Susan Scott


Susan Scott foto

Susan Scott, il cui vero nome è Nieves Navarro è nata il 10 novembre 1938 nel comune di Almería, nella regione dell’Andalucía, in Spagna. Inizia la carriera frequentando il mondo dello spettacolo a Barcellona, come modella, ma fu grazie ad una serie di spot pubblicitari che si fece notare, sia per la sua non comune bellezza, sia per quel tocco ineffabile di fascino che ne ha sempre caratterizzato la personalità.

Il suo primo film lo gira nel 1964, Totò d’Arabia, per la regia di José Antonio de la Loma, e si trasferisce in Italia, dove girerà la maggior parte dei film che interpreterà nella sua carriera.Nel 1965 gira due film western, Una pistola per Ringo e Il ritorno di Ringo, mentre l’anno successivo è sul set di Kiss kiss bang bang, poi di Che notte, ragazzi e infine di La resa dei conti,un film di Sollima nel quale recita accanto a Lee van Cleef e a Thomas Milian.

 

Con Toto in Toto d’Arabia

Nel 1967 interpreta il ruolo di Dolly nel film di Florestano Vancini I lunghi giorni della vendetta, accanto a Giuliano Gemma.Nel 1969 compare con lo pseudonimo Susan Scott, che non abbandonerà più, in I ragazzi del massacro, di Fernando Di Leo, accanto a Pier Paolo Capponi.Non diventa mai una stella di prima grandezza, tuttavia è ricercata dai registi non solo per la bellezza, ma per la capacità di catturare la scena; sempre nel 1969 compare nel film Amarsi male, sempre diretto da Di Leo, questa volta accanto a Gianni Macchia.

 

Una pistola per Ringo

Nel film Orgasmo nero

Susan Scott Emanuelle e gli ultimi cannibali

Susan Scott Emanuelle e gli ultimi cannibali 2
Due fotogrammi tratti da Emanuelle e gli ultimi cannibali

Nel 1970 è sul set di Le foto proibite di una signora per bene, un giallo di Luciano ercoli, accanto ad un’altra emergente, Dagmar Lassander.Nel 1971 gira ancora tre film, tutti e tre western; sono Indio Black,Una nuvola di polvereUn grido di morte… arriva Sartana, diretto da Giuliano Carnimeo al fianco di Gianni Garko e infine Sette minuti per morire.

Susan in Sartana

Susan Scott Tutti i colori del buio
Tutti i colori del buio

 L’anno successivo una svolta; dal western la Scott passa al thriller all’italiana, un genere che stava conoscendo una felicissima stagione.Interpreta la parte di Nicole nel film La morte cammina con i tacchi alti, di Luciano Ercoli, mentre successivamente è sul set del buon thriller diretto da Sergio Martino Tutti i colori del buio, con una giovane e sempre più bella Edwige Fenech. Sono parti di rilievo, ma mai di assoluta protagonista; la Scott entra nel set di Rivelazioni di un maniaco sessuale al capo della squadra mobile , diretto da Roberto Bianchi Montero, nel cast del quale figurano la Koscina,Annabella Incontrera,Silvano Tranquilli, Femi Benussi e Krista Nell.

Susan Scott Velluto nero

Velluto nero

Con lo stesso regista torna al western, genere ormai agonizzante, con Hai sbagliato… dovevi uccidermi subito, per ritornare, sempre nel 1972 a interpretare un thriller, e questa volta da protagonista nella parte di Valentina; il film è La Morte accarezza a mezzanotte,su soggetto di Bruno Corbucci e la direzione di Luciano Ercoli.Un passo falso è Troppo rischio per un uomo solo , sempre diretto da Ercoli, un giallo girato al fianco di Giuliano Gemma, un film molto brutto che passa pressoche inosservato.

Susan Scott El fascista, doña Pura y el follón de la escultura

El fascista, doña Pura y el follón de la escultura

Nel 1973 gira Passi di danza su una lama di rasoio, un buon thriller; nei film ormai i registi le chiedono di mostrare il suo splendido corpo. E lei, con grazia, acconsente. Non ricopre mai ruoli eccessivamente scollacciati, limitandosi a nudi che per la morale dell’epoca sono anche fin troppo castigati. Dopo Chi ha rubato il tesoro dello scia?, film passato inosservato al fianco di Kinskj, gira Il giudice e la minorenne, e successivamente Il vizio di famiglia, al fianco della conturbante Fenech; siamo in pieno periodo della commedia erotica all’italiana, ma, paradossalmente, a poco alla volta Susan diminuisce le sue partecipazioni sullo schermo.

Susan Scott Il medico la studentessa
Il medico…la studentessa

Susan Scott Il ritorno di Ringo
Il ritorno di Ringo

 Arrivano Noi siam come le lucciole, al fianco di Silvia Dionisio, Il medico e la studentessa, con Gloria Guida e Velluto nero,film non accreditato come sequel di Emmanuelle, al fianco di Laura Gemser.Da questo momento in poi le pellicole che interpreta sono solo ed esclusivamente a soggetto erotico: i film si chiamano Emanuelle e gli ultimi cannibali ,Emanuelle e Lolita,Cugine mie ,L’Infermiera nella corsia dei militari,Orgasmo nero, La Moglie in bianco… l’amante al pepe.

Rivelazioni di un maniaco sessuale

 Nel 1981 una delle sue ultime apparizioni, nel film Miele di donna, diretto da Angelucci con la Spaak, la Goldmisth,Fernando Rey e Luc Merenda.La sua carriera declina progressivamente, e fino al 1989 non gira più nulla.Interpreta Fiori di zucca al fianco di Marina Suma, fino all’ultimo film ufficiale, Casa di piacere, che chiude di fatto la sua carriera. da quel momento si ritira dagli schermi, intervenendo solo a serate celebrative sul cinema.Susan Scott poteva avere una carriera sicuramente con ruoli più importanti, ma è rimasta prigioniera di un clichè che francamente le hanno cucito addosso: quello della bellona tutta forme. Un vero peccato, perchè aveva i mezzi per diventare un’autentica protagonista.

 Casa di piacere (1989)
Fiori di zucca (1989)
El fascista, doña Pura y el follón de la escultura (1983)
Miele di donna (1981)
Dulce piel de mujer
La moglie in bianco… l’amante al pepe (1980)
Orgasmo nero (1980)
L’infermiera nella corsia dei militari (1979)
Candide Lolita (1979)
Cugine mie (1978)
Emanuelle e Lolita (1978)
Emanuelle e gli ultimi cannibali (1977)
La bidonata (1977)
Mauricio, mon amour (1976) (uncredited)
Velluto nero (1976)
C’è una spia nel mio letto (1976)
Il medico… la studentessa (1976)
Noi siam come le lucciole (1976)
Il vizio di famiglia (1975)
Los hijos de Scaramouche (1975)
Il giudice e la minorenne (1974
Chi ha rubato il tesoro dello scia? (1974)
Passi di danza su una lama di rasoio (1973)
Troppo rischio per un uomo solo (1973)
La morte accarezza a mezzanotte (1972)
Hai sbagliato… dovevi uccidermi subito! (1972)
Rivelazioni di un maniaco sessuale al capo della squadra mobile (1972)
Tutti i colori del buio (1972)
La morte cammina con i tacchi alti (1971)
Siete minutos para morir (1971) )
Una nuvola di polvere… un grido di morte… arriva Sartana (1971)
Indio Black, sai che ti dico: Sei un gran figlio di… (1971)
Le foto proibite di una signora per bene (1970)
Amor a todo gas (1969)
Amarsi male (1969)
Le paria (1969)
I ragazzi del massacro (1969)
El rojo (1967)
I lunghi giorni della vendetta (1967)
La resa dei conti (1966)
Che notte, ragazzi! (1966)
Kiss Kiss… Bang Bang (1966)
Il ritorno di Ringo (1965)
Una pistola per Ringo (1965)
Totò d’Arabia (1964)

La resa dei conti

La bidonata

Susan Scott L'infermiera nella corsia dei militari 1

Susan Scott L'infermiera nella corsia dei militari 2

Due sequenze da L’infermiera nella corsia dei militari

Susan Scott La morte accarezza a mezzanotte
La morte accarezza a mezzanotte

Susan Scott Amarsi male
Amarsi male

Susan Scott Le foto proibite di una signora perbene
Le foto proibite di una signora per bene

Susan Scott La morte cammina con i tacchi alti
La morte cammina con i tacchi alti

Susan Scott Passi di danza su una lama di rasoio
Passi di danza su una lama di rasoio

Susan Scott Il giudice e la minorenne
Il giudice e la minorenne

Susan Scott Orgasmo nero

Orgasmo nero

Susan Scott La moglie in bianco… l’amante al pepeLa moglie in bianco… l’amante al pepe

 Kiss kiss bang bang

 Indio Black

 I Ragazzi del massacro

 I lunghi giorni della vendetta

 Emanuelle a Lolita

Susan Scott Casa di piacere

Casa di piacere

Susan Scott C'è una spia nel mio letto

Una spia nel mio letto

Susan Scott Hai sbagliato dovevi uccidermi subito

Hai sbagliato dovevi uccidermi subito

Susan Scott La bidonata

La bidonata

Susan Scott Toto d'Arabia

Totò d’Arabia

Susan Scott Miele di donna

Miele di donna

Susan Scott Le paria

Le paria

Susan Scott Il vizio di famiglia

Il vizio di famiglia

Susan Scott Colorado

Colorado

Susan Scott Amor a todo gas

Amor a todo gas

Susan Scott Una pistola per Ringo

Una pistola per Ringo

Susan Scott Casa di piacere

Casa di piacere

susan-scott-una-nuvola-di-polvere-un-grido-di-morte-arriva-sartana

Una nuvola di polvere,un grido di morte…arriva Sartana

susan-scott-lultimo-colpo

L’ultimo colpo

susan-scott-el-rojo

El Rojo

 

7 Risposte

  1. El seudónimo “Susan Scott”, al parecer, fue una idea de Fernando di Leo. En 1982 rodó el film sexy- político “El fascista, Doña Pura y el follón de la escultura”. En la actualidad, según leí en entrevista en el blog “La abadía del Berzano”, vive con su marido, un director de cine italiano, en la ciudad española de Barcelona

  2. Off- topic: ¿Para cuándo un post sobre la bellísima ORCHIDEA DE SANTIS?
    Ciao

  3. […] Fonte:  Susan Scott « Filmscoop […]

  4. Molte grazie per la precisazione.
    Per Orchidea De Santis, molto, molto presto 🙂

  5. Los hijos de Scaramouche, último film de George Martin (Francisco Martínez Celeiro).

  6. io non posso credere che esiste una donna bella come lei mi riferisco a Nieves Navarro Garcia una delle donne più affascinanti che abbia mai potuto vedere quindi fare i complimenti penso proprio che sia superfluo. Grazie di esistere veramente ciao Giancarlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: