Sean Connery

Sean Connery “Sexiest Man of the Century” (l’uomo più sexy del secolo) secondo la rivista People, decisamente un’ icona intramontabile del cinema mondiale, disse in un’intervista: “Forse non sono un buon attore però sarei decisamente peggiore facendo altro.”
Cacciato da scuola a soli tredici anni, l’attore contraddistinto dal tono profondo della voce e dall’accento scozzese, rifiutò non solo una parte nel film“Il Caso Thoms Crown” (1968), ma anche il ruolo del saggio Gandalf nella trilogia di successo “Il Signore degli Anelli” (2001, 2002, 2003) in quanto, non fu in grado di comprendere le storie narrate e perché non gli andava di spendere 18 mesi della sua vita nel clima della Nuova Zelanda.
Connery nacque sulla costa orientale della Scozia, sulle sette colline di Edimburgo, nel 25 agosto 1930. Si arruolò nella Marina a 16 anni e fu congedato, in seguito, per la sua difficoltà di attenersi alle regole ed agli ordini (ufficialmente, per ulcera).

E come meglio può sfogare la sua rabbia un ragazzo diciottenne cacciato dall’esercito se non con il sollevamento dei pesi, hobby che, in un certo senso gli è servito da trampolino per la carriera.
Infatti, nel 1953 a Connery venne assegnato il terzo posto nella più importante manifestazione internazionale di culturismo, Mr. Universo.
Prima del debutto professionale nel settore della produzione dei musical, Connery si prestò anche come modello per corsi d’arte, camionista, bagnino, giornalista, e peggior cameriere dell’anno in un pub inglese .

La sua prima apparizione sul piccolo schermo risale al 1956, però fu solamente nel 1959 che gli venne assegnato un ruolo in una produzione Disney dal titolo “Darby O’Gill and the Little People“ (Darby O’Gill e il re dei folletti). Questo film, girato nel ranch privato di Walt Disney, non venne distribuito nel circuito cinematografico italiano, forse perché considerato tipicamente irlandese o per la presenza di alcune scene inquietanti non troppo adatte ai minorenni, come l’arrivo del carro della morte.
Tuttavia, la pellicola andò in onda in prima visione tv su Rai Uno, nel 1988.

Il giorno più lungo

Successivamente, dopo vari ruoli di modesta entità, nel 1962 seguì “The Longest Day” (“Il Giorno più lungo”) un film drammatico e documentaristico che narra i preparativi e l’attuazione dello sbarco in Normandia, durante la Seconda Guerra Mondiale. In questo film Connery ebbe l’onore di lavorare con nomi cinematografici che hanno influenzato la storia del grande schermo, tra’i quali: John Wayne, Henry Fonda, Richard Burton, Rod Steiger.
Fu proprio nel 1962 che accade l’inaspettato:gli venne assegnato il ruolo della carismatica spia di Sua Maestà, protagonista del romanzo di Ian Fleming pubblicato nel 1958.
Certo che se si fosse tenuto conto dell’immagine che Fleming attribuì al suo agente, Sean Connery non avrebbe mai ottenuto il ruolo di 007 in “Licenza di uccidere” (Dr. No).
Infatti, la descrizione che Fleming dava al suo personaggio, era quella di un maschio molto più somigliante ai celebri Cary Grant o David Niven.
Connery, un proletario scozzese scaraventato nel mondo dello spettacolo attraverso il bodybuilding, aveva sì il fascino ed i muscoli, ma nei sofisticati anni ‘60 mancava di classe.
Tuttavia, da quel momento, sorprendentemente, Sean Connery divenne il prototipo emblematico del gentleman in smoking!
Indimenticabile lo scambio di battute tra 007 e Sylvia Trench al tavolo del casinò:
“E io ammiro la sua fortuna, Mister…?
Bond, James Bond.”

007 Licenza di uccidere

007 Goldifnger

007 Operazione tuono

007 Una cascata di diamanti

Connery continuò ad interpretare James Bond in capolavori come “Dalla Russia con amore” (1963),“Goldfinger” (1964), “Operazione Tuono” (1965),“Si vive solo due volte” (1967), e decise di lasciarsi alle spalle la personalità 007 dopo aver girato “Una cascata di diamanti” (1971).

Ecco cosa dichiarava Connery in merito al personaggio che fecce la sua fortuna: “Per ora, sono abbastanza contento di ciò che sto facendo. Dopo tutto, posso uccidere qualsiasi figlio di puttana (sun of a bitch) e farla franca, ho i poteri dei più grandi governi della terra dietro di me, mangio e bevo solo il meglio, e, oltretutto, le signore più belle del mondo sono al mio fianco.” Si fermò, si mise a ridere, e chiese: “Che cosa c’è di meglio?” (intervista rilasciata a Pete Hamill del The Saturday Evening Post il 6 giugno 1964 – “Bottled in Bond”).

Marnie

Ai suoi ruoli di spia, Connery intercalò parti importanti nelle seguenti pellicole: “Marnie” un thriller psicologico diretto da Hitchcock (1964); “A Fine Madness” (“Una splendida canaglia”) diretto da Irvin Kershner (1966) e “The Molly Maguires”(“I cospiratori“) diretto da Martin Ritt (1970).
Connery realizzò alcuni dei suoi migliori lavori in collaborazione il regista Sidney Lumet: “The Hill” (“La collina del disonore”) (1965); “The Anderson Tapes” (“Rapina record a New York“) (1972); “The Offence” (“Il reato”) (1973).
Assassinio sull’Orient Express” (“Murder on the Orient Express”), film del 1974 diretto da Sidney Lumet, tratto dall’omonimo romanzo giallo di Agatha Christie, portò l’Oscar ad Ingrid Bergman come miglior attrice non protagonista e vide Connery nei panni del Colonnello Arbuthnot.
“Family Business” (“Sono affari di famiglia”) (1989), in cui Connery interpreta il patriarca orgoglioso di un clan criminale, con Dustin Hoffman e Matthew Broderick. Riassumendo brevemente, questa commedia pone al centro Jessie McMullen, un vecchio ladro orgoglioso del suo passato criminale.
Tra i film degli anni ’80 il pubblico ricorda sicuramente Connery per i ruoli interpretati nelle seguenti pellicole:

Il nome della rosa 

The Name of The Rose” (“Il nome della rosa”) del 1986 diretto da Jean-Jacques Annaud, tratto dall’omonimo romanzo di Umberto Eco del 1980. L’azione si svolge nel 1327, quando alcuni terribili omicidi sconvolgono un’abbazia benedettina sperduta tra i monti del Nord-Italia. Nel monastero dovrà svolgersi un importante concilio francescano a cui è chiamato a partecipare il dotto frate Guglielmo da Baskerville (Sean Connery).Insieme al giovane novizio Adso da Melk (Christian Slater), si ritrova in un ambiente ostile, un’abbazia piena di libri, di cultura, ma anche segreta e spaventosa, su cui dovrà indagare prima dell’arrivo della Santa Inquisizione.

Gli intoccabili

Bellissimo film che ottenne numerosi riconoscimenti tra cui quattro David di Donatello 1987, tre Nastri d’argento e due prestigiosi BAFTA
The Untouchables” (“Gli intoccabili”) del 1987 diretto da Brian De Palma e scritto da David Mamet.
Il cast annovera Sean Connery nei panni del poliziotto irlandese Jimmy Malone, Kevin Costner nel ruolo dell’agente federale Eliot Ness, Andy Garcia, il giovane poliziotto italo-americano George Stone, e Robert De Niro nel ruolo del boss Al Capone.
La pellicola divenne un grosso successo al botteghino, portando un Premio Oscar ed un Golden Globe a Sean Connery come miglior attore non protagonista ed il BAFTA all’impareggiabile Ennio Morricone per la miglior colonna sonora nel 1988.

Indiana Jones e l’ultima crociata

Indiana Jones e l’ultima crociata” (“Indiana Jones and the Last Crusade”), film di avventura ed azione del 1989 diretto da Steven Spielberg, terzo episodio cinematografico della tetralogia di Indiana Jones, divenuto un successone al botteghino vide Connery nel ruolo di Henry Jones Sr., padre del ormai famoso archeologo Indiana (Harrison Ford).
Il simpaticissimo Prof. Henry Jones: “L’archeologia si dedica alla ricerca dei fatti. Non della verità. Se vi interessa la verità, l’aula di filosofia del professor Tyre è in fondo al corridoio.”

Caccia a ottobre rosso

Nell’anno 1990 Connery si rimarcò nel “The Hunt for Red October” (“Caccia a ottobre rosso”), diretto da John McTiernan, tratto dal romanzo “La grande fuga dell’Ottobre Rosso” di Tom Clancy.
L’azione si svolge nel 1984. Il comandante sovietico Marko Ramius (Sean Connery), chiamato “Vilnius Nastavnic” (“Il maestro di Vilnius”) in riferimento alle sue origini lituane, comanda la nuova arma costruita dall’Unione Sovietica, il sottomarino nucleare della classe Typhoon Ottobre Rosso, dotato di una tecnologia, il caterpillar (propulsione magnetoidrodinamica), che permette all’unità di muoversi silenziosamente; con questo mezzo egli è segretamente in rotta verso le coste statunitensi. Il Governo statunitense pensa che il comandante stia preparando un attacco.
Solo un analista della CIA, Jack Ryan (Alec Baldwin), ritiene che Ramius e il suo equipaggio vogliano in realtà disertare, ma ha poco tempo per dimostrarlo: infatti Mosca, venuta a conoscenza della diserzione del suo comandante, dopo che l’ammiraglio Juri Padorin ha ricevuto una lettera scritta da Ramius in cui questi spiegava le sue intenzioni, ha fatto salpare l’intera flotta del Nord per rintracciare il sottomarino ed affondarlo.
Questa pellicola è un gioiello tra i film del genere spionaggio/thriller/azione.

Highlander-L’ultimo immortale 

Highlander II

1991 “Highlander II – Il ritorno” (“Highlander II – The Quickening”), sequel di “Highlander – L’ultimo immortale” (1986), film di fantascienza diretto da Russell Mulcahy, interpretato da Christopher Lambert, Virginia Madsen e Michael Ironside, vide Connery nel ruolo del vecchio e saggio mentore Ramirez.
Juan Sanchez Villa-Lobos Ramirez: “Perché il sole sorge e tramonta e le stelle sono solo punte di spilli nel manto della notte? Poiché tu sei nato diverso, la gente ti scaccerà e ti temerà, com’è già successo nel tuo villaggio a Loch Finnen.” (“L’ultimo Immortale”). Il mio dialogo preferito:- Ramirez: “Tu hai le maniere di una capra e puzzi come un letamaio! E non hai conoscenza di nessuno dei tuoi poteri! E adesso…fuori!”(lo butta in acqua )Connor MacLeod: “Aiuto non so nuotare!!!”Ramirez: “Non puoi affogare, buffone! Tu sei immortale!

Robin Hood – Principe dei ladri

Nel 1991 Connery interpretò Riccardo I re d’Inghilterra, “il miglior Riccardo Cuor di Leone che il cinema abbia mai avuto” mi permetterei di aggiungere anche il più costoso, nel film “Robin Hood – Principe dei ladri” (“Robin Hood: Prince of Thieves”) diretto da Kevin Reynolds. Il film è valso un ironico premio Razzie Award al peggior attore protagonista a Kevin Costner, mentre Christian Slater ottenne una candidatura come peggior attore non protagonista. Questo ruolo rimase memorabile in quanto Connery ricevete un compenso di 250.000 $ per un’apparizione di appena un minuto (due giorni di lavoro)!!! Nell’occasione del conferimento della cittadinanza onoraria di Edimburgo, Connery disse di aver devoluto la cifra in beneficenza: “Donare è un’attività molto personale, dalla quale non ci si deve aspettare alcuna pubblicità”.

Mato Grosso

Mato Grosso” (“Medicine Man”) è un film del 1992 diretto da John McTiernan. Girato in Messico, in una zona molto simile alla foresta amazzonica, il film si avvale di veri indios come comparse. Il titolo originale “The Medicine Man”, allude al personaggio di Sean Connery, considerato dagli indios della tribù un “taumaturgo”.
Sol levante”(“Rising Sun”) thriller del 1993 diretto da Philip Kaufman, tratto dal romanzo omonimo di Michael Crichton, vide Connery nel ruolo del capitano John Connor, poliziotto esperto nei rapporti con i giapponesi. Questa pellicola fu apprezzata per l’incursione nelle tradizioni, nella mentalità e nelle azioni orientali.
La giusta causa” (“Just Cause”) ottimo thriller del 1995 diretto da Arne Glimcher, ispirato al libro di John Katzenbach. Una bambina viene trovata morta pugnalata nelle Everglades. La responsabilità dell’omicidio ricade su un certo Bobby Earl, un tipo poco raccomandabile e poco piacevole odiato da tutti i concittadini, che perciò viene sbattuto in prigione dopo essere stato picchiato per ore e ore dal detective Brown e Wilcox e a seguito di un ingiusto processo. Paul Armstrong (Sean Connery), un avvocato in pensione, cerca in tutti i modi di salvare dalla sedia elettrica Bobby Earl, credendolo innocente. Armstrong cerca di smontare tutte le tesi sulla colpevolezza di Earl cercando aiuto tra i testimoni, la gente comune e i compagni di cella, e riesce a far cadere le accuse, a salvare Earl dalla sedia, a rimandare il processo e a far uscire di prigione Bobby Earl. Ma nel momento in cui Armstrong e la famiglia decidono di andarsene, Earl prende in ostaggio la moglie e la figlia di Armstrong… .

Alla ricerca dello stregone

Alla ricerca dello stregone “ (“A Good Man in Africa”) è una commedia del 1994, diretta da Bruce Beresford, con Colin Friels e Sean Connery in un ruolo non protagonista (Dr. Alex Murray). Personalmente, non mi è piaciuto.
Nel 1995 Connery interpreta Re Artù nel “Il primo cavaliere “ diretto da Jerry Zucker, film epico di avventura e fantasia che si ispira alle vicende dei Cavalieri della Tavola Rotonda ed ai personaggi di Re Artù, Ginevra e Lancillotto.
The Rock” – un buon film d’azione del 1996 diretto da Michael Bay. Il film riprende come location l’isola prigione di Alcatraz e sfoggia un cast impeccabile Connery – Cage – Harris. Un tantino patriottico, ma come si suol dire de gustibus non est disputandum .

Qualche anno dopo Connery interpreta il ruolo di un abile ladro di opere d’arte che s’innamora di un’agente delle assicurazioni (Catherine Zeta-Jones) nel film diretto da Jon Amiel “Entrapment” (1999). Bellissime le riprese effettuate a Kuala Lumpur, alle Petronas Twin Towers, l’edificio più alto del mondo fino al 2003.
Personalmente, ho apprezzato la sua performance nel “Scoprendo Forrester” (“Finding Forrester”) film drammatico del 2000, diretto da Gus Van Sant. Nella pellicola Connery interpreta William Forrester, scrittore di origine scozzese che salva e viene a sua volta salvato da Jamal Wallace, ragazzo di colore originario dall’ostile Bronx. Una bellissima storia di vita reale e di amicizia.
Forrester: “Lo scopo di una domanda è di ottenere informazioni che interessano a noi, e a nessun altro.”
Forrester: “Ricordati sempre che gli insegnanti amaramente delusi possono essere o molto utili o molto pericolosi.”

Entrapment

Il 2000 fu l’anno in cui Connery venne nominato cavaliere dalla Regina Elisabetta II d’Inghilterra.
Nel 2006, a New York, l’attore annunciò il ritiro a vita privata, e fu, in seguito, premiato dal American Film Institute con il Premio alla Carriera.
Circa il futuro, nel lontano 1964, Connery dichiarava: “Credo che più di ogni cosa, mi piacerebbe essere un vecchio con un buon viso. Come Hitchcock. oppure Picasso. Questi hanno lavorato duramente per tutta la vita, ma non c’è segno di stanchezza sui loro volti. Non hanno mai sprecato una giornata con il tipo di sciocchezze che ingombra le vite.” (intervista rilasciata a Pete Hamill del The Saturday Evening Post il 6 giugno 1964 – “Bottled in Bond”).
Che personaggio!

Whitout The Grail (Tv)

Macbeth (Tv)

Anna Karenina (Tv)

An Age Of Kings (Tv)

Adventure Story (Tv)

Scotland Yard sezione omicidi

La grande porta grigia

La collina del disonore

I piloti dell’inferno

Estasi d’amore

Club di gangster

Shalako

Riflessi in uno specchio scuro

Rapina record a New York

Meteor

L’uomo che volle farsi re

La tenda rossa

La prima grande rapina al treno

La donna di paglia

Il vento e il leone

Il terrore corre sul fiume

Il prossimo uomo

Il bandito dell’Epiro

I cospiratori

Darby Ogill e il re dei folletti

Cuba

Casa Russia

Atmosfera zero

Assassinio sull’Orient Express

Scherzi del cuore

5 giorni un’estate

Mai dire mai

Zardoz

Una splendida canaglia

The rock

The avengers

Sword of the Valiant

Sol Levante

Scoprendo Forrester

Quell’ultimo ponte

Obiettivo mortale

La giusta causa

La leggenda degli uomini straordinari

Il primo cavaliere

Il presidio

2003 La leggenda degli uomini straordinari
2003 Freedom: A History of Us (TV Series documentary)
2000 Scoprendo Forrester
1999 Entrapment
1998 Scherzi del cuore
1998 The Avengers – Agenti speciali
1996 The Rock
1995 Il primo cavaliere
1995 La giusta causa
1994 Alla ricerca dello stregone
1993 Sol levante
1992 Mato Grosso
1991 Robin Hood – Principe dei ladri
1991 Highlander II – Il ritorno
1990 La casa Russia
1990 Caccia a Ottobre Rosso
1989 Sono affari di famiglia
1989 Indiana Jones e l’ultima crociata
1988 Alla scoperta di papà
1988 Il presidio – Scena di un crimine
1987 The Untouchables – Gli intoccabili
1986 Il nome della rosa
1986 Highlander – L’ultimo immortale
1984 Sword of the Valiant: The Legend of Sir Gawain and the Green Knight
1983 Mai dire mai
1982 Cinque giorni una estate
1982 Obiettivo mortale
1981 I banditi del tempo
1981 Atmosfera zero
1979 Cuba
1979 Meteor
1979 1855 – La prima grande rapina al treno
1977 Quell’ultimo ponte
1976 Il prossimo uomo
1976 Robin e Marian
1976 Circasia (Short)
1975 L’uomo che volle farsi re
1975 Il vento e il leone
1975 Ransom, stato di emergenza per un rapimento
1974 Assassinio sull’Orient Express
1974 Zardoz
1973 Riflessi in uno specchio scuro
1971 Agente 007 – Una cascata di diamanti
1971 Rapina record a New York
1970 I cospiratori
1969 La tenda rossa
1969 ITV Saturday Night Theatre (TV Series)
1969 Male of the Species (TV Movie)
1968 Shalako
1967 Agente 007 – Si vive solo due volte
1966 Una splendida canaglia
1966 Un mondo nuovo
1965 Agente 007 – Thunderball: operazione tuono
1965 La collina del disonore
1964 Agente 007 – Missione Goldfinger
1964 Marnie
1964 La donna di paglia
1963 A 007, dalla Russia con amore
1962 Agente 007 – Licenza di uccidere
1962 Il giorno più lungo
1961 Anna Karenina (TV Movie)
1961 A 077, dalla Francia senza amore
1961 Scotland Yard sezioni omicidi
1961 Adventure Story (TV Movie)
1961 Macbeth (TV Movie)
1956-1960 ITV Play of the Week (TV Series)
1960 Without the Grail (TV Movie)
1960 An Age of Kings (TV Series)
1960 Riders to the Sea (TV Short)
1960 BBC Sunday-Night Play (TV Mini-Series)
1959 Il terrore corre sul fiume
1959 Darby O’Gill e il re dei folletti
1959 Disneyland (TV Series)
1958 Armchair Theatre (TV Series)
1958 Women in Love (TV Movie)
1958 Titanic latitudine 41 Nord
1958 Estasi d’amore – Operazione Love
1957 ITV Television Playhouse (TV Series)
1957 La grande porta grigia
1957 Il bandito dell’Epiro
1957 Anna Christie (TV Movie)
1957 I piloti dell’inferno
1957 BBC Sunday-Night Theatre (TV Series)
1957 Blood Money (TV Movie)
1957 Club di gangsters
1957 The Jack Benny Program (TV Series)
1956 Sailor of Fortune (TV Series)
1956 The Condemned (TV Movie)
1956 Dixon of Dock Green (TV Series)
1954 Simon
1954 Le armi del re (uncredited)