…). Il linguaggio, spesso goliardico e grossolano, è comunque riscattato dal sommo cast: Mastroianni mezzobusto che preannuncia Max Cipollino di Boldi, Tognazzi pensionato indigente, i duplici Villaggio e Gassman, Manfredi tertius gaudens tra i due litiganti Scaccia e Graziani. La Love ci insegna inglese con l’anatomia.

signori-e-signore-buonanotte-locandina-2

signori-e-signore-buonanotte-locandina-3

signori-e-signore-buonanotte-locandina-4

signori-e-signore-buonanotte-locandina-5