Filmscoop

Tutto il mio cinema

By the Sea

Francia,anni 70

In una piccola località di mare arrivano i coniugi Roland e Vanessa.
Lui è uno scrittore in evidente crisi creativa oltre che personale, lei, Vanessa, è una ex ballerina (ma questo lo sapremo alla fine).
Tra i due coniugi c’è una evidente tensione, esplicitata dai continui appuntamenti al bar di Roland, che stringe una rapporto confidenziale
con il gestore del bar, un vedovo. Nel frattempo Vanessa passa le sue giornate fra psico farmaci, letture svogliate o guardando il vuoto.
Il rapporto tra i coniugi è ridotto ai minimi termini; tra i due ci sono poche parole,spesso astiose, rancorose; ci sono solo bicchieri di alcolici,che Roland consuma come acqua e sigarette.


A cambiare questo state di cose c’è l’arrivo nella camera accanto dell’albergo nel quale i coniugi risiedono di una coppia di novelli sposi.
Attraverso un buco nella parete Vanessa sempre più frequentemente spia l’intimità dei vicini,fantasticando su di lui (Francois) e alla fine stringe un rapporto di amicizia con  Lea. La vicinanza della coppia costringerà di due coniugi a riflettere sul proprio rapporto,e dopo alcune vicende ripartiranno per New York…
By the Sea uscito nelle sale nel 2015 con la regia di Angelina Jolie per una volta dietro la macchina da presa è un film caratterizzato da un andamento catartico, che purtroppo mette a dura prova sia la pazienza dello spettatore sia la sua capacità di concentrazione (e di sopportazione).
Non perchè la storia sia banale, anche se già vista altre volte, quanto piuttosto per la monotonia e ripetitività delle scene, fatte di lunghe inquadrature di Roland che beve sempre, in continuazione o fuma e di lei che in evidente crisi depressiva si abbandona dapprima ad un ozio quasi totale, successivamente trova un minimo di interesse con un voyeurismo degno di migliore descrizione.


Invece tutto scorre con una monotonia scandita da una serie interminabili di discorsi rarefatti, di sguardi, di gesti quasi vuoti e vacui.
La sceneggiatura è lacunosa, oltre che sofferente di un peccato mortale; scoprire la causa della depressione di Vanessa,i due aborti e la successiva sterilità appare un tardivo recupero di motivazioni fondamentali,che però andavano analizzate in ben altro modo durante il film.
Qualcosa lo si intuisce: il rifiuto di lei di accettare qualsiasi contatto fisico con il marito, moti anzi di repulsione verso un Roland che per contro prova ogni tanto a forzare la barriera eretta dalla moglie, non solo senza risultati ma con l’aggravante di un ulteriore deterioramento dei rapporti,culminati nelle parole di disprezzo dette da Vanessa a Roland,sul suo fallimento come scrittore e come uomo.
La location incantevole e una fotografia patinata e di classe non possono bastare a sollevare il film; alla fine sono proprio le due cose che si ricordano di una pellicola che fallisce i suoi obiettivi su tutti i fronti.


Inutile anche accennare a questo punto alle recitazioni dei due interpreti principali,Angelina Jolie e Brad Pitt (all’epoca ancora suo marito);per quanto i due attori facciano la loro devono scontrarsi con una storia francamente priva di ogni mordente o interesse,se non la larvata motivazione della pellicola volta a raccontare la crisi identitaria del singolo visto anche nella relazione di coppia.
Insomma,un film di difficilissima digestione e di ancor più difficile metabolizzazione.
Decisamente sconsigliato

By the Sea
di Angelina Jolie, con Brad Pitt, Angelina Jolie, Mélanie Laurent, Melvil Poupaud, Niels Arestrup, Sarah Naudi. Titolo originale: By the Sea. Genere Drammatico – USA, 2015, durata 122 minuti, distribuito da Universal Pictures.

Brad Pitt: Roland
Angelina Jolie: Vanessa
Mélanie Laurent: Lea
Melvil Poupaud: François
Niels Arestrup: barista
Sarah Naudi: Clarisse
Richard Bohringer: proprietario dell’hotel

Regia Angelina Jolie
Sceneggiatura Angelina Jolie
Produttore Angelina Jolie, Brad Pitt
Produttore esecutivo Chris Brigham, Holly Goline, Michael Vieira
Casa di produzione Jolie Pas, Pellikola, Plan B Entertainment
Distribuzione in italiano Universal Pictures
Fotografia Christian Berger
Montaggio Patricia Rommel
Musiche Gabriel Yared
Scenografia Jon Hutman
Costumi Ellen Mirojnick
Trucco Matteo Silvi

marzo 12, 2020 Posted by | Drammatico | , , | Lascia un commento