Yellow Le cugine


Yellow Le cugine locandina 1

La morte di suo nonno permette a Marta, una giovane e disinibita ragazza di entrare in possesso di una arte della cospicua eredità che l’anziano ha lasciato a lei e a sua cugina Valentina.
Marta, in compagnia di suo marito Pierre, si reca quindi nella grande casa dove vive sua cugina, con l’intenzione di stabilirsi per un po di tempo;la cosa crea non pochi problemi a Valentina, che, al contrario di Marta, è una donna dai principi morali ferrei laddove Marta appare decisamente più spregiudicata.Marta l dimostra il giorno dei funerali, arrivando alla cerimonia di sepoltura con la radio dell’auto ad alto volume.
La coabitazione tra i tre diventa molto complicata, ma Valentina finisce per adeguarsi alla cosa ignorando la cugina;ma fatalmente le cose cambiano quando Marta improvvisamente muore assassinata.
I sospetti ricadono sia su suo marito Pierre sia sulle amicizie equivoche della morta.
La convivenza tra Pierre e Valentina finisce inevitabilmente con il portare i due ad avere una relazione, ma intanto la polizia sta indagando e alla fine si scopre che è stata proprio Valentina ad assassinare la cugina, sia per ereditare l’intero patrimonio sia per sedurre l’affascinante vedovo.

Yellow Le cugine 1

Yellow Le cugine 6
Scoperta dal poliziotto che indaga sulla morte di Marta, Valentina, per non essere arrestata, sceglie di suicidarsi mentre Pierre, rimasto nuovamente solo, finisce per agganciare una nuova e bella preda….
Yellow-Le cugine è un film divenuto in qualche modo famoso più per la sua assoluta irreperibilità che per meriti intrinseci, vista la sua scarsissima consistenza.
Diretto nel 1969 da Gianfranco Baldanello, è un thriller-giallo modestissimo in tutte le sue componenti;l’ambientazione casalinga della storia, i dialoghi prevedibili, la stessa sceneggiatura piatta e la scarsa consistenza del cast rendono Yellow-Le cugine un film di modestissimo valore e di scarso appeal per coloro che amano nei thriller i colpi di scena o le trame elaborate.
Al contrario, in questo film tutto appare prevedibile e scontato, così verso la parte finale, quando cioè interviene in scena l’inquirente deputato alla risoluzione dell’enigma, tutto è già chiaro o perlomeno senza sorprese con il tradizionale finale del colpevole svelato che per una volta sceglie volontariamente la morte per non finire in galera.

Yellow Le cugine 2

Yellow Le cugine 3

Yellow Le cugine 4
Opache le prove dei protagonisti: per quanto belle, le due principali protagoniste,Lisa Seagram e Caterina Barbero, non riescono a reggere credibilmente una storia scialba solo con la loro presenza.Il film non punta nemmeno sull’erotismo, facilmente utilizzabile in una storia di avidità e corna, forse anche perchè siamo sul finire degli anni sessanta, con una censura che vigila in modo spietato.
Così anche le poche sequenze a sfondo erotico sono assolutamente castigate; probabilmente la pubblicità dell’epoca presentò la pellicola di Baldanello in ben altro modo, contribuendo in qualche modo alla fama ristretta del film.
Che in realtà è davvero ben poca cosa.
Riemerso dal lunghissimo oblio è ora visionabile, in una riduzione mediocre a livello qualitativo su You tube.

Yellow Le cugine 8

 Yellow-Le cugine

un film di Gianfranco Baldanello, con Lisa Seagram,Maurizio Bonuglia,Caterina Barbero,Franco Ricci,Renato De Carmine,Attilio Dottesio,Thriller,Italia 1969 durata 89 minuti

Yellow Le cugine banner gallery

 

Yellow Le cugine 5

Yellow Le cugine 7

Yellow Le cugine 10

Yellow Le cugine 9

Yellow Le cugine 11

Yellow Le cugine 12

Yellow Le cugine 13

Yellow Le cugine 14

Yellow Le cugine 15

Yellow Le cugine banner protagonisti

Lisa Seagram: Marta Garbini
Maurizio Bonuglia: Pierre
Caterina Barbero: Valentina
Franco Ricci: maresciallo Fiore
Renato De Carmine: comm. Saccara
Attilio Dottesio: Romolo

Yellow Le cugine banner cast

Regia Gianfranco Baldanello
Soggetto Augusto Finocchi, Vittorio Metz
Sceneggiatura Augusto Finocchi
Casa di produzione Cinematografica Associati
Fotografia Luciano Trasatti
Montaggio Bruno Mattei
Musiche Lallo Gori

Yellow Le cugine locandina 3

Yellow Le cugine banner recensioni

L’opinione di fauno dal sito http://www.davinotti.com

Unico neo: un piccolo calo d’intensità fra il recupero della salma e l’entrata in scena di De Carmine. L’omicidio non è così goffo, ma discretamente congegnato e c’è anche un notevole crescendo erotico, fantasia e creatività a pacchi sia nell’ambientazione che nell’erotismo stesso; inoltre ben cinque attori che recitano al meglio. Vi dirò di più… se siete osservatori non ci metterete molto a capire perché è stato murato. La Barbero cattura per il suo modo di fare la bambola, ma anche la Seagram si dereprime niente male. Un film da rieditare a tutti i costi…

L’opinione di uomoocchio dal sito http://www.davinotti.com

Proiettato al Joe D’amato Horror Festival dopo 35 anni, deve la propria leggenda appunto all’invisibilità, ma è un tipico gialletto dell’epoca, a sfondo testamentario. Ambientato in Toscana vede la rivalità e lo scontro tra due richissime cugine: l’una è una rigida conservatrice del buon nome familiare, l’altra una sfavillante hippie, finché non avviene un delitto nella villa. Forse migliore, ad esempio, di Vergogna schifosi, ma certo lontanissimo dai livelli dei Lenzi. Una testimonianza del clima dell’epoca, ma come giallo è risibile.

Yellow Le cugine banner locandine

Yellow Le cugine locandina 2

Yellow Le cugine lc3

Yellow Le cugine lc2

Yellow Le cugine lc1

Yellow Le cugine foto 2

Yellow Le cugine foto 1

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: