Gli Oscar del 1977


banner iniziale

E’ il Dorothy Chandler Pavilion ad accogliere la sera del 28 marzo 1977 la cerimonia per la consegna degli Academy Awards,gli Oscar del cinema americano attribuiti a pellicole uscite nelle sale nel 1984.E’ l’edizione n.49 e Los Angeles accoglie con il vestito migliore i partecipanti alla serata di gala.

A presentare la serata vengono chiamati Richard Pryor, Jane Fonda, Ellen Burstyn e Warren Beatty;l’attesa principale è per il miglior film, categoria nella quale sono in lizza film molto importanti,a cominciare da quello che secondo i pronostici sarà il vincitore dell’Oscar,Taxi driver di Martin Scorsese.Ma il lotto dei candidati è agguerritissimo, perchè include tre film importanti,ovvero Tutti gli uomini del Presidente (All the President’s Men), regia di Alan J. Pakula,Questa terra è la mia terra (Bound for Glory), regia di Hal Ashby e Quinto potere (Network), regia di Sidney Lumet.A chiudere la cinquina c’è Rocky, regia di John G. Avildsen,vero blockbuster della stagione ma considerato poco più di un outsider.

Con grande sorpresa di tutti (e se vogliamo con sgomento) vince proprio il film di Avildsen,Rocky,chiaro esempio di cinema hollywoodiano di evasione,privo praticamente di contenuti se non quelli relativi al più trito patriottismo americano.Rocky,emblema dell’uomo che non si arrende mai, è parte integrante del sogno americano e la giuria lo premia a scapito di film molto scomodi come Tutti gli uomini del Presidente e Quinto potere. Avildsen si aggiudica l’Oscar come miglior regista mentre per fortuna ci viene risparmiata l’onta di veder salire sul palco Sylvester Stallone,uno degli attori meno dotati e capaci del cinema americano.E’ Peter Fynch,giustamente,il miglior attore protagonista per Quinto potere così come lo stesso film vede il giusto tributo a Faye Dunaway come miglior attrice protagonista. Peccato per Sissy Spacek che avrebbe meritato anche lei per la splendida interpretazione in Carrie.

Miglior film straniero è Bianco e nero a colori (Noirs et blancs en couleur), regia di Jean-Jacques Annaud che batte l’italianissimo Pasqualino settebellezze della Wertmuller.Il film vede anche Giancarlo Giannini in lizza per l’Oscar come miglior attore.

Per chiudere segnalo la vittoria di Barbara Streisand con Evergreen, musica di Barbra Streisand e testo di Paul Williams  per il film È nata una stella .

Sbirciando le statistiche si noterà come il vero sconfitto della serata è Quinto potere che a fronte di 10 nomination vincerà solo quattro statuette,battuto purtroppo da Rocky che su 9 nomination vince 3 Oscar.Successo a metà per tutti gli uomini del Presidente,quattro premi vinti su 8 nomination,mentre il vero grande sconfitto è Taxi driver di Scorsese che su quattro nomination non vince nulla,rifacendosi però al botteghino e sopratutto diventando poi un cult movie.

L’Italia porta via due statuette grazie a Danilo Donati per i migliori costumi in Il Casanova di Federico Fellini e a Carlo Rambaldi per gli effetti speciali del film King Kong

banner 2

Miglior film

1 Rocky

Rocky, regia di John G. Avildsen

1 Tutti gli uomini del presidente

Tutti gli uomini del Presidente (All the President’s Men), regia di Alan J. Pakula

1 Questa terra è la mia terra

Questa terra è la mia terra (Bound for Glory), regia di Hal Ashby

1 Quinto potere

Quinto potere (Network), regia di Sidney Lumet

1 Taxi driver

Taxi Driver, regia di Martin Scorsese

Miglior regia

3 Sylvester Stallone - Rocky

John G. Avildsen – Rocky

Alan J. Pakula – Tutti gli uomini del Presidente (All the President’s Men)

Lina Wertmüller – Pasqualino Settebellezze

Ingmar Bergman – L’immagine allo specchio (Ansikte mot ansikte)

Sidney Lumet – Quinto potere (Network)

Miglior attore protagonista

3 Peter Fynch Quinto potere

Peter Finch – Quinto potere (Network)

3 Giancarlo Giannini - Pasqualino Settebellezze

Giancarlo Giannini – Pasqualino Settebellezze

3 Robert De Niro - Taxi Driver

Robert De Niro – Taxi Driver

3 William Holden - Quinto potere

William Holden – Quinto potere (Network)

Sylvester Stallone – Rocky

Migliore attrice protagonista

4 Faye Dunaway - Quinto potere

Faye Dunaway – Quinto potere (Network)

4 Marie-Christine Barrault - Cugino, cugina

Marie-Christine Barrault – Cugino, cugina (Cousin, Cousine)

4 Talia Shire - Rocky

Talia Shire – Rocky

4 Sissy Spacek Carrie

Sissy Spacek – Carrie – Lo sguardo di Satana (Carrie)

4 Liv Ullmann - L'immagine allo specchio

Liv Ullmann – L’immagine allo specchio (Ansikte mot ansikte)

Miglior attore non protagonista

5 Jason Robards - Tutti gli uomini del Presidente

Jason Robards – Tutti gli uomini del Presidente

5 Ned Beatty - Quinto potere (Network)

Ned Beatty – Quinto potere

5 Burgess Meredith - Rocky (Rocky)

Burgess Meredith – Rocky

5 Laurence Olivier - Il maratoneta

Laurence Olivier – Il maratoneta (Marathon Man)

5 Burt Young - Rocky

Burt Young – Rocky

Migliore attrice non protagonista

6 Beatrice Straight - Quinto potere (Network)

Beatrice Straight – Quinto potere

6 Jane Alexander - Tutti gli uomini del Presidente (All the President's Men)

Jane Alexander – Tutti gli uomini del Presidente

6 Jodie Foster Taxi driver

Jodie Foster – Taxi Driver

6 Lee Grant - La nave dei dannati (Voyage of the Damned)

Lee Grant – La nave dei dannati (Voyage of the Damned)

6 Piper Laurie Carrie

Piper Laurie – Carrie – Lo sguardo di Satana (Carrie)

Miglior sceneggiatura originale

Paddy Chayefsky – Quinto potere

Jean Charles Tacchella e Daniele Thompson – Cugino, cugina (Cousin, Cousine)

Walter Bernstein – Il prestanome (The Front)

Sylvester Stallone – Rocky

Lina Wertmüller – Pasqualino Settebellezze

Miglior sceneggiatura non originale

William Goldman – Tutti gli uomini del Presidente

Robert Getchell – Questa terra è la mia terra

Federico Fellini e Bernadino Zapponi – Il Casanova di Federico Fellini

Nicholas Meyer – Sherlock Holmes: soluzione sette per cento

Steve Shagan e David Butler – La nave dei dannati

Miglior film straniero

7 Noirs et blancs en couleur, regia di Jean-Jacques Annaud

Bianco e nero a colori , regia di Jean-Jacques Annaud (Costa d’Avorio)

Jakob il bugiardo , regia di Frank Beyer (DDR)

Cugino, cugina , regia di Jean Charles Tacchella (Francia)

Notti e giorni (, regia di Jerzy Antczak (Polonia)

Pasqualino Settebellezze, regia di Lina Wertmüller (Italia)

Miglior fotografia

Haskell Wexler – Questa terra è la mia terra

Richard H. Kline – King Kong

Ernest Laszlo – La fuga di Logan

Owen Roizman – Quinto potere

Robert Surtees – È nata una stella

Miglior montaggio

Richard Halsey e Scott Conrad – Rocky

Robert L. Wolfe – Tutti gli uomini del Presidente

Robert Jones e Pembroke J. Herring – Questa terra è la mia terra

Alan Heim – Quinto potere

Eve Newman e Walter Hannemann – Panico allo stadio

Miglior scenografia

George Jenkins e George Gaines – Tutti gli uomini del Presidente

Gene Callahan, Jack Collis e Jerry Wunderlich – Gli ultimi fuochi

Dale Hennesy e Robert de Vestel – La fuga di Logan

Elliot Scott, Norman Reynolds e Peter Howitt – Sarah Bernhardt – La più grande attrice di tutti i tempi

Robert F. Boyle e Arthur Jeph Parker – Il pistolero

Migliori costumi

Danilo Donati – Il Casanova di Federico Fellini

William Theiss – Questa terra è la mia terra

Anthony Mendleson – Sarah Bernhardt – La più grande attrice di tutti i tempi

Mary Wills – The Passover Plot

Alan Barrett – Sherlock Holmes: soluzione sette per cento

Migliore colonna sonora

Originale

10 Jerry goldsmith

Jerry Goldsmith – Il presagio

Bernard Herrmann – Obsession – Complesso di colpa

Jerry Fielding – Il texano dagli occhi di ghiaccio

Bernard Herrmann – Taxi Driver

Lalo Schifrin – La nave dei dannati

Adattamento con canzoni originali

Leonard Rosenman – Questa terra è la mia terra )

Paul Williams – Piccoli gangsters

Roger Kellaway – È nata una stella

Miglior canzone

10 Barbra Streisand Oscar

Evergreen, musica di Barbra Streisand e testo di Paul Williams – È nata una stella

Ave Satani, musica e testo di Jerry Goldsmith – Il presagio (The Omen)

Come to Me, musica di Henry Mancini, testo di Don Black – La pantera rosa colpisce ancora

Gonna Fly Now, musica di Bill Conti, testo di Carol Connors e Ayn Robbins – Rocky

A World That Never Was, musica di Sammy Fain, testo di Paul Francis Webster – Half a Hous

Miglior sonoro

Arthur Piantadosi, Les Fresholtz, Dick Alexander e Jim Webb – Tutti gli uomini del Presidente

Harry Warren Tetrick, William McCaughey, Aaron Rochin e Jack Solomon – King Kong

Harry Warren Tetrick, William McCaughey, Lyle Burbridge e Bud Alper – Rocky

Donald Mitchell, Douglas Williams, Richard Tyler e Hal Etherington – Wagon-Lits con omicidi (

Robert Knudson, Dan Wallin, Robert Glass e Tom Overton – È nata una stella

Miglior documentario

Harlan County, USA, regia di Barbara Kopple

Hollywood On Trial, regia di David Helpern

Off the Edge, regia di Michael Firth

People of the Wind, regia di Anthony Howarth

Volcano: An Inquiry into the Life and Death of Malcolm Lowry, regia di Donald Brittain e John Kramer

Miglior cortometraggio

In the Region of Ice, regia di Peter Werner

Kudzu, regia di Marjorie Anne Short

The Morning Spider, regia di Julian Chagrin

Nightlife, regia di Claire Wilbur e Robin Lehman

Number One, regia di Dyan Cannon

Miglior cortometraggio documentario

Number Our Days, regia di Lynne Littman

American Shoeshine, regia di Sparky Greene

Blackwood, regia di Tony Ianzelo e Andy Thompson

The End of the Road, regia di John Armstrong

Universe, regia di Lester Novros

Miglior cortometraggio d’animazione

Leisure, regia di Bruce Petty

Dedalo, regia di Manfredo Manfredi

The Street, regia di Caroline Leaf

Premio Special Achievement

Carlo Rambaldi, Glen Robinson e Frank Van der Veer – King Kong – Effetti visivi

L. B. Abbott, Glen Robinson e Matthew Yuricich – La fuga di Logan (Logan’s Run) – Effetti visivi

Premio alla memoria Irving G. Thalberg

A Pandro S. Berman

Oscar 1977

2 John Avildsen

John Avildsen

10 Beatrice Straigh

Beatrice Straigh

10 eletha Fynch per Peter Fynch

Eletha Fynch ritira il premio per Peter Fynch

10 Faye Dunaway Oscar 2

10 Faye Dunaway Oscar 3

Faye Dunaway

10 Faye Dunaway Oscar

10 Jason Robards

Jason Robards

10 Rocky Oscar

10 Stallone e Clay

Stallone con Cassius Clay

10 Premiazione miglior attore

Liv Ullman annuncia l’Oscar per il miglior attore protagonista

10 Stallone e Clay premiano miglior attrice non protagonista

Stallone e Clay annunciano l’Oscar per la miglior attrice non protagonista

10 Tatum O' Neal premia attore non protagonista Jason Robards

Tatum O’ Neal annuncia l’Oscar per il miglior attore protagonista

Oscar 1977,2

Oscar 1977,3

2 Risposte

  1. La cosa strana, ma io sono un ignorante enciclopedico, è che non ricordo di avere mai visto, nè conosciuto Network/Quinto potere.

    Non conoscevo nemmeno il film di Annaud; evidentemente devo meglio informarmi sulla sua filmografia che credevo iniziasse con La guerra del fuoco.

    Grazie Simon.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: